Omofobia contingente

Francesco D'Agostino, ex Presidente del Comitato Nazionale di Bioetica, su Avvenire:

«Il dibattito, al quale ha dato luogo la man­cata votazione da parte della senatrice Binetti di una norma in tema di omofobia, ha un rilievo che va al di là della contin­genza. (...) Una cosa infatti è offendere o recare vio­lenza agli omosessuali, ben altra cosa è ri­tenere che gli omosessuali siano inadatti all’adozione o che l’omosessualità sia una patologia. (...) È anche attraverso queste preziose forme di dissenso che si opera per il bene del Paese».
Capito, amico omosessuale? Mica ti stanno offendendo: semplicemente, per il bene del paese, ti fanno notare che sei un malato che travia gli infanti.
Vuoi imparare o no ad andare al di là delle contingenze, frocio che non sei altro?

Questo post è stato pubblicato il 12 dicembre 2007 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

3 Responses to “Omofobia contingente”

  1. Vuoi imparare o no ad andare al di là delle contingenze, frocio che non sei altro?
    BEN DETTO

    RispondiElimina
  2. Se la Binetti si togliesse il cilicio forse ragionerebbe meglio!
    ciaomarina

    RispondiElimina
  3. Eeeeeh le cazzate che si sparano in Italia. Quanto non mi mancavano...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post