Le rivoluzionarie teorie filosofiche di Rocco Buttiglione

L'ufficio stampa di Rocco Buttiglione precisa il pensiero del presidente dell'UDC, che ieri aveva paragonato i gay a quelli che evadono il fisco:

Sul piano politico e sociale io sono contro ogni discriminazione contro i gay. Ma moralmente penso che sia sbagliato. Ma ci sono tante cose che sono moralmente sbagliate e che la legge non deve perseguire. Nel simpatico contesto della trasmissione i conduttori Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro gli hanno chiesto di fare degli esempi. Il presidente ha risposto: Per dirne una, l'adulterio, il trattare male le persone, non pagare le tasse, non dare i soldi ai poveri.
Siamo di fronte ad una nuova, sconvolgente teoria: secondo Buttiglione essere qualcosa (nel caso di specie, essere gay) e comportarsi in un certo modo (evadere il fisco, picchiare una persona e mettere le corna alla moglie) sono due categorie perfettamente assimilabili, tant'è che entrambe possono essere oggetto di un giudizio, sia pure soggettivo, che distingua tra "giusto" e "sbagliato".
Ci pensate? Grazie all'intuizione di Buttiglione da domani potrete dire a chi volete cose del tipo "è sbagliato essere alto un metro e ottantacinque, secondo me dovresti smetterla", oppure "te la vuoi piantare o no, di essere abruzzese?", o anche "è sbagliato avere gli occhi marroni, se non la smetti subito non ti parlo più".
Si tratta con ogni evidenza di una nuova frontiera della filosofia, in base alla quale gli individui potranno finalmente essere giudicati per quello che sono, oltre che per quello che fanno.
D'altronde uno che è stato professore di filosofia ed etica sociale di certe cose se ne intende.

Questo post è stato pubblicato il 26 ottobre 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

56 Responses to “Le rivoluzionarie teorie filosofiche di Rocco Buttiglione”

  1. Estraggo da qui sopra:
    "Ma ci sono tante cose che sono moralmente sbagliate e che la legge non deve perseguire... Per dirne una... non pagare le tasse"
    Spero di aver capito male.

    RispondiElimina
  2. Ciao, ho elaborato una teoria riguardo le persone che ragionano come Buttiglione. Sono individui che credono che l'omosessualità sia assimilabile ad un vizio che volendo si potrebbe "castrare". Quelli come Rocco pensano che un omosessuale sia una persona che dopo aver provato il godimento prostatico ne resta così affascinato che poi non può più farne a meno. Quindi l'omosessualità viene ridotta ad una questione di stimoli e feedback nervosi. Io credo che i buttiglioniani ragionano così perché a differenza di noi esseri umani "normali", per usare una parola che a Rocco farà piacere, non sono in grado di provare amore; l'amore è il gesto moralmente accettabile di eiaculare in una vagina, ovviamente senza le non dovute precauzioni.

    RispondiElimina
  3. il dramma vero sta nella categorizzazione a monte di tutto: per un buttiglione "essere omosessuale" equivale a "fare l'omosessuale", cioè tenere un comportamento difforme dal naturale svolgimento delle cose. è una scelta, e come tale assimilabile a scelte moralmente deprecabili. non è la stessa cosa, ti direbbe in piena buona fede, che essere alti 1.85, perché lì non scegli, sono i geni e quanto mangi ecc, che ti determinano la natura. non scegli. non fai tu.

    ora ovviamente rimane il problema opposto, se vi siano determinanti genetici o sociali nell'omosessualità. perché anche prendere questa strada è sbagliato, dal momento che se ci sono geni o cause sociali, si può dire che sono di nuovo devianti rispetto a un ideale normativo corretto (sia esso sociale o medico/biologico), e infatti alcuni omofobi dicono proprio che si tratta di una malattia.

    l'argomento veramente valido contro l'omofobia è che la sfera sessuale è privata, e tra adulti consenzienti non si mette becco (a meno che la pratica non conduca alla morte di almeno uno dei partecipanti, caso in cui la società può e deve chiedere conto all'altro o agli altri partecipanti, in quanto difesa costituita di ogni individuo)

    RispondiElimina
  4. Buttiglione e' un credente e i credenti, per quanto intelligenti e colti, tendono a non aggiornare con i tempi che mutano i dogmi ancestrali della loro Fede.
    Cioe' tendono alla "conservazione".
    Questo pero' non significa che auspichino la persecuzione di quelli che ai loro occhi sono "peccatori".

    Tra i conservatori ispirati dal "credo" religioso, infatti, i cristiani (cattolici eccetera) sono i meno offensivi e i piu' tolleranti e vorrebbero sempre veder tornare a casa la pecorella smarrita.

    I conservatori ispirati dal "credo" religioso piu' pericolosi sono invece i Mussulmani.

    Quelli, se non segui l'ortodossia, ti impiccano di brutto e spesso ti lapidano.

    Forse e' per questo che la Sinistra e cosi tenera e comprensiva con l'Islam e cosi dura e inflessibile con il Vaticano.

    Perche; la Sinistra sa sempre riconoscere quali sono i veri nemici del popolo.
    Eh Eh Eh

    RispondiElimina
  5. Non a caso questo campione è stato cacciato a calci nel culo dal parlamento europeo.
    Se li rottamano a Bruxelles li ripigliano qui in patria...se li rottamano in italia vanno in esilio dorato al parlamento europeo.
    E comunque io continuo a chiedere, e nessuno mi da risposta, come mai in italia, oltre ai grandi fratelli e iene e tette e culi e isole e fattorie e ki piu cazzo ne ha più ne metta, pare che lo sport nazionale sia quello di impicciarsi dei cazzi dei gay?
    Invidia?
    Cialtroni! Pensate a non rubare e a pagare le tasse va che è meglio!

    RispondiElimina
  6. Etimologicamente filosofo vuol dire amico della sapienza e,quindi,della conoscenza.Ma il buttiglion pensiero mi sembra degno di un chierico dei secoli bui e/o di un torquemada da santa(??)inquisizione.L'ignoranza di quest'uomo è abissale e/o non ha seguito gli studi sulla genetica degli ultimi 50 anni.Semplicemente ridicolo nemmeno i preti difendono più queste tesi.

    RispondiElimina
  7. "i cristiani (cattolici eccetera) sono i meno offensivi e i piu' tolleranti e vorrebbero sempre veder tornare a casa la pecorella smarrita"

    AH AH AH
    fai quasi tenerezza

    RispondiElimina
  8. Bravo Metil, hai centrato con grande esattezza il principio base della discriminazione e del razzismo.
    Nei regimi autoritari infatti gli uomini e le donne sono giudicati a priori, prima ancora di soppesarne le azioni, semplicemente sulla base di quello che sono- indipendentemente dalla loro volontà. Un po' come succede oggi in Francia e in Italia con le fascistisime politiche contro i ROM....pensa a quando volevano schedare i bambini.

    RispondiElimina
  9. L'albanese morto. Il sito dell'espresso vuole una registrazione per cui commento qui (potevi lasciare aperti i commenti).
    Credi forse che se con l'auto investi un calciatore o un altro riccone simile ti basti il massimale dell'assicurazione per ripagare i parenti? Se investi una persona comune ti basta e ti avanza. Se investi un poveraccio ti costa ancora meno. Mi sembra molto normale e sensato, ed è sempre stato così, tra l'altro.
    Non scopritemi l'acqua calda, per favore.
    I genitori albanesi, se il figlio fosse morto in albania non avrebbero preso proprio niente o forse giusto quattro soldi contati.
    Tutti gli altri calcoli che metti per decontestualizzare la cifra di rimborso sono noiosa demagogia.

    RispondiElimina
  10. Ci sono chiese cristiane (che credono in Cristo) che sono più tolleranti dei cattolici (quelli di Roma per intenderci).
    Prendete i Valdesi e studiateveli un pò.

    Per tornare all'anonimo, a me non frega niente di cosa voglia l'Islam... di fatto lo stato italiano manco li riconosce visto che se voglio dargli il 5 per mille non posso farlo.

    Per di più, aggiungo che chi si riempie la bocca con concetti clericali dovrebbe portarli avanti al 100%.
    Nel vecchio testamento c'è scritto di non mangiare il maiale e i crostacei (come gli Ebrei)... ma qualcuno lo sa?
    La chiesa romana dice che il sesso (o meglio il matrimonio) serve solo a procreare... quanti dei cattolici lo fanno? Pillole, pilloline, preservativi, escort, ...
    E chi si sposa a 60 anni, cosa vuole procreare?
    E perchè li fanno sposare allora?

    Milioni di africani sono morti di AIDS perchè al posto di predicare di usare il preservativo, dicono di non usarlo. Qualcuno li avrà sulla coscienza questi morti?

    Concludo questo mio sfogo con un'ultima cosa.
    Cristo ha sempre lasciato la libertà di scelta e la libertà di peccare.
    Questi pseudo-politici-confessionali non vogliono fare nemmeno quello.
    Togliere ogni libertà va contro il credo stesso (ad esempio per l'inseminazione artificiale) ma loro preferiscono obbligare tutti a non peccare.

    Come disse Benigni, ricordatevi che i gay morirono nei campi di sterminio nazisti (e fascisti) solo perchè si amavano. Per nient'altro, se non per il loro amore.

    RispondiElimina
  11. "Se investi una persona comune ti basta e ti avanza. Se investi un poveraccio ti costa ancora meno. Mi sembra molto normale e sensato, ed è sempre stato così, tra l'altro"

    Sempre stato così, forse. Normale, direi di no. Sensato, neanche un po'. E' orrendo.

    RispondiElimina
  12. La domanda fondamentale che vorrei chiedere a Buttiglione e a tutti coloro che sono omofobi è: qual è la definizione di cosa naturale? No, perché in natura l'omosessualità mi sembra essere ragionevolmente diffusa. Inoltre il sistema di riproduzione maschio-femmina è solo uno dei vari modi per lo scambio di materiale genetico "escogitati" in natura.

    Infine, la sessualità di un individuo non è dettata solo dagli organi sessuali che esso possiede ma da molteplici altri fattori.

    Spacciarsi per filosofi non significa dimenticare di essere razionali

    RispondiElimina
  13. Froci non si nasce, ci si diventa. Che vi piaccia o meno

    Fate quasi tenerezza.

    RispondiElimina
  14. Caro anonimo, anche se ci si diventa qual è il problema?

    RispondiElimina
  15. Nessuno.Per questo quelli che credono ai "gay di nascita" fanno tenerezza.

    RispondiElimina
  16. Metilparasgnaus ... confessa ti abbiamo beccato ! Abbiamo le prove... dove eri oggi nelle prime ore del pomeriggio mentre a pochi metri dalla sede di via dell'Umiltà Daniele Capezzuolo veniva preso a sganassoni sonanti da un emerito sconosciuto che si e' dileguato dopo avergli sferrato un cazzottone al viso ed uno al basso ventre ad altezza pisello ? Pare che lo sconosciuto si sia anche fregato la borsa del capezzuolo con la collezione completa di LeOre .... che casualmente e' anche la tua rivista preferita ! :)

    RispondiElimina
  17. La sessualità di un individuo è dettata da vari fattori, anche dall'esposizione a certi ormoni durante la vita prenatale.

    Io non capisco perché l'omosessualità debba essere trattata solo come un fattore morale, quando invece è una cosa molto più complessa, come ogni altro orientamento sessuale.

    Inoltre non capisco cosa spaventi così tanto, nell'omosessualità, queste persone da scatenare tali attacchi.

    RispondiElimina
  18. Ma Buttiglione non sa distinguere la bandiera della Germania da quella del Messico, parlo per esperienza personale.

    RispondiElimina
  19. Froci non si nasce, ne' si diventa. Al massimo si nasce (o forse ANCHE si diventa) omosessuali. Imbecilli come te invece si nasce.

    RispondiElimina
  20. Io i froci li accetto. Basta che non si comportino da froci. Cioe' basta che non facciano gli effemminati e ti guardino con gli occhioni dolci pe vedere se ci stai. Per un etero e' piuttosto offensivo.
    Anche le donne, del resto, rimangono infastidite di fronte alle advances troppo allusive e pesanti di un uomo. Quindi e' naturale che lo stesso fastidio sia provato da un uomo se le advances le fa un altro uomo (e cosi tra una donna normale e una lesbica).

    Cioe' non e' che uno perche' e' frocio o lesbica deve sentirsi libero/a di esternare la sua sessualita' in modo intrusivo o provocatorio o imbarazzante.

    Quindi se il frocio e' un individuo normale e non mi sculetta sotto il naso facendo la "frocia" mi va bene.

    Invece non sono daccordo sull'adozione ai froci/lesbiche.

    Un individuo ha un diritto fondamentale: quello di avere una madre e un papa'. Un maschio e una femmina.
    Questo non sempre succede nella vita: per cause spesso non prevedibili: disgrazie, divorzi, abbandono da parte di un/a genitore/trice stronzo e snaturato etc.
    E va bene. C'est la vie!

    Ma che a un individuo vengano imposte due mamme o due papa' sopra la sua volonta' e sopra il suo diritto naturale di essere il frutto di un atto di amore naturale, nel senso eterosessuale, questo lo respingo.

    Mi sembra un atto egoistico, anche se dettato dall'amore, di due omosessuali che vogliono forzare un individuo che non puo' dire la sua a crescere in una realta' innaturale e socialmente anomala.

    L'amore e le attenzioni che i duo "omo" riverseranno su quell'individuo non mi sembrano sufficienti a "compensare" la peculiarita' psico-socio-logica di quell'anomalo nucleo familiare.
    Penso che un individuo possa accettare come "naturale" di essere orfano, o di non poter crescere con un padre o una madre naturali. Ma credo che nel tempo gli riuscirebbe difficile conciliare l'istinto naturale di crescere in un ambiente eterosessuale chiamando "mamma e papa'" due persone di sesso diverso.

    Ovvio che gli omosessuali non troverebbero nulla da eccepire che un orfanello dell'Uganda cresca con due papa' o che un individuo concepito in provetta un giorno torni a dall'asilo e chieda ad una delle due mamme: "Mamma, le mie amiche parlano sempre di un "papa'", ma dov'e' il mio papa'?"

    "Tu il papa' non ce l'hai, cara: tu hai due mamme, invece, e tanti zii e zie e nonni e nonne, ma papa' non ne hai perche' tu sei una bambina diversa e al mondo non siamo mica tutti uguali...."

    Forse la penso come il Buttiglione, ma siamo in tanti nel mondo a pensarlo. E non mi sembra che per questo ci si debba chiamare omofobi e fascisti.

    RispondiElimina
  21. Sporchi froci vergognatevi .. siete peggio dei bacherozzi2000... tornate nelle vostre fogne !

    RispondiElimina
  22. Io ripeto una domanda: mi date, per favore, una definizione di naturale? Grazie

    RispondiElimina
  23. Dipende Valentina .. dell'oggetto di cui si parla. Non esiste una definizione universale di naturale.

    Ad esempio si puo' parlare di acqua "naturale" o di figlio "naturale".. oppure di acqua "minerale" e di figlio "legittimo"... ma non si puo parlare sicuramente di figlio "minerale" oppure di acqua legittima, tutto e' relativo.

    Mi e' venuta un po' di sete. Vado a bermi un bicchiere di acqua naturale.

    RispondiElimina
  24. @Sua Eminenza

    No su serio, qual è la definizione di naturale? Qui la questione è seria.

    Sua eminenza si goda l'acqua. (Lei mi fa sempre sbellicare dalle risate)

    RispondiElimina
  25. @Valentina Un comportamento è contronatura se, generalizzandolo, porterebbe all'estinzione della specie. Domenico

    RispondiElimina
  26. Cioe`, ho capito male oppure secondo Buttiglione "non pagare le tasse" e` una di quelle cose nella categoria "cose antipatiche ma da non perseguire"???

    RispondiElimina
  27. Carissimo Domenico,

    La consecutio temporum. In forma di ipotesi "sarebbe" ... "se portasse" .. oppure al tempo presente indicativo "è "... "se porta".

    RispondiElimina
  28. Oscaruzzo, hai capito benissimo.

    Pagare le tasse e' antipaticissimo.
    Soprattutto quando si vede che prendono la via della Terronia e vanno a ingrassare i mafiosi.

    Non pagare le tasse e' un diritto naturale.
    Pagarle pero' e' un dovere. Un obbligo.
    Ecco perche' da 5mila anni la riscossione delle tasse e' affidata agli agenti speciali del Fisco che se ti beccano ti rompono il culo e ti mettono in galera affinche' tu possa RIABILITARTI e diventare un cittadino onesto e coglione che le tasse le paga tutte


    Pagare meno tasse e' una tentazione naturalissima. Com'e' naturale per un individuo sperare di avere almeno una mamma e un papa' quando comincia a vivere: a me sembra che sia un'aspettativa abbastanza naturale. Se gli togli anche quella e uno nella vita lo fai partire con due mamme o due papa' a me sembra che lo metti gia' nella condizione di handicappato.

    Non pagare le tasse accomuna tutti gli uomini della Terra e di fronte a questa tentazione siamo tutti uguali.

    Credere che gli Italiani siano gli unici a non pagare le tasse e' una cazzata.

    Siete mai stati in Inghilterra? Quante ricevute fiscali vi hanno rilasciato?
    Come gli Inglesi fregano le tasse gli Italiani a confronto sono dei pivellini.

    E quando andate nei bazar del Medio Oriente e comperate un tappeto per un quinto del suo prezzo iniziale, pensate che poi i commercianti restituiscano l'IVA al governo? Ah Ah Ah

    Ma perche' non allargate i vostri miopi orizzonti?

    RispondiElimina
  29. ho commesso un errore, sua eminenza, ma penso che il concetto sia chiaro. Domenico

    RispondiElimina
  30. Ho capito perchè Tremonti taglia sulla scuola. Se uno è ignorante non sa le cose e crede a tutto, compreso che "froci" si diventa.
    Quando ti sarai fatto una cultura, vai da un etologo e chiedigli come mai esistono degli animali "froci".
    Ad ogni modo, se i "froci" sono malati, curateli e nel frattempo dategli l'indennità di malattia.
    Tanto finché ci sono degli ignoranti che pagano le tasse senza ragionare, si potrà far passare anche questa.

    PS.: Anche a me danno noia le donne che sventolano le tette o vanno in giro in minigonna o i maschi che si grattano il pacco o peggio quelli che escono dal bagno senza lavarsi le mani... per me anche queste categorie sono malate, le curiamo con l'elettroshock come facevano i nazisti/fascisti/leghisti?

    Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi. (cit.)

    RispondiElimina
  31. ammazza quanti insulsi fascisti frequentano 'sto blog, tutti eccitati dall'idea di poter scrivere "froci" e di poter esternare la loro ignorante violenza e intolleranza.
    Tutte tigri da tastiera. In genere, cagasotto nella vita.
    poi,

    RispondiElimina
  32. @Anonimo delle 21:43
    In Italia, per indicare degli approcci di natura sessuale, si usa il termine francese "avances" (plurale femminile; pronuncia approssimativa "avans") piuttosto di quello inglese "advances" (plurale senza genere; pronuncia approssimativa "edvensis"): quindi "fare delle avances" (al limite, "fare degli advances").
    Il termine "frocio" viene dal dialetto romanesco e stava in origine a indicare genericamente gli stranieri ("fransè"-"franscè"-"fronscè"-"froscio"-"frocio"): attualmente è usato solo dai coatti, dai truzzi, dai tamarri, da Alessandra Mussolini, dai fascisti non post e dagli omofobi.
    L'affermazione "Forse la penso come Buttiglione, ma siamo in tanti nel mondo a pensarlo" equivale a "Mangiate più merda, miliardi di mosche non possono sbagliare"...

    RispondiElimina
  33. Ormai la strategia della sinistra italiana è quella. Persa la maggior parte del voto popolare, che lo si vogli o no composta da gente normale, non resta che corteggiare tutto l' elettorato rimasto fuori, e dunque largo ai gay, lesbiche, puttane, immigrati ecc. Mi domando se questa strategia alla fine pagherà. Io di certo non vorrei far vivere mio figlio in un mondo del genere.

    Matteo

    RispondiElimina
  34. In un mondo del genere, caro "anonimo" ci sono quelli che la pensano come lei. Come schifo per farci vivere un figlio direi che basta e avanza, altro che gay lesbiche e puttane...

    complimenti comunque. Dallo stile Lei mi ricorda tanto quelli che svavano rabbiosi di giorno, ma di notte vanno dalla loro bella quindicenne albanese. Ne vedo così tanti sa... che divento sin troppo sospettoso. cordialmente

    RispondiElimina
  35. pardon ho visto che si firma in calce,
    saluti sig. matteo.

    RispondiElimina
  36. Appena vedo un omofobo ci piscio in testa. Senza proferir parola, con estremo pregiudizio. Perchè mi sono vveramente rotto di sentire certe stronzate nei confronti dell'omosessualità. Ma veramente. Ma veramente, veramente, veramente.

    RispondiElimina
  37. Se ho ben capito secondo Buttiglione l'evasione fiscale non dovrebbe essere perseguibile. Mi ero perso questo passaggio nel moderato programma dell'UDC.

    RispondiElimina
  38. Date troppa importanza a quel filosofo farlocco...

    RispondiElimina
  39. Non sapevo che c'erano di mezzo i Francesi con l'origine della parola "frocio"!
    Grazie Tullix.

    I Francesi sono sempre stati dei porcelloni depravati.

    Anche in Inghilterra, che sessualmente parlando e' molto repressa al punto che senza alcol gli Inglesi non riescono ancora a sbarazzarsi delle puritaniche inibizioni vittoriane, tutto cio' che ha a che fare con la sessualita' non propriamente "missionaria" viene chamato "french sex". Il pompino, per esempio.

    RispondiElimina
  40. Quindi quando si adoperano la bocca e il culo la Francia insegna.
    Ah Ah Ah

    RispondiElimina
  41. Frocio non vi piace, forse è meglio ricchione?

    Fate quasi tenerezza.

    RispondiElimina
  42. sconvolgente...

    http://www.gay.tv/articolo/1/13162/Arkansas---i-froci-devono-uccidersi--per-il-consigliere-scolastico

    RispondiElimina
  43. Per la cronaca, credo che il termine "froncio" non derivi dal francesce

    http://www.giovannidallorto.com/cultura/checcabolario/frocio.html

    RispondiElimina
  44. OH MADONNASANTA,qualcosa di meglio da fare no eh?

    RispondiElimina
  45. Ma se anche l´omosessualitá fosse una scelta,pienamente "evitabile", che problema sarebbe? Che peccato, immoralitá, errore sarebbe?!?

    RispondiElimina
  46. @Lucia

    Appunto, io non capisco dove sta il problema. Anzi a ben pensare il problema c'è ma non è nei gay.

    RispondiElimina
  47. oltre ai contenuti omofobi lei discorsi del buttiglio, mi viene da pensare che ha definito immorali ma non legalmente perseguibili un tot di comportamenti tra cui evadere il fisco... insomma lo da per scontato che evadere il fisco è come bere il chinotto...

    RispondiElimina
  48. o meglio: la spuma che ha un sapore anche peggiore ed è anche un sostituto modello ventennio della coca cola, se ricordo

    RispondiElimina
  49. @Lucia

    Appunto, io non capisco dove sta il problema. Anzi a ben pensare il problema c'è ma non è nei gay.

    RispondiElimina
  50. @Anonimo delle 21:43
    In Italia, per indicare degli approcci di natura sessuale, si usa il termine francese "avances" (plurale femminile; pronuncia approssimativa "avans") piuttosto di quello inglese "advances" (plurale senza genere; pronuncia approssimativa "edvensis"): quindi "fare delle avances" (al limite, "fare degli advances").
    Il termine "frocio" viene dal dialetto romanesco e stava in origine a indicare genericamente gli stranieri ("fransè"-"franscè"-"fronscè"-"froscio"-"frocio"): attualmente è usato solo dai coatti, dai truzzi, dai tamarri, da Alessandra Mussolini, dai fascisti non post e dagli omofobi.
    L'affermazione "Forse la penso come Buttiglione, ma siamo in tanti nel mondo a pensarlo" equivale a "Mangiate più merda, miliardi di mosche non possono sbagliare"...

    RispondiElimina
  51. Froci non si nasce, ne' si diventa. Al massimo si nasce (o forse ANCHE si diventa) omosessuali. Imbecilli come te invece si nasce.

    RispondiElimina
  52. Metilparasgnaus ... confessa ti abbiamo beccato ! Abbiamo le prove... dove eri oggi nelle prime ore del pomeriggio mentre a pochi metri dalla sede di via dell'Umiltà Daniele Capezzuolo veniva preso a sganassoni sonanti da un emerito sconosciuto che si e' dileguato dopo avergli sferrato un cazzottone al viso ed uno al basso ventre ad altezza pisello ? Pare che lo sconosciuto si sia anche fregato la borsa del capezzuolo con la collezione completa di LeOre .... che casualmente e' anche la tua rivista preferita ! :)

    RispondiElimina
  53. "i cristiani (cattolici eccetera) sono i meno offensivi e i piu' tolleranti e vorrebbero sempre veder tornare a casa la pecorella smarrita"

    AH AH AH
    fai quasi tenerezza

    RispondiElimina
  54. Ciao, ho elaborato una teoria riguardo le persone che ragionano come Buttiglione. Sono individui che credono che l'omosessualità sia assimilabile ad un vizio che volendo si potrebbe "castrare". Quelli come Rocco pensano che un omosessuale sia una persona che dopo aver provato il godimento prostatico ne resta così affascinato che poi non può più farne a meno. Quindi l'omosessualità viene ridotta ad una questione di stimoli e feedback nervosi. Io credo che i buttiglioniani ragionano così perché a differenza di noi esseri umani "normali", per usare una parola che a Rocco farà piacere, non sono in grado di provare amore; l'amore è il gesto moralmente accettabile di eiaculare in una vagina, ovviamente senza le non dovute precauzioni.

    RispondiElimina
  55. Estraggo da qui sopra:
    "Ma ci sono tante cose che sono moralmente sbagliate e che la legge non deve perseguire... Per dirne una... non pagare le tasse"
    Spero di aver capito male.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post