Piccolo capolavoro di ignoranza e di razzismo dal Pdl modenese

(Fatelo voi il corso e l'esame. Poi vediamo quanto siete graditi)



Modena 5 ottobre 2010
Al Sindaco di Modena
Al Presidente del Consiglio Comunale di Modena

ORDINE DEL GIORNO

OGGETTO: POLITICHE PER L’INTEGRAZIONE – ORDINANZA DEL SINDACO CHE PREVEDA CONTROLLI DEI LUOGHI DI CULTO ISLAMICO, IL DIVIETO DI PORTARE IL BURCA E SIMILI VELI IN LUOGHI PUBBLICI ( COMPRESE LE SCUOLE), L’OBBLIGO DI FREQUENZA A CORSI DI ITALIANO E CORSI PER L’APPRENDIMENTO DELLE LEGGI FONDAMENTALI, A PARTIRE DALLA COSTITUZIONE, PENA L’ALLONTANAMENTO QUALI PERSONE NON GRADITE.

IL CONSIGLIO COMUNALE
Premesso che:

- Una grande indignazione ha sollevato il caso di Novi, nel quale un uomo musulmano ha ucciso, lapidandola, la moglie, madre della ragazza Noshem, che si era ribellata al padre-padrone che voleva mandarla in sposa predestinata ad un cugino;
- i dati ufficiali in Italia indicano in n. 2.000 i casi di matrimoni combinati, ma i mediatori culturali denunciano una situazione ben più grave, sostenendo che tali sono l’ottanta per cento dei matrimoni;
- le tradizioni culturali degli immigrati provenienti dal terzo mondo, di matrice islamica, considerano la donna come una schiava che si possa “vendere”, nel caso in cui il padre decidesse esser “conveniente” il matrimonio; tradizioni che s’impongono e si tramandano per identità culturale, lontana anni luce dalla nostra e inaccettabile;
- nel caso di ribellione a questa tradizione, gli uomini arrivano ad usare le mani al punto che il padre uccide, lapidandola, la madre e il fratello tenta l’omicidio a colpi di spranga sulla sorella;
- quest’episodio ha suscitato orrore e rabbia nei confronti di costoro che si comportano come animali ( qualcuno vorrebbe imprigionarli e gettare la chiave).

Ritenuto che:

- il caso non possa essere considerato isolato, alla stregua di un colpo di follia, ma che sia indice del malessere sociale causato dal multiculturalismo e soprattutto da un diffuso mondo fondamentalista, che sta prendendo corpo anche in Italia;
- il multiculturalismo senza controllo e senza regole, provoca un forte malessere sociale;
- pur nel rispetto dei popoli, senza alcuna volontà xenofoba, queste tradizioni culturali sono barbare e devono essere combattute nel mondo globale, ma anche e soprattutto a casa nostra.

Considerato che:

- in un paese come l’Italia che pone tra i suoi principi fondanti la libertà del singolo, con il limite fissato da regole e leggi, che tutti devono rispettare, non può essere accettato chi non rispetta tali leggi e tramanda altri principi, quali l’imposizione del velo (indice di sottomissione della donna), la bigamia, il rispetto rigoroso del ramadan ( contrario ad ogni moderna igiene sanitaria, soprattutto per i bambini), l’imposizione dei matrimoni combinati, nel principio che sono i padri a scegliere i mariti senza alcun rispetto delle figlie che vorrebbero per legge naturale accompagnarsi all’uomo che amano;
- alle parole d’indignazione suscitate dall’orrore del momento, devono seguire necessariamente provvedimenti e fatti concreti,


il Consiglio comunale
IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

Ad emettere rapidamente un’ordinanza che imponga il divieto per le donne di portare il burca o veli assimilabili in luoghi pubblici ( comprese le scuole), agli immigrati, uomini e donne, soprattutto di fede musulmana, di frequentare un corso di apprendimento della lingua italiana, della cultura italiana, delle leggi italiane a partire dalla Costituzione, con il sostenimento di un esame finale per accertarne la conoscenza e l’accettazione, che deve essere espressa con un atto formale. L’ordinanza deve prevedere che il riscontro positivo di tali condizioni ( superamento dell’esame e accettazione delle leggi italiane) sia la condizione sine qua non per accedere ai servizi sociali della collettività. Coloro che non accettassero le condizioni, dovranno essere accompagnati dalle forze di polizia municipale fuori dei confini territoriali del nostro comune, quali persone non gradite, perché facenti parte di una comunità con identità culturale e di appartenenza che potrebbe portare qualcuno di costoro a compiere atti criminali come quelli succitati e come tali non accettabili. Anche nel caso di superamento delle condizioni l’ordinanza deve prevedere un lungo periodo di monitoraggio, tramite i servizi sociali e i mediatori culturali, del rispetto delle condizioni poste.
Adolfo Morandi
Pellacani Gian Carlo
Olga Vecchi

Questo post è stato pubblicato il 09 ottobre 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

88 Responses to “Piccolo capolavoro di ignoranza e di razzismo dal Pdl modenese”

  1. Metil è come la storia dei pedofili: se il mostro è un prete preghierina conciliatrice, se è un isolato pazzoide pena di morte. Anche qui, se sei un negro e peraltro non cristiano sei un bastardo maschilista, se sei uno yuppie made in italy tutto è socialmente accettato.

    sorvolando sullo spregievole razzismo del documento mi piacerebbe (per coerenza) che si ragionasse con lo stesso "rigore morale" quando sentiamo di capi che molestano le dipendenti, di politici che ammettono che è lecito che le donne usino il loro corpo per fare carriera, oppure quando si scopre giravano un bel po' di mignotte a Palazzo Grazioli.

    RispondiElimina
  2. Caro sc, se ragionassero con lo stesso rigore morale, non scriverebbero queste minchiate.
    ps. non sono Metil, ma una sua umile allieva :-)

    RispondiElimina
  3. Voglio vedere quanti all'interno della giunta conoscono la Costituzione.

    RispondiElimina
  4. L' ignoranza becera di questo documento è abissale! è un coacervo dei più biechi e razzisti luoghi comuni sull'Islam. Gli autori inoltre mostrano una totale ignoranza anche della Costituzione Italiana, che tanto sbandierano. Infatti l'applicazione dei provvedimenti da loro auspicati contro i Musulmani sarebbe in aperta violazione proprio con i principi della Costituzione, Tanto per fare un esempio cito almeno l'art. 3:
    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
    È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

    RispondiElimina
  5. Alti momenti di retorica nella frase "quest’episodio ha suscitato orrore e rabbia nei confronti di costoro che si comportano come animali (qualcuno vorrebbe imprigionarli e gettare la chiave)"

    Sembra più il discorso di un avvinazzato che la seduta di un Consiglio comunale.

    RispondiElimina
  6. ...andem ben..detto in modenese..non è che se li accompagneranno veramente fuori dal comune poi li mettono a casa mia? tanto per capire come funziona il consiglio del mio caro capoluogo di provincia..Ah, Pellacani Gian Carlo è stato rettore dell'università di Modena e Reggio Emilia, mi viene da pensare come mai l'università sta andando a rotoli..

    RispondiElimina
  7. Io non ci vedo alcun razzismo, solo buonsenso e poco buonismo da 4 soldi

    RispondiElimina
  8. La Costituzione? Questi sono certa che sono ferratissimi in materia, soprattutto sull'art.19...
    Da modenese sputo sta gente con sentimento...

    RispondiElimina
  9. Il crocefisso però non è in discussione, immagino...

    RispondiElimina
  10. Burca [sic]?
    "il rispetto rigoroso del ramadan (... soprattutto per i bambini)"[sic]?

    RispondiElimina
  11. Francesca ti prego dimmi che te lo sei inventato...
    a parte il fatto che è scritto da cani e che è pieno di idiozie,con lo stesso principio dovrei dire che tutti i preti dovrebbero essere messi in galera in quanto "- il caso non possa essere considerato isolato, alla stregua di un colpo di follia, ma che sia indice del malessere sociale causato dalla forzata astinenza sessuale e soprattutto da un diffuso clima di negazionismo, che sta prendendo corpo anche in Italia"...
    P.S. I paesi più "avanti" come gli USA,la Germania,l'UK e la Francia sono stranamente paesi con una lunga storia di integrazione e dunque "multiculturalismo"...forse essere multiculturali non è tutto questo male assoluto...

    RispondiElimina
  12. "... dovranno essere accompagnati dalle forze di polizia municipale fuori dei confini territoriali del nostro comune, quali persone non gradite, PERCHÉ FACENTI PARTE DI UNA COMUNITÀ con IDENTITÀ CULTURALE e di appartenenza che POTREBBE portare QUALCUNO DI COSTORO (sic!) a compiere atti criminali ...".

    Una grande innovazione: l'imputazione collettiva preventiva e presuntiva!

    RispondiElimina
  13. "persone non gradite, PERCHÉ FACENTI PARTE DI UNA COMUNITÀ con IDENTITÀ CULTURALE e di appartenenza che POTREBBE portare QUALCUNO DI COSTORO (sic!) a compiere atti criminali ...".

    Beh, questo potrebbe valere proprio per gli esponenti del gruppo del Pdl, la cui appartenenza a tale comunità politica potrebbe portare qualcuno di costoro a corrompere giudici o avvocati inglesi, a trattare da eroi noti mafiosi omertosi, a devastare il Credito Cooperativo fiorentino, a farsi pagare la casa a propria insaputa, e via e via.

    No, via, che devastante ignoranza.

    RispondiElimina
  14. Sono disgustato dal fatto che un testo del genere non solo sia stato concepito, ma sia considerato legale. Prenderei questa gente e gli farei scrivere in piazza tutto il testo della costituzione 10, 100, 1000 volte così forse capiscono ciò che invocano e nello stesso tempo calpestano.
    Ma davvero la gente non si rende conto che questo noin è PER NIENTE diverso dalle scritte nelle piazze, sulle case e sui negozi in epoca fascista contro gli ebrei? Nessuno si rende conto che tutto questo non solo è anticostituzionale ma è un primo passo, o peggio uno sei tanti passi, verso ciò che ha portato ai campi di concentramento?

    RispondiElimina
  15. Ma perchè non si limitano a fare quello in cui sono più bravi: prosciutti e piastrelle??

    RispondiElimina
  16. gente che milita nel pdl che chiede un esame per accertare la conoscenza della Costituzione...qusta è proprio bella, la devo raccontare...non vorranno mica fare proselitismo fra quelli che non lo superano?

    RispondiElimina
  17. - Una grande indignazione ha sollevato il caso di Novi.
    E queste sono le loro disposizioni.

    Anche lo zio di Sarah ha provocato una grande indignazione: suggerirei al comune di Modena a rendere obbligatorio per tutti gli zii un corso di educazione sessuale.

    Soniocà

    RispondiElimina
  18. riusciremo con questi corsi a far diventare i musulmani ipocrti, mafiosi, furbi, ladri?

    RispondiElimina
  19. Voi siete dei moralisti ne più e nè meno di un Giovanardi qualsiasi...
    ...ma siete x caso a favore del burqa??? A favore dei matrimoni combinati, o addirittura alle donne vendute????

    Mi sembrate degli attori a cui hanno dato da recitare la parte del buonista di sinistra e pertanto non fate altro che seguire il soggetto!!!

    Ma in cosa credete di essere tanto diversi da uno che difende un prete pedofilo, se voi poi difendete a prescindere una cultura che schiavizza la donna???

    E poi smettetela con sti cavolo di commenti stucchevoli e fate qualche proposta, date uno spunto di riflessione...purtroppo x l'autrice di questo post l'esame x il PDL è stato 2 anni fa alle elezioni, e purtroppo l'ha superato, e uno dei motivi per cui Berlusconi vince sempre è perchè voi nn sono tanto diversi dai berluscones!

    RispondiElimina
  20. C'è un piccolo problema, proprio a proposito dell'"apprendimento della lingua italiana [su questo, sembra che gli estensori testimonino quanto sarebbe necessario, ma passiamo oltre]..., delle leggi italiane a partire dalla Costituzione.
    Ecco il punto: la Costituzione italiana, la legislazione europea, nonché i Diritti dell'Uomo, non prevedono e non ammettono imputazioni di colpe collettive e/o speciali discriminazioni contro popoli, gruppi etnici, "razze", etc.
    Una delibera di questo tipo sarebbe destinata a incontrare non soltanto forti proteste, ma inevitabili ostacoli legali.

    RispondiElimina
  21. Anche la mia prima sensazione è stata che fosse una parodia, e che non fosse vero. Se stiamo a questo punto, e sotto tutti gli aspetti, e cioè: ignoranza delle leggi, ignoranza della legge fondamentale dello Stato, ignoranza della lingua italiana, ignoranza dei principi di diritto elaborati (e talvolta ri-elaborati) dal XVIII in poi, e che tale ignoranza si manifesti da parte di una giunta comunale di una grande città, non da parte degli avventori del bar sotto casa, sarà difficile risalire. E' vero che questo è il modello che è stato propugnato al livello delle rappresentanze parlamentari, quindi, non dovrebbe fare meraviglia la sua manifestazione locale, però, leggere certe cose sotto lo stemma del comune di Modena, fa impressione. Non credo che una volenterosa e inefficace sinistra possa fare qualcosa per recuperare il livello culturale delle attuali classi dirigenti italiane. pm

    RispondiElimina
  22. Posso capire che gli estensori di documenti fuori da ogni inquadramento costituzionale come questo siano quattro consiglieri comunali di un paesino che quando chiudono l'osteria, il bar o la fabbrichetta di famiglia giocano a fare i luogotenenti del partito in camicia verde. Ma se invece sono sottoscritti da esponenti di punta del primo partito italiano in una città di 200.000 abitanti c'è da chiedersi quanto ancora potrà tenere la diga di cultura giuridica, buonsenso e civiltà che ci trattiene tutti dal finire nel baratro.

    RispondiElimina
  23. Guardate che i vostri discorsi multiculturalisti del cazzo sono fuori moda. Non vi caga piu' nessuno, a voi dell'Unita' e dintorni.

    Tanto per chiarire le idee a voi provincialotti post-comunisti internazionalisti-multiculturalisti italiani sara' bene ricordare che le misure accennate nell'ordine del giorno del PdL modenese sono misure gia' applicate o in fase di applicazione in tutta Europa.
    Informatevi di quello che succede nel mondo: specialmente in UK.


    Svezia e Olanda, che in fatto di multiculturalismo la pensavano fino all'altro giorno come voi, si sono trovati i neo-nazi in Parlamento che appoggiano i governi "progressisti" a patto che facciano quello che dicono i neo-nazi altrimenti scoppia la rivoluzione.
    Un giorno leggeremo sui libri di Storia che la ragione della rinascita del nazismo in Europa nel primo secolo del Terzo Millennio fu la politica idiota dei post-comunisti del Muro di Berlino nei confronti dell'immigrazione di massa.

    Del resto si legge gia' oggi che la ragione della nascita del Fascismo nazionalistico fu la reazione all'Internazionalismo proletario di quella Rivoluzione d'Ottobre del cazzo del 1917.

    Insomma: quando i Comunisti aprono la bocca, fanno guai.
    Tenetela chiusa, per favore, e fate i bravi.

    Non c'e' niente di razzistico nell'ordine del giorno del PdL di Modena: anzi: si da' una mano al movimento di liberazione dalla schiavitu' dell'Islam reazionario e fascista nel quale soffrono nell'ignoranza e nella fame un miliardo di poveri disgraziati di religione musulmana.

    Continuate cosi che ci teniamo Bossi/Berluska per i prossimi 400 anni.

    RispondiElimina
  24. Eddai Bertoldo, si vede che troppo bene che i comunisti li invidi!
    Va là, che ti eccitiamo!
    Ma quanto ci pensi...

    RispondiElimina
  25. Onestamente, preferirei un mondo in cui le religioni non esistessero neanche.

    Ma questo è impossibile.

    Allora preferirei almeno che il culto della propria religione fosse una cosa privata, senza chiese, senza abiti, senza cerimonie, senza istituzioni, senza simboli nei luoghi pubblici; un semplice atto di fede. Questo per me vale sia per l'islam, sia per il cristianesimo, sia per ogni altra religione o culto sulla faccia della Terra.

    Ma anche questo è impossibile, apparentemente.

    Si capisca, io ho zero stima per il Pdl.
    Ho zero stima anche per il culto del burka il quale ritengo sia comunque un costume misogeno.

    Alla luce di quel che scritto prima, preferirei un mondo in cui le donne islamiche non dovessero indossare i burka. Le mie motivazioni sono semplici: credo che la donna non sia un oggetto, proprietà del suo marito o padre, ma un individuo che ha il diritto di esprimersi liberamente e mostrare al mondo il proprio volto.

    Proibire con un atto o un divieto o una legge l'indossare del burka non risolve nulla. le motivazioni del Pdl sono palesemente razziste e xenofobe, nonostante ciò che abbiano scritto. Si nascondono dietro al discorso di uguaglianza e di anti-discriminazione, quando la loro è ancora una mentalità da crociate: noi cristiami abbiamo ragione, i mussulmani sono un branco di barbari, ecc.

    Preferirei vivere in un mondo in cui una donna islamica non fosse COSTRETTA ad indossare il burka, nè costretta a NON indossarlo. In altre parole, preferirei che fosse un scelta sua. Mi piace pensare che, data la scelta, sceglierebbe di non indossarlo.

    Ma forse sono utopista, un semplice sognatore.

    RispondiElimina
  26. Anch'io preferirei vivere n un mondo dove tutti gli animali sono uguali invece che vivere in un mondo dove alcuni animali sono piu' uguali degli altri. Intanto prendiamo atto della realta' e cerchiamo di fare politica seria altrimenti finisce come nella Russia di Napolitano.

    Uno(a) che si fa chiamare Comintern nel 2010 dopo Cristo da' esattamente l'idea di quanto sia proiettata in avanti l'impostazione ideologica di questo blog.

    Quello che stupisce non e' tanto la fedelta' agli "ideali", ma l'ottusita' con la quale vengono vissuti. Insomma: siete eroicamente sprezzanti del senso del ridicolo.

    Un post-comunista che in nome dell'anti-razzismo (cos'e'?) si schiera dalla parte di una cultura essenzialmente fascista, maschilista, fanaticamente bigotta....in una parola: medievale, fa ridere. In modo patetico.

    Sprovincializzatevi un pochino, per favore, altrimenti ci troviamo il Trota Capo del Governo.
    Fate come il Trota: parlate con la gente e leggete qualche giornale straniero. Se non conoscete le lingue fatevelo tradurre in Italiano.
    E ricordatevi che l'Islam e' quella cosa sulla quale e' sempre consentito "generalizzare". Quando si "generalizza" sull'Islam non si sbaglia mai e ci si azzecca sempre. Sia che si tratti di Ahmadinejad sia che si tratti del lavapiatti clandestino afgano arrivato in Germania con la zattera via mare.
    Come dire: la regola di non generalizzare conosce la sua bella eccezione: si chiama Islam.

    RispondiElimina
  27. Scusate, ma se io dall'Italia migro in qualsiasi stato estero, chi mi apre le porte deve pensare che io sia cattolico e che sia un estremista cattolico pronto a tirare acqua santa a destra e a manca?

    Non mi sembra che nessun "neo-comunista" in questa discussione difenda l'estremismo islam, ma si schieri dalla parte di persone singole che possono avere idee diverse dalle nostre senza obbligatoriamente essere estremiste o maschiliste, misogine e soprattutto senza doverlo provare ad un branco di xenofobi.

    Una qualsiasi persona che provenga da uno stato non italiano, qualunque esso sia, ha dei diritti in quanto essere umano, e una dignità in quanto essere umano, se poi compie un reato è punibile per legge, ma come scritto da altri qui sopra se molti zii, preti o padri di famiglia sono pedofili, ciò non implica che lo si deve supporre finoa dover provare il contrario per tutti gli altri della stessa categoria.

    Se poi vogliamo fare una lotta tra religioni ed etichette questo è un altro discorso, io resto della mia "ingenua" idea che all'interno di ogni cervello di ogni persona possa esserci qualcosa di diverso da tutti i suoi simili e non necessariamente marcio o estremista.

    RispondiElimina
  28. è possibile avere un link diretto al documento in originale? sarei curiosa di vedere come ha votato il consiglio comunale su questo ODG...
    grazie

    RispondiElimina
  29. è giusto che chi viene in italia si integri nella nostra cultura ( che poi non è così male). e che rispetti tutte le nostre leggi ( che sono abbastanza eque e poi il burqa è gia vietato) . il multiculturalismo è una cagata pazzesca. guardate la jugoslavia dove erano tutti felici insieme e poi è bastato un fiammifero a far esplodere tutto. e io sono uno di sinistra

    RispondiElimina
  30. Il multiculturalismo potrà piacere o non piacere, ma questo è indifferente nel 2010. I popoli si spostano, a maggior ragione oggi, e non c'è modo (né ragione, a mio avviso) di fermarli. Tanto vale saperlo e prepararsi.

    P.S.:

    Specialmente, nell'Italia perfetta di Berlusconi, che chiunque nel mondo ci invidia: vi immaginate gli altri popoli, appena dall'Africa, Asia, America, scoprono le meraviglie del buon governo italiano! E chi li tiene più nel loro misero Paese?

    Ormai è chiaro: la colpa dell'immigrazione è Berlusconi.

    RispondiElimina
  31. Bertoldo fattene una ragione. Nel mondo ci sono altre persone oltre a te, e ti stupirà saperlo, anche altre culture.

    RispondiElimina
  32. @Rosenkreuz:

    Hai ragione: ecco perche' hanno inventato le vacanze: per andare a vedere da vicino le culture omofobe, patriarcali, razziste (nel vero senso della parola), sessiste (nel senso che la donna e' un cammmello), autoritarie (nel senso che la democrazia e' un'invenzione occidentale), reazionarie (nel senso che si chiudono alla modernita' per preservare l'ordine della tradizione religiosa) e sanguinarie (nel senso che la gente e' adoperata come carne da macello nelle questioni di carattere politico).

    Poi, dopo aver visto tutta 'sta schifezza, aver ammirato le moschee con i tappeti puzzolenti ed essere guariti dalla diarrea per aver bevuto le loro acque e mangiato i loro kebab, torniamo a casa contenti di avere speso poco, di aver cagato tanto, e di poter programmare le prossime vacanze a Riccione dove ci si diverte di piu' e si rimorchia pure.

    Andare in vacanza da quelle parti sapendo di non poter rimorchiare perche' a quelle "moderne" latitudini se fai sesso al di fuori della tua relazione coniugale (o se lo fai con uno del tuo stesso sesso) ti impiccano a un lampione e ti lasciano marcire azzannato dai corvi e se ti fai un Gin & Tonic ti mettono un mese in galera con gli scarafaggi non e' una cosa molto eccitante per un giovane in cerca di avventure e curioso della diversita' del mondo.

    Da quelle parti mandiamoci Bersani, D'Alema e Fausto Bartinotti che sono appassionati di culture antiche, gli piace la cucina..."esotica" e amano passeggiare a braccetto con gli Hezbollah.

    I giovani vadano a Ibiza: compresi i giovani della Sinistra post-comunista-dopo-il-muro-di-Berlino cosi vedono cos'e' il multiculturalismo come dev'essere e non come lo vorrebbero loro, fatto di botte, impiccagioni, ingiustizia sociale e sottosviluppo civile.

    Smettetela di prendervi in giro perche' ormai, non solo in Italia, ma nel mondo intero (quello civile e progredito) con le vostre idee fate venire il latte alle ginocchia e vi fate prendere per il culo.

    Il multiculturalismo e' una cosa bellissima perche' tutte le culture, piu' o meno, si assomigliano e avvicinandosi si arricchiscono diversificando per il meglio il contesto sociale: fa eccezione l'Islam, che deve essere ri-educato e civilizzato: se no sono cazzi amari.
    Fidatevi del Bertoldo.

    Passo e chiudo.

    RispondiElimina
  33. @Bertoldo...

    Sul fatto che gli islamici debbano essere educati a certi valori non c'è dubbio. Ma siamo completamente fuori strada per farlo. Temo che non solo gli islamici debbano essere rieducati e civilizzati...

    Fatti un giro ad Adro...

    RispondiElimina
  34. @Silvia e Maria
    non ho il link , ma se mi scrivete vi giro il doc originale redatto dal primo firmatario (che ho ricevuto via email e ho riportato tale quale, comunque).
    L'OdG non è ancora online, ci sono gli atti sino al 4 ottobre e il nostro è in data 5 ottobre.
    Il link è questo: http://www.comune.modena.it/il-governo-della-citta/istanze/cercatori/ordini-del-giorno-e-mozioni-in-trattazione-2010/atct_topic_view?b_start:int=40&-C=
    Vediamo domani se lo caricano.

    RispondiElimina
  35. Bertoldo, succhiami la minchia, nazista di merda.

    RispondiElimina
  36. ma basta! per fare una politica seria innanzitutto ci dev'essere una conoscenza profonda delle tradizioni e delle religioni altre dalla nostra cultura di base. siamo già in un clima multiculturale, e i fanatici ci sono in ogni popolo e religione, basta vedere la limitazione al dissenso ed alla libertà di pensiero avvenuta durante la visita del papa a palermo. bisognerebbe avere un confronto serio e pacato tra le parti, ricordando che il maschilismo più bieco è ancora forte in italia, così come i pregiudizi sulle donne.

    RispondiElimina
  37. Bertoldo tu sei malato di mente.
    E grave anche.
    Oltretutto,dalle tue "parole"(quanto sforzo per definirle tali) si capisce che non scopi dalla notte dei tempi(tanto per metterla sul becero berlusconismo come fai tu,nella maniera più vomitevole:si và in vacanza per scopare,mica per arricchirsi culturalmente;w Rimini e fanculo Istanbul,questo è l'italiota medio e tu lo rappresenti alla grande).
    Tra l'altro,se magari studiassi qualcosa aldilà delle stronzate che leggi su Libero e guardi su Studio Aperto e Pomeriggio Cinque.scopriresti quante cose interessanti l'islamismo può insegnarti.Idiota

    RispondiElimina
  38. MA CHI RIEDUCA I PRETI PEDOFILI ,I COMPONENTI DEL GOVERNO LADRI E TRAFFICHINI, I RAZZISTI COME MOLTI DELLA LEGA , GENTE COME IN QUESTO CONSIGLIO COMUNALE CHE SCRIVE UNA SERIE DI KAZZATE ,I PRESIDENTI DEL CONSIGLIO CHE NON RISPETTANO LA COSTITUZIONE ,ANCHE SE FORSE L'HANNO LETTA? ANCHE QUESTI VANNI FUORI DAL COMUNE DI MODENA ? E CHI HA SCRITTO QUESTA ORDINANZA ,DIMOSTRANDO DI NON CONOSCERE L'ITALIANO , SARA' FRA GLI ESAMINATORI? SE NON CI FOSSE DA PIANGERE VERREBBE SOLO DA SBELLICARSI DALLE RISATE.

    RispondiElimina
  39. Sono pienamente d'accordo con Bertoldo,io sono di sinistra e dico che è ora di cambiare atteggiamento.

    RispondiElimina
  40. ma i corsi chi li tiene? uno che scrive: obbligo di frequenza "A" corsi di italiano? No perchè sarebbe meglio non frequentarli eh?

    RispondiElimina
  41. E già... perchè gli italiani invece la Costituzione la conoscono a menadito, alla perfezione! Soprattutto quelli del pdl che vogliono cambiare la Costituzione e non sanno manco cosa dice! Per non parlare poi dell'italiano parlato dagli stessi italiani. Voglio vedere quanti modenesi sanno che cos'è la "consecutio temporum"!!!

    RispondiElimina
  42. Bertoldo ti dò una notizia, è inutile chiudersi dentro, noi siamo destinati a morire!
    Siamo un popolo che sta morendo fra qualche anno gli anziani saranno molti di più dei nostri adolescenti, l'Islam ha già vinto!

    RispondiElimina
  43. @BERTOLDO

    "Un post-comunista che in nome dell'anti-razzismo (cos'e'?) si schiera dalla parte di una cultura essenzialmente fascista, maschilista, fanaticamente bigotta....in una parola: medievale, fa ridere. In modo patetico."

    ESSERE CONTRO QUESTO TESTO COMUNALE NON SIGNIFICA ESSERE A FAVORE DELLE BARBARIE O USANZE DISCUTIBILI

    Prendo spunto per sottolineare una cosa che credo sia importante.
    L'incipit è questo: definire quel testo della giunta comunale razzista e incostituzionale, e quindi schierarsi contro quel testo, non siginifica schierarsi a favore della religione musulmana o usanze barbare.

    In più, non è precisamente della religione musulmana in toto che si parla ma solamente dell'uso del burka e della mentalità (anche al di fuori della religione) che vede la donna sottomessa. Questo per dire che posso non schierarmi contro la religione musulmana nè essere a favore dell'imposizione del burka e della lapidazione (che, tra l'altro, riguarda donne come uomini) allo stesso tempo. Mi preme che tutti siano rispettati (donne e uomini) ma non vorrei che questa xenofobia fosse solo una buona cavalcatura per galoppare assieme agli ignoranti verso un governo di destra della paura e del razzismo.

    BASTA CON I PARTITI E SCELTE IN BASE A IDEOLOGIE PRECONCETTE
    Si è chiaramente contrari a qualsiasi tipo di violenza o imposizione barbara, come si è contrari ad un testo preoccupante come quello della giunta comunale di Modena. Presumere, come fai tu, che chi lo critica negativamente sia buonista o un comunista o che altro, o ancora che sia a favore di atti barbari è decisamente sbagliato.

    E' importante, utente Bertoldo, riuscire a capire che non sono comunista (nè ho rispetto per il PDL nè per il PD), così come altri, ma mi preme comunque, e direi anche a maggior ragione dato il divorzio sereno dalle propagande insulse di partito, che la società funzioni bene in base al buonsenso e opere concrete(ideali populisti sciò) nel rispetto degli altri e dei diritti umani (universali).

    Bertoldo si cheide anche cos'è il razzismo. Questo è un testo razzista perchè punisce una razza, un insieme, in ragione del fatto che è diversa dalla nostra, in ragione poi di eventuali disagi (a questo propositoun utente commentava bene la situazione che si evince dal testo della giunta come:"imputazione collettiva preventiva e presuntiva"...Sfiora l'assurdo ed è, ripetiamo, contrario alla costituzione italiana. La stessa costituzione che si vorrebbe, come si legge nello stesso testo in esame, far leggere obbligatoriamente agli stranieri (e poi non agli italiani, che possono ignorarla, cambiarla e pulirsici il culo, soprattutto se si ricoprono ruoli politici). Il tutto fa capire come questo testo della giunta di Modena sia una schifezza che al suo interno contiene ben poco (se non preoccupanti manifestazioni di irrazionalità folle e xenofobia).

    Spero di essermi spiegato e di aver fatto capire almeno qualche cosa...

    RispondiElimina
  44. @BERTOLDO E TUTTI - Parte 1

    Cito da un commento di Bertoldo: "Un post-comunista che in nome dell'anti-razzismo (cos'e'?) si schiera dalla parte di una cultura essenzialmente fascista, maschilista, fanaticamente bigotta....in una parola: medievale, fa ridere. In modo patetico."

    ESSERE CONTRO QUESTO TESTO COMUNALE NON SIGNIFICA ESSERE A FAVORE DELLE BARBARIE O USANZE DISCUTIBILI

    Prendo spunto per sottolineare una cosa che credo sia importante.
    L'incipit è questo: definire quel testo della giunta comunale razzista e incostituzionale, e quindi schierarsi contro quel testo, non siginifica schierarsi a favore della religione musulmana o usanze barbare.

    M. - Continua...

    RispondiElimina
  45. @BERTOLDO E TUTTI - Parte 2

    In più, non è precisamente della religione musulmana in toto che si parla ma solamente dell'uso del burka e della mentalità (anche al di fuori della religione) che vede la donna sottomessa. Questo per dire che posso non schierarmi contro la religione musulmana nè essere a favore dell'imposizione del burka e della lapidazione (che, tra l'altro, riguarda donne come uomini) allo stesso tempo. Mi preme che tutti siano rispettati (donne e uomini) ma non vorrei che questa xenofobia fosse solo una buona cavalcatura per galoppare assieme agli ignoranti verso un governo di destra della paura e del razzismo.

    BASTA CON I PARTITI E SCELTE IN BASE A IDEOLOGIE PRECONCETTE
    Si è chiaramente contrari a qualsiasi tipo di violenza o imposizione barbara, come si è contrari ad un testo preoccupante come quello della giunta comunale di Modena. Presumere, come fai tu, che chi lo critica negativamente sia buonista o un comunista o che altro, o ancora che sia a favore di atti barbari è decisamente sbagliato.

    E' importante, utente Bertoldo, riuscire a capire che non sono comunista (nè ho rispetto per il PDL nè per il PD), così come altri, ma mi preme comunque, e direi anche a maggior ragione dato il divorzio sereno dalle propagande insulse di partito, che la società funzioni bene in base al buonsenso e opere concrete(ideali populisti sciò) nel rispetto degli altri e dei diritti umani (universali).

    Bertoldo si cheide anche cos'è il razzismo. Questo è un testo razzista perchè punisce una razza, un insieme, in ragione del fatto che è diversa dalla nostra, in ragione poi di eventuali disagi (a questo propositoun utente commentava bene la situazione che si evince dal testo della giunta come:"imputazione collettiva preventiva e presuntiva"...Sfiora l'assurdo ed è, ripetiamo, contrario alla costituzione italiana. La stessa costituzione che si vorrebbe, come si legge nello stesso testo in esame, far leggere obbligatoriamente agli stranieri (e poi non agli italiani, che possono ignorarla, cambiarla e pulirsici il culo, soprattutto se si ricoprono ruoli politici). Il tutto fa capire come questo testo della giunta di Modena sia una schifezza che al suo interno contiene ben poco (se non preoccupanti manifestazioni di irrazionalità folle e xenofobia).

    M.

    RispondiElimina
  46. In più, non è precisamente della religione musulmana in toto che si parla ma solamente dell'uso del burka e della mentalità (anche al di fuori della religione) che vede la donna sottomessa. Questo per dire che posso non schierarmi contro la religione musulmana nè essere a favore dell'imposizione del burka e della lapidazione (che, tra l'altro, riguarda donne come uomini) allo stesso tempo. Mi preme che tutti siano rispettati (donne e uomini) ma non vorrei che questa xenofobia fosse solo una buona cavalcatura per galoppare assieme agli ignoranti verso un governo di destra della paura e del razzismo.

    BASTA CON I PARTITI E SCELTE IN BASE A IDEOLOGIE PRECONCETTE
    Si è chiaramente contrari a qualsiasi tipo di violenza o imposizione barbara, come si è contrari ad un testo preoccupante come quello della giunta comunale di Modena. Presumere, come fai tu, che chi lo critica negativamente sia buonista o un comunista o che altro, o ancora che sia a favore di atti barbari è decisamente sbagliato.

    E' importante, utente Bertoldo, riuscire a capire che non sono comunista (nè ho rispetto per il PDL nè per il PD), così come altri, ma mi preme comunque, e direi anche a maggior ragione dato il divorzio sereno dalle propagande insulse di partito, che la società funzioni bene in base al buonsenso e opere concrete(ideali populisti sciò) nel rispetto degli altri e dei diritti umani (universali).

    M. - Continua...

    RispondiElimina
  47. Scusate, ho pubblicato due volte, l'ultimo mio articolo, quello precedente a questo, non conta e può essere eliminato, in quanto contiene parte dello stesso testo pubblicato nei due articoli ancora precedenti.
    M.

    RispondiElimina
  48. sono indignato. ma i partiti del centro destra conoscono la COSTITUZIONE italiana? L'articolo 1 e 11 lo sanno?

    RispondiElimina
  49. l'articolo 3 della costituzione difende anche i diritti delle donne!! forse pretendere che si sappiano le leggi italiane puo "rimuovere gli ostacoli che limitano la liberta" delle donne non e razzismo ma un tentativo di difendere la legalita', fa rabbividire che certe affermazioni vengano proprio dalla sinistra, nascondere il viso e' un reato e basta con qualsivoglia mezzo potrebbero nascondersi sotto un burka anche delinquenti comuni infatti sono favorevoli anche i musulmani moderati. poi conoscere le leggi del paese in cui vivi e un vantaggio. riguardo a preti pedofili et similia e vero che c'e troppa tolleranza chi delinque va punito per il reato commesso sempre e comunque qualunque sia la sua religione o credo politico. comunque non e razzismo ma PAURA paura perche manca la sicurezza non c'e razzismo verso i buddisti o altre religioni anche molto diverse dalla nostra cultura non e paura del diverso e paura per la propria incolumita' finche la sinistra urlera solo insulti molti saranno costretti a tapparsi il naso e votare berlusca

    RispondiElimina
  50. vedo comunque parecchia ignoranza...
    Il fatto in sè è scandaloso e inaccettabile, ma non deriva da alcuna matrice islamica. Trattasi di una tradizione pakistana importata dall'India quella dei matrimoni combinati, e non certo sconosciuta in Europa, ma anzi ancora piuttosto viva solo un centinaio di anni fa.
    Per l'ultimo anonimo, la legalità si difende NON facendo leggi che ne eliminano di vecchie per salvare il culo a sè stessi e ai propri amichetti di potere. Con l'ultima boiata sulle bande armate, bisognerebbe dare uno sconto di pena a tutti i membri delle BR odi qualsivoglia gruppo armato criminale, dato che uno dei reati commessi è decaduto... Bel modo di difendere la legalità, considerato che la legge sul viso coperto è stata fatta proprio durante gli anni di piombo e che oggi come oggi non c'è un solo motociclista o sciatore che la rispetti...
    Detto questo, io sono Della Torre Marco, il naso non me lo tappo, visto che nessuno è costretto a votare i criminali... E se posto anonimo è solo xchè nn mi voglio registrare all'ennesimo sito, in caso qualcuno se lo chieda...

    RispondiElimina
  51. Perchè ignoranti e razzisti? Hanno fatto ciò che ritengono giusto la maggior parte di elettori di quel comune.
    E perchè paragonare una stato come l'Italia ad altri stati come gli usa che è una giovane terra di immigrazione?

    RispondiElimina
  52. @Anonimo: perche` ignoranti e razzisti? Semplice, perche` sono ignoranti e razzisti, mica per altri motivi. Il fatto di essere stati eletti mica li dispensa dall'avere queste gravi carenze culturali e civili. E se la maggior parte degli elettori la pensa allo stesso modo, allora e` evidente che anche loro sono ignoranti e razzisti. Caro anonimo, trovami la falla in questo semplice ragionamento.

    @Bertoldo: disonori il nick di cui ti fregi, il vero bertoldo era di scarpe grosse e cervello fino, non il contrario, vai pure ad ibiza a farti le tue virili trombate, che evidentemente hai troppo testosterone in circolo

    RispondiElimina
  53. Bene.
    Vi siete sfogati?
    Avete sputato il vostro veleno anti-razzista?
    Vi sentite buoni e tolleranti, adesso?
    State abbracciando il mondo? Internazionalisticamente?
    Vi sentite apostoli orgogliosi della religione dell'amore, della pace, del volemmose bbene? State gia' organizzando una cenetta di massa a base di spiedini di kebab per festeggiare la ri-confermata Unita' di giovani progressisti che guardano al futuro con indomito ottimismo scorgendo all'orizzonte il Sole dell'Avvenire?

    BRAVI!!!

    Adesso chiudete gi occhi e immaginatevi per un solo minuto un mondo senza ISLAM.

    Ecco.

    Avete visto che ho ragione io?

    Ancora non siete convinti?

    Allora non ci resta che chiudere l'argomento accordandoci che ci troviamo in una posizione di profondo disaccordo.

    A me pero' resta la consolazione che come la penso io la pensa il Resto del Mondo.
    Mentre come la pensate voi la pensa la gente che non capisce una minchia e si consuma e si logora e si frustra all'OPPOSIZIONE in nome dell'anti-razzismo.
    Ma cos'e' l'anti-razzismo? Difendere "culture" reazionarie, medievali, primitive, fondamentalmente "ingiuste" e autoritarie?

    Allora sono un nazista perche' voglio un mondo che tende verso l'uguaglianza dei diritti e dei doveri, che tende a non discriminare, che tende a creare ricchezza e a distribuirla (non solo estrarla dal sottosuolo con l'aiuto tecnologico dell'Occidente Decadente), che tende alla Pace e non alla Lotta Continua infliggendo fanatiche sofferenze sulle popolazioni civili, un mondo che tende ad abbracciare il Progresso e non lo respinge a priori, un mondo che tende a seguire i tempi e i mutamenti sociali e non vi si oppone.
    (Si, lo so: c'e' il Vaticano: ma il Vaticano fa parte della dialettica che serve al confronto, alla discussione, all'analisi e al raggiungimento della "sintesi" attraverso il processo democratico)

    Voi state pure dalla parte dei Progressisti.
    Io mi acconento del mio "nazismo all'amatriciana".

    Poi ci contiamo alle ELEZIONI.
    E voi farete la solita figuradimmmmerda.

    Eh Eh Eh

    RispondiElimina
  54. Il testo redatto dai politici modenesi mi sembra piuttosto rozzo, viscerale, provinciale.
    Però contiene alcuni spunti che i più (con buona pace di molti lettori di questo forum) possono condividere SENZA sentirsi né razzisti, né fascisti.

    1. Il burqa (comunque lo si voglia descrivere) è un'aberrazione maschilista. Non me ne frega niente chi o perché l'abbia introdotto. Nella cultura europea, nelle nostre stesse ligue, la faccia, il viso, è esattamente "ciò che si vede". Se impedisci ad una persona di mostrare il suo viso, la cancelli dalla società. In quanto donna è offensivo non solo portare il burqa, ma anche solo vederne uno indossato: è esattamente come vedere un nazista andare in giro con la svastica sul braccio, è apologia di reato.

    2. Un corso sulla costituzione e le leggi italiane per stranieri sarebbe positivo e utile. Una persona straniera non è detto che abbia avuto l'opportunità di conoscere il nostro sistema giudiziario. Magari una pakistana che arriva qui crede che il marito abbia diritto a costringere la figlia a sposarsi. Discorsi analoghi per l'infibulazione. Accogliere gli stranieri ed integrarli vuol dire anche impostare patti chiari su diritti e doveri. Lo fanno anche nella civilissima Germania.

    3. Per convivere è essenziale che ci sia una lingua comune. Sempre in Germania, sono organizzati corsi di tedesco per consentire agli stranieri e alle loro famiglie di conoscere la lingua. Perché poi pensare sempre agli islamici? Quanti cinesi, bielorussi, peruviani e filippini potrebbero trarne giovamento?

    Insomma, ciò che mi ha colpito nel documento è più la fumosità delle proposte, che alla fine non saranno realizzate.

    Ciò che mi sembra deprimente è che in questo paese metà fanno fuoco e fiamme promettendo azioni e non fanno nulla, metà fanni i buonisti solidaristi e non fanno nulla.
    Alla fine siamo pieni di immigrati clandestini, sfruttati e onesti, o sfruttatori e disonesti, lasciati però nell'ignoranza e nell'emarginazione. Il paese dei vuoti proclami, la terra dei fanfaroni.

    Silvia

    RispondiElimina
  55. @Bertoldo:
    scusa, non ti voglio portare via troppo tempo, perchè ti vedo molto sicuro dei tuoi princìpi e non sia mai che tu debba perdere tempo a rifletterci.
    Ti dico solo una cosa. Hai seguito il tg in questi giorni? Bene, il 7 ottobre è stata divulgata la notizia che un signore della provincia di Taranto ha ucciso e stuprato, dopo che era morta, la propria nipotina quindicenne.
    Già basterebbe questo episodio a dimostrare che la "barbarie" non è qualcosa di geograficamente localizzato, ma è un fondo istintuale che ognuno di noi si porta dentro, indipendentemente dalla religione che professa. Se i musulmani vanno "educati" ai valori occidentali, allora la stessa si dovrebbe fare con tanti europei che, pur essendo nati e cresciuti qui, non sanno neanche dove stia di casa il rispetto per gli altri.
    E' giusto che il processo di integrazione passi anche per corsi di lingua, corsi di educazione civica, ecc. Ma non perché noi ci arroghiamo il diritto di dividere l'umanità in "civili" e "barbari", perché nel momento in cui lo facciamo siamo automaticamente fuori dalla civiltà.

    Marco

    RispondiElimina
  56. Grande Bertoldo....ti quoto una cifra...soprattutto in quest'ultimo post :-)

    RispondiElimina
  57. E del velo delle suore cosa facciamo? lo togliamo anche a loro?
    E degli zii degenerati cosa facciamo? un corso di educazione sessuale per tutti gli zii?
    Invece l'idea che TUTTI debbano conoscere la Costituzione (a cominciare dai rapprensentanti politici) mi sembra una Grande Idea. (stavolta davvero!)

    RispondiElimina
  58. Rispondo all'ordine del giorno in modenese: Mo' andè a cagher!

    RispondiElimina
  59. E io che mi credevo che su Internet fosse cultura comune quella di ignorare i Troll...

    Non avevo capito nulla.
    Andrea

    RispondiElimina
  60. Tutte queste richieste non sono conformi ai poteri dei Sindaci; soprattutto nel Decreto Ministeriale Attuativo del 5 agosto 2008.

    RispondiElimina
  61. @ Brufolo:

    I troll, 9 volte su 10, servono ad impedirvi di rimbecillire dandovi ragione l'un l'altro.

    Voi di sinistra, a forza di darvi ragione, rincoionite su voi stessi e non capite piu' una minchia.
    Apritevi al dialogo e cercate di ragionare con la vostra testa sulla base di quello che vedete e di quello che sentite, non sulla base di quello che vi ammannisce la simpatica Concita che non sa piu' che pesci pigliar per fare anti-berlusconismo.

    L'unica cosa da fare per sollevare quelle popolazioni dal Medio Evo in pieno Terzo Millennio dopo Cristo e' urlargli in faccia che fanno cagare e che sono la vergogna dell'umanita'.

    All'anonimo Marco che mi invita a riflettere sulla barbarie dello "Zio Stupratore di Sarah", rispondo che la barbarie individuale e' una cosa, la "barbarie istituzionalizzata" e' un' altra.

    Due esempi di barbarie istituzionalizzate sono stati il Nazismo e il Comunismo (quello del Presidente Giorgio Napolitano).

    Un altro esempio di barbarie istituzionalizzata e' il "Mafismo", cioe' l'Anti-Stato, quello che succhia risorse e s'ingrassa costringendo milioni di Italiani Meridionali alla fuga dalla Terronia (dando la colpa al Berluska che non fa investimenti...Ah Ah Ah)

    Ed un'altra barbarie isituzionalizzata e' l'Islam, tutto l'Islam, non solo l'Islamismo militante e terrorista, non solo Osama Bin Laden e Al-Qaeda.
    Tutto l'Islam e' barbarie, a cominciare dal ruolo della donna nella famiglia e nella societa', alla persecuzione (vera persecuzione) dei "diversi, fino alla Sharia, la sacra legge dell'Islam, di ispirazione divina, che impone la mutilazione degli arti, la lapidazione, la compensazione dell'omicidio con danaro... e via barbarieggiando.

    Togliamoci la maschera dell'ipocrisia!
    Se non fosse per il petrolio avremmo trattato quel mondo per quello che e': sottosviluppo civile, sociale, economico e politico.

    Avremmo fatto qualche concertino pop per aiutare i loro affamati, i loro profughi, i loro malati e le loro vittime dei genocidi, come facciamo per l'Africa Nera.
    E avremmo sprecato anche pe l'Islam miliardi di miliardi di dollari in aiuti che non servono ad una minchia.

    Perche' dal sottosviluppo civile e religioso si esce solo in un modo: con una Rivoluzione Laica e Democratica di ispirazione occidentale.
    Con una Guerra Santa! Con una neo-colonizzazione diretta e indiretta di quel mondo immobile che minaccia la pace del mondo e perfino la sua stessa sopravvivenza.

    Tutto il resto e' chiacchera da portinaie.

    RispondiElimina
  62. Questo documento non è oggettivamente un capolavoro, nè di stile, nè di contenuti.
    Ma il riflesso condizionato dei terzomondisti, sempre pronti a saltare in piedi in difesa della religione di gran lunga più fascista, reazionaria e intollerante che esista al mondo, sono veramente assurdi. I due paesi più tolleranti del pianeta, ovvero Olanda e Svezia, hanno sperimentato il fallimento delle loro politiche multiculturali che hanno portato alla creazione di interi quartieri completamente musulmani in cui, se pur clandestinamente (ancora), la legge ufficiale è la sharia. Malmoe, un tempo un gioiellino della socialdemocrazia svedese, ora ha il 25% di abitanti musulmani ed è diventata una polveriera: pestaggi ai gay, scuole bruciate, gangs, polizia che si guarda bene dall'entrare, fine del sogno svedese.
    Risultato? Il popolo più tollerante del globo ha dato il 6,5% dei voti ad un partito di estrema destra vicino al neonazismo, solo perchè è stato l'unico che ha detto basta all'islamizzazione della Svezia. Forse non lo sapete ma gli svedesi sono solo 9 milioni e, grazie alle politiche suicide dei governi precedenti, hanno due milioni di stranieri. Si calcola che saranno in minoranza entro il 2049.
    Vogliamo parlare della iper tollerante Olanda?
    Alle ultime elezioni il Partito della Libertà di Geert Wilders ha preso il 15% con un programma che mette al primo punto il rimpatrio di centinaia di migliaia di musulmani. Perché? Gli olandesi delle droghe leggere libere sono improvvisamente diventati nazisti? O forse c'è un nesso con quello che è successo in Olanda negli ultimi 10 anni? Ammazzato il regista Theo Van Gogh solo perchè aveva osato realizzare un documentario sulla condizione delle donne musulmane, interi quartieri completamente islamizzati che vivono del tutto al di fuori della vita olandese, sharia sempre più presente. E' questo che vogliamo?
    Certo non vogliano nemmeno un documento così becero, d'accordo, ma basta con questa difesa ad oltranza di valori e comportamenti che rinnegano secoli di progresso civile.
    Per finire, questo succede oggi a Londra.

    "uslim ‘No-Go Areas’ in Britain? Just Go There!
    We should not pander to the assumed superiority of those who would intimidate us.
    June 12, 2008 - by Mary Jackson
    Share |

    In February this year, Christian evangelists Arthur Cunningham and Joseph Abraham were doing what Christian evangelists do: handing out Bible extracts. They were stopped by a representative of the law, threatened with arrest if they carried on preaching in “a Muslim area,” and warned that they might get beaten up if they came back.

    Where did this incident take place? Saudi Arabia, Iran, or Pakistan, where Christian preaching is forbidden and apostates persecuted? No, this “Muslim area” was in Alum Rock, Birmingham, England."
    Oppure guardate questo documentario francese e guardate cosa succede a Tower Hamlets, Londra, 2010. Non Iran, nè Arabia Saudita. Londra, 2010.
    http://www.youtube.com/watch?v=xdRfT76s7UQ
    E questa è Malmoe, Svezia.
    http://www.youtube.com/watch?v=ofmGw1RF3KY
    Ovviamente se non sapete l'inglese continuerete a pensare che a preoccuparsi della coabitazione con l'Islam siano solo i leghisti.

    RispondiElimina
  63. Questo documento non è oggettivamente un capolavoro, nè di stile, nè di contenuti.
    Ma il riflesso condizionato dei terzomondisti, sempre pronti a saltare in piedi in difesa della religione di gran lunga più fascista, reazionaria e intollerante che esista al mondo, sono veramente assurdi. I due paesi più tolleranti del pianeta, ovvero Olanda e Svezia, hanno sperimentato il fallimento delle loro politiche multiculturali che hanno portato alla creazione di interi quartieri completamente musulmani in cui, se pur clandestinamente (ancora), la legge ufficiale è la sharia. Malmoe, un tempo un gioiellino della socialdemocrazia svedese, ora ha il 25% di abitanti musulmani ed è diventata una polveriera: pestaggi ai gay, scuole bruciate, gangs, polizia che si guarda bene dall'entrare, fine del sogno svedese.
    Risultato? Il popolo più tollerante del globo ha dato il 6,5% dei voti ad un partito di estrema destra vicino al neonazismo, solo perchè è stato l'unico che ha detto basta all'islamizzazione della Svezia. Forse non lo sapete ma gli svedesi sono solo 9 milioni e, grazie alle politiche suicide dei governi precedenti, hanno due milioni di stranieri. Si calcola che saranno in minoranza entro il 2049.
    Vogliamo parlare della iper tollerante Olanda?
    Alle ultime elezioni il Partito della Libertà di Geert Wilders ha preso il 15% con un programma che mette al primo punto il rimpatrio di centinaia di migliaia di musulmani. Perché? Gli olandesi delle droghe leggere libere sono improvvisamente diventati nazisti? O forse c'è un nesso con quello che è successo in Olanda negli ultimi 10 anni? Ammazzato il regista Theo Van Gogh solo perchè aveva osato realizzare un documentario sulla condizione delle donne musulmane, interi quartieri completamente islamizzati che vivono del tutto al di fuori della vita olandese, sharia sempre più presente. E' questo che vogliamo?
    Certo non vogliano nemmeno un documento così becero, d'accordo, ma basta con questa difesa ad oltranza di valori e comportamenti che rinnegano secoli di progresso civile.
    Per finire, questo succede oggi a Londra.

    "uslim ‘No-Go Areas’ in Britain? Just Go There!
    We should not pander to the assumed superiority of those who would intimidate us.
    June 12, 2008 - by Mary Jackson
    Share |

    In February this year, Christian evangelists Arthur Cunningham and Joseph Abraham were doing what Christian evangelists do: handing out Bible extracts. They were stopped by a representative of the law, threatened with arrest if they carried on preaching in “a Muslim area,” and warned that they might get beaten up if they came back.

    Where did this incident take place? Saudi Arabia, Iran, or Pakistan, where Christian preaching is forbidden and apostates persecuted? No, this “Muslim area” was in Alum Rock, Birmingham, England."
    Oppure guardate questo documentario francese e guardate cosa succede a Tower Hamlets, Londra, 2010. Non Iran, nè Arabia Saudita. Londra, 2010.
    http://www.youtube.com/watch?v=xdRfT76s7UQ
    E questa è Malmoe, Svezia.
    http://www.youtube.com/watch?v=ofmGw1RF3KY
    Ovviamente se non sapete l'inglese continuerete a pensare che a preoccuparsi della coabitazione con l'Islam siano solo i leghisti.

    RispondiElimina
  64. Questo documento non è oggettivamente un capolavoro, nè di stile, nè di contenuti.
    Ma il riflesso condizionato dei terzomondisti, sempre pronti a saltare in piedi in difesa della religione di gran lunga più fascista, reazionaria e intollerante che esista al mondo, sono veramente assurdi. I due paesi più tolleranti del pianeta, ovvero Olanda e Svezia, hanno sperimentato il fallimento delle loro politiche multiculturali che hanno portato alla creazione di interi quartieri completamente musulmani in cui, se pur clandestinamente (ancora), la legge ufficiale è la sharia. Malmoe, un tempo un gioiellino della socialdemocrazia svedese, ora ha il 25% di abitanti musulmani ed è diventata una polveriera: pestaggi ai gay, scuole bruciate, gangs, polizia che si guarda bene dall'entrare, fine del sogno svedese.
    Risultato? Il popolo più tollerante del globo ha dato il 6,5% dei voti ad un partito di estrema destra vicino al neonazismo, solo perchè è stato l'unico che ha detto basta all'islamizzazione della Svezia. Forse non lo sapete ma gli svedesi sono solo 9 milioni e, grazie alle politiche suicide dei governi precedenti, hanno due milioni di stranieri. Si calcola che saranno in minoranza entro il 2049.
    Vogliamo parlare della iper tollerante Olanda?
    Alle ultime elezioni il Partito della Libertà di Geert Wilders ha preso il 15% con un programma che mette al primo punto il rimpatrio di centinaia di migliaia di musulmani. Perché? Gli olandesi delle droghe leggere libere sono improvvisamente diventati nazisti? O forse c'è un nesso con quello che è successo in Olanda negli ultimi 10 anni? Ammazzato il regista Theo Van Gogh solo perchè aveva osato realizzare un documentario sulla condizione delle donne musulmane, interi quartieri completamente islamizzati che vivono del tutto al di fuori della vita olandese, sharia sempre più presente. E' questo che vogliamo?
    Certo non vogliano nemmeno un documento così becero, d'accordo, ma basta con questa difesa ad oltranza di valori e comportamenti che rinnegano secoli di progresso civile.
    Per finire, questo succede oggi a Londra.

    "Muslim ‘No-Go Areas’ in Britain? Just Go There!
    We should not pander to the assumed superiority of those who would intimidate us.
    June 12, 2008 - by Mary Jackson

    In February this year, Christian evangelists Arthur Cunningham and Joseph Abraham were doing what Christian evangelists do: handing out Bible extracts. They were stopped by a representative of the law, threatened with arrest if they carried on preaching in “a Muslim area,” and warned that they might get beaten up if they came back.

    Where did this incident take place? Saudi Arabia, Iran, or Pakistan, where Christian preaching is forbidden and apostates persecuted? No, this “Muslim area” was in Alum Rock, Birmingham, England."

    Oppure guardate questo documentario francese e guardate cosa succede a Tower Hamlets, Londra, 2010. Non Iran, nè Arabia Saudita. Londra, 2010.
    http://www.youtube.com/watch?v=xdRfT76s7UQ
    E questa è Malmoe, Svezia.
    http://www.youtube.com/watch?v=ofmGw1RF3KY
    Ovviamente se non sapete l'inglese continuerete a pensare che a preoccuparsi della coabitazione con l'Islam siano solo i leghisti.

    RispondiElimina
  65. Questo documento non è oggettivamente un capolavoro, nè di stile, nè di contenuti.
    Ma il riflesso condizionato dei terzomondisti, sempre pronti a saltare in piedi in difesa della religione di gran lunga più fascista, reazionaria e intollerante che esista al mondo, sono veramente assurdi. I due paesi più tolleranti del pianeta, ovvero Olanda e Svezia, hanno sperimentato il fallimento delle loro politiche multiculturali che hanno portato alla creazione di interi quartieri completamente musulmani in cui, se pur clandestinamente (ancora), la legge ufficiale è la sharia. Malmoe, un tempo un gioiellino della socialdemocrazia svedese, ora ha il 25% di abitanti musulmani ed è diventata una polveriera: pestaggi ai gay, scuole bruciate, gangs, polizia che si guarda bene dall'entrare, fine del sogno svedese.
    Risultato? Il popolo più tollerante del globo ha dato il 6,5% dei voti ad un partito di estrema destra vicino al neonazismo, solo perchè è stato l'unico che ha detto basta all'islamizzazione della Svezia. Forse non lo sapete ma gli svedesi sono solo 9 milioni e, grazie alle politiche suicide dei governi precedenti, hanno due milioni di stranieri. Si calcola che saranno in minoranza entro il 2049.
    Vogliamo parlare della iper tollerante Olanda?
    Alle ultime elezioni il Partito della Libertà di Geert Wilders ha preso il 15% con un programma che mette al primo punto il rimpatrio di centinaia di migliaia di musulmani. Perché? Gli olandesi delle droghe leggere libere sono improvvisamente diventati nazisti? O forse c'è un nesso con quello che è successo in Olanda negli ultimi 10 anni? Ammazzato il regista Theo Van Gogh solo perchè aveva osato realizzare un documentario sulla condizione delle donne musulmane, interi quartieri completamente islamizzati che vivono del tutto al di fuori della vita olandese, sharia sempre più presente. E' questo che vogliamo?
    Certo non vogliano nemmeno un documento così becero, d'accordo, ma basta con questa difesa ad oltranza di valori e comportamenti che rinnegano secoli di progresso civile.

    RispondiElimina
  66. Per finire, questo succede oggi a Londra.

    "Muslim ‘No-Go Areas’ in Britain? Just Go There!
    We should not pander to the assumed superiority of those who would intimidate us.
    June 12, 2008 - by Mary Jackson

    In February this year, Christian evangelists Arthur Cunningham and Joseph Abraham were doing what Christian evangelists do: handing out Bible extracts. They were stopped by a representative of the law, threatened with arrest if they carried on preaching in “a Muslim area,” and warned that they might get beaten up if they came back.

    Where did this incident take place? Saudi Arabia, Iran, or Pakistan, where Christian preaching is forbidden and apostates persecuted? No, this “Muslim area” was in Alum Rock, Birmingham, England."

    Oppure guardate questo documentario francese e guardate cosa succede a Tower Hamlets, Londra, 2010. Non Iran, nè Arabia Saudita. Londra, 2010.
    http://www.youtube.com/watch?v=xdRfT76s7UQ
    E questa è Malmoe, Svezia.
    http://www.youtube.com/watch?v=ofmGw1RF3KY
    Ovviamente se non sapete l'inglese continuerete a pensare che a preoccuparsi della coabitazione con l'Islam siano solo i leghisti.

    RispondiElimina
  67. "I troll, 9 volte su 10, servono ad impedirvi di rimbecillire dandovi ragione l'un l'altro.

    Voi di sinistra, a forza di darvi ragione, rincoionite su voi stessi e non capite piu' una minchia.
    Apritevi al dialogo e cercate di ragionare con la vostra testa sulla base di quello che vedete e di quello che sentite..."

    Quoto in pieno Bertoldo, in particolare sull'affermazione che ho riporato, e la cosa mi mette a disagio...perchè anche io sono di sx...a leggere i vs commenti, in cui vi date ragione un con l'altro come se foste tanti berluscones invece dovrebbe mettere voi in imbarazzo....ma mi raccomando, nn fate lo sforzo di farvi venire qualche dubbio!

    RispondiElimina
  68. Un giorno un tizio come Umberto Bossi, intuitivo arruffa-popolo semi-analfabeta con una fantasia paranoide che gli fa immaginare inesistenti "genie padane", ma con sufficente fiuto politico da capire due cose: che solo una riforma federale dello Stato puo' evitare che la Mafia ingrassi, sprechi risorse nazionali e costringa la povera gente all'emigrazione; e che solo un rigido e razionale controllo dell'immigrazione, come concepito da paesi come il Canada e l'Australia, puo' evitare situazioni socialmente degeneranti gia' previste 20 anni fa e che si stanno manifestando in tutta la loro virulenza, come, appunto, sta succedendo oggi in societa' democratiche quasi perfette come quella svedese e quella olandese, in balia di rigurgiti neo-nazisti, .... un giorno un tizio come Bossi - dicevo - verra' considerato un grande statista italiano.

    Mentre l'intera classe dirigente di Sinistra, dalla caduta del Muro fino all'odierna e inarrestabile estinzione, non verra' nemmeno citata nei libri di Storia.

    Questa, invero, e' la piu' grande umiliazione della Sinistra italiana e internazionale: non aver capito un cazzo e avere permesso che lo capissero un semi-analfabeta come Umberto Bossi e il suo degno delfino: il Trota. Che raccolgono voti, insieme al Berluska "nazionalista/liberale", perche' parlano di problemi e di progetti che l'elettorato sente come suoi. Indipendentemente dalle televisioni.

    RispondiElimina
  69. PER BERTOLDO (ANCORA):
    NON HAI RISPOSTO
    Bravo, ti rispondo punto per punto e tu commenti in generale rivolgendo a tutti le solite linee generiche e astratte di azione, in più continui con "voi di sinistra". Evidentemente NON hai letto il mio intervento (firmato M. diviso in due parti) oppure lo hai bellamente ignorato per non dover rispondere delle clamorose falle dei tuoi ragionamenti.
    Mi faresti un piacere se leggessi quanto ho scritto (da anonimo ma firmato M. in fondo e diviso in due parti, così lo trovi) e potresti ribattere a quello (per carità, mica oro colato).
    Altrimenti è inutile sparare insulti qua e là o frasi inutili come "voi di sinistra..." (e di sinistra non sono).

    RispondiElimina
  70. Dubito che un italiano su mille conosca la Costituzione: tutti rimpatriati?

    RispondiElimina
  71. Premettendo il fatto che questo articolo è stato scritto con chiare intenzioni razziste e che le misure da adottare, cioè l'espulsione dal comune, sono assuradmente esagerate e inconcepibili, io trovo che il documento, sebbene sia da cancellare e riscrivere totalmente, tocchi dei punti su cui è necessario discutere. Innanzitutto l'uso del burqua, anche se volontario da parte della donna che lo porta, nasconde la sua identità (e teoricamente per motivi religiosi non si dovrebbe mai mostrare la faccia ad altri uomini se non il proprio marito) questo limita chiaramente la possibilità di identificare la persona che porta il burqua che potrebbe essere una normalissima e onesta madre di famiglia, ma anche una criminale e la sua identificazione (non possibile per il velo) potrebbe evitare ulteriori atti criminali. Quindi l'uso o la proibizione del burqua potrebbe essere un problema di sicurezza. Questo però non implica che si debba vietare l'uso di altri veli che non nascondono il viso della persona. Per quanto riguarda le leggi, la Costituzione e la lingua italiana non mi sembra assurdo richiedere ad uno straniero di conoscere le leggi di un nuovo paese per evitare che delinqua. In America un cittadino straniero che voglia la cittadinanza deve sostenere un esame in cui dimostra di conoscere leggi, lingua e storia degli USA che talvolta neanche i cittadini americani conoscono bene. Ciò non implica che gli italiani possano essere ignoranti sulla Costituzione e infatti l'introduzione dello studio del diritto nelle scuole sarebbe ottimo (io al liceo ho studiato diritto). Penso che gli argomenti siano giusti ma, come da copione leghista e razzista, siano stati affrontanti nel modo peggiore possibile mettendo le donne mussulmane di fronte ad una scelta veramente democratica: la tirannia del marito o quella della legge leghista comunale??!!

    RispondiElimina
  72. .....SE I LEGHISTI NON SI TROVANO BENE IN ITALIA, CHE SE NE VADANO AD ANTIGUA.

    RispondiElimina
  73. Dubito che un italiano su mille conosca la Costituzione: tutti rimpatriati?

    RispondiElimina
  74. Questo documento non è oggettivamente un capolavoro, nè di stile, nè di contenuti.
    Ma il riflesso condizionato dei terzomondisti, sempre pronti a saltare in piedi in difesa della religione di gran lunga più fascista, reazionaria e intollerante che esista al mondo, sono veramente assurdi. I due paesi più tolleranti del pianeta, ovvero Olanda e Svezia, hanno sperimentato il fallimento delle loro politiche multiculturali che hanno portato alla creazione di interi quartieri completamente musulmani in cui, se pur clandestinamente (ancora), la legge ufficiale è la sharia. Malmoe, un tempo un gioiellino della socialdemocrazia svedese, ora ha il 25% di abitanti musulmani ed è diventata una polveriera: pestaggi ai gay, scuole bruciate, gangs, polizia che si guarda bene dall'entrare, fine del sogno svedese.
    Risultato? Il popolo più tollerante del globo ha dato il 6,5% dei voti ad un partito di estrema destra vicino al neonazismo, solo perchè è stato l'unico che ha detto basta all'islamizzazione della Svezia. Forse non lo sapete ma gli svedesi sono solo 9 milioni e, grazie alle politiche suicide dei governi precedenti, hanno due milioni di stranieri. Si calcola che saranno in minoranza entro il 2049.
    Vogliamo parlare della iper tollerante Olanda?
    Alle ultime elezioni il Partito della Libertà di Geert Wilders ha preso il 15% con un programma che mette al primo punto il rimpatrio di centinaia di migliaia di musulmani. Perché? Gli olandesi delle droghe leggere libere sono improvvisamente diventati nazisti? O forse c'è un nesso con quello che è successo in Olanda negli ultimi 10 anni? Ammazzato il regista Theo Van Gogh solo perchè aveva osato realizzare un documentario sulla condizione delle donne musulmane, interi quartieri completamente islamizzati che vivono del tutto al di fuori della vita olandese, sharia sempre più presente. E' questo che vogliamo?
    Certo non vogliano nemmeno un documento così becero, d'accordo, ma basta con questa difesa ad oltranza di valori e comportamenti che rinnegano secoli di progresso civile.
    Per finire, questo succede oggi a Londra.

    "uslim ‘No-Go Areas’ in Britain? Just Go There!
    We should not pander to the assumed superiority of those who would intimidate us.
    June 12, 2008 - by Mary Jackson
    Share |

    In February this year, Christian evangelists Arthur Cunningham and Joseph Abraham were doing what Christian evangelists do: handing out Bible extracts. They were stopped by a representative of the law, threatened with arrest if they carried on preaching in “a Muslim area,” and warned that they might get beaten up if they came back.

    Where did this incident take place? Saudi Arabia, Iran, or Pakistan, where Christian preaching is forbidden and apostates persecuted? No, this “Muslim area” was in Alum Rock, Birmingham, England."
    Oppure guardate questo documentario francese e guardate cosa succede a Tower Hamlets, Londra, 2010. Non Iran, nè Arabia Saudita. Londra, 2010.
    http://www.youtube.com/watch?v=xdRfT76s7UQ
    E questa è Malmoe, Svezia.
    http://www.youtube.com/watch?v=ofmGw1RF3KY
    Ovviamente se non sapete l'inglese continuerete a pensare che a preoccuparsi della coabitazione con l'Islam siano solo i leghisti.

    RispondiElimina
  75. E del velo delle suore cosa facciamo? lo togliamo anche a loro?
    E degli zii degenerati cosa facciamo? un corso di educazione sessuale per tutti gli zii?
    Invece l'idea che TUTTI debbano conoscere la Costituzione (a cominciare dai rapprensentanti politici) mi sembra una Grande Idea. (stavolta davvero!)

    RispondiElimina
  76. @Anonimo: perche` ignoranti e razzisti? Semplice, perche` sono ignoranti e razzisti, mica per altri motivi. Il fatto di essere stati eletti mica li dispensa dall'avere queste gravi carenze culturali e civili. E se la maggior parte degli elettori la pensa allo stesso modo, allora e` evidente che anche loro sono ignoranti e razzisti. Caro anonimo, trovami la falla in questo semplice ragionamento.

    @Bertoldo: disonori il nick di cui ti fregi, il vero bertoldo era di scarpe grosse e cervello fino, non il contrario, vai pure ad ibiza a farti le tue virili trombate, che evidentemente hai troppo testosterone in circolo

    RispondiElimina
  77. l'articolo 3 della costituzione difende anche i diritti delle donne!! forse pretendere che si sappiano le leggi italiane puo "rimuovere gli ostacoli che limitano la liberta" delle donne non e razzismo ma un tentativo di difendere la legalita', fa rabbividire che certe affermazioni vengano proprio dalla sinistra, nascondere il viso e' un reato e basta con qualsivoglia mezzo potrebbero nascondersi sotto un burka anche delinquenti comuni infatti sono favorevoli anche i musulmani moderati. poi conoscere le leggi del paese in cui vivi e un vantaggio. riguardo a preti pedofili et similia e vero che c'e troppa tolleranza chi delinque va punito per il reato commesso sempre e comunque qualunque sia la sua religione o credo politico. comunque non e razzismo ma PAURA paura perche manca la sicurezza non c'e razzismo verso i buddisti o altre religioni anche molto diverse dalla nostra cultura non e paura del diverso e paura per la propria incolumita' finche la sinistra urlera solo insulti molti saranno costretti a tapparsi il naso e votare berlusca

    RispondiElimina
  78. @BERTOLDO E TUTTI - Parte 1

    Cito da un commento di Bertoldo: "Un post-comunista che in nome dell'anti-razzismo (cos'e'?) si schiera dalla parte di una cultura essenzialmente fascista, maschilista, fanaticamente bigotta....in una parola: medievale, fa ridere. In modo patetico."

    ESSERE CONTRO QUESTO TESTO COMUNALE NON SIGNIFICA ESSERE A FAVORE DELLE BARBARIE O USANZE DISCUTIBILI

    Prendo spunto per sottolineare una cosa che credo sia importante.
    L'incipit è questo: definire quel testo della giunta comunale razzista e incostituzionale, e quindi schierarsi contro quel testo, non siginifica schierarsi a favore della religione musulmana o usanze barbare.

    M. - Continua...

    RispondiElimina
  79. ma i corsi chi li tiene? uno che scrive: obbligo di frequenza "A" corsi di italiano? No perchè sarebbe meglio non frequentarli eh?

    RispondiElimina
  80. Bertoldo fattene una ragione. Nel mondo ci sono altre persone oltre a te, e ti stupirà saperlo, anche altre culture.

    RispondiElimina
  81. Eddai Bertoldo, si vede che troppo bene che i comunisti li invidi!
    Va là, che ti eccitiamo!
    Ma quanto ci pensi...

    RispondiElimina
  82. Posso capire che gli estensori di documenti fuori da ogni inquadramento costituzionale come questo siano quattro consiglieri comunali di un paesino che quando chiudono l'osteria, il bar o la fabbrichetta di famiglia giocano a fare i luogotenenti del partito in camicia verde. Ma se invece sono sottoscritti da esponenti di punta del primo partito italiano in una città di 200.000 abitanti c'è da chiedersi quanto ancora potrà tenere la diga di cultura giuridica, buonsenso e civiltà che ci trattiene tutti dal finire nel baratro.

    RispondiElimina
  83. C'è un piccolo problema, proprio a proposito dell'"apprendimento della lingua italiana [su questo, sembra che gli estensori testimonino quanto sarebbe necessario, ma passiamo oltre]..., delle leggi italiane a partire dalla Costituzione.
    Ecco il punto: la Costituzione italiana, la legislazione europea, nonché i Diritti dell'Uomo, non prevedono e non ammettono imputazioni di colpe collettive e/o speciali discriminazioni contro popoli, gruppi etnici, "razze", etc.
    Una delibera di questo tipo sarebbe destinata a incontrare non soltanto forti proteste, ma inevitabili ostacoli legali.

    RispondiElimina
  84. Voi siete dei moralisti ne più e nè meno di un Giovanardi qualsiasi...
    ...ma siete x caso a favore del burqa??? A favore dei matrimoni combinati, o addirittura alle donne vendute????

    Mi sembrate degli attori a cui hanno dato da recitare la parte del buonista di sinistra e pertanto non fate altro che seguire il soggetto!!!

    Ma in cosa credete di essere tanto diversi da uno che difende un prete pedofilo, se voi poi difendete a prescindere una cultura che schiavizza la donna???

    E poi smettetela con sti cavolo di commenti stucchevoli e fate qualche proposta, date uno spunto di riflessione...purtroppo x l'autrice di questo post l'esame x il PDL è stato 2 anni fa alle elezioni, e purtroppo l'ha superato, e uno dei motivi per cui Berlusconi vince sempre è perchè voi nn sono tanto diversi dai berluscones!

    RispondiElimina
  85. Ma perchè non si limitano a fare quello in cui sono più bravi: prosciutti e piastrelle??

    RispondiElimina
  86. Francesca ti prego dimmi che te lo sei inventato...
    a parte il fatto che è scritto da cani e che è pieno di idiozie,con lo stesso principio dovrei dire che tutti i preti dovrebbero essere messi in galera in quanto "- il caso non possa essere considerato isolato, alla stregua di un colpo di follia, ma che sia indice del malessere sociale causato dalla forzata astinenza sessuale e soprattutto da un diffuso clima di negazionismo, che sta prendendo corpo anche in Italia"...
    P.S. I paesi più "avanti" come gli USA,la Germania,l'UK e la Francia sono stranamente paesi con una lunga storia di integrazione e dunque "multiculturalismo"...forse essere multiculturali non è tutto questo male assoluto...

    RispondiElimina
  87. La Costituzione? Questi sono certa che sono ferratissimi in materia, soprattutto sull'art.19...
    Da modenese sputo sta gente con sentimento...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post