Uno qualunque lo schedano, i delinquenti continuano a entrare

Sarei curiosissimo di sapere come si spieghi che per andare a vedere una partita di calcio un tizio qualunque sia costretto a fare la tessera del tifoso, consentendo di essere schedato in questura pur non avendo fatto nulla di male, che che una volta arrivato ai tornelli gli sequestrino i succhi di frutta che ha portato per i figli, la bottiglietta con l'acqua e in alcuni casi perfino l'accendino che gli serve per farsi una sigaretta nell'intervallo, e poi una manciata di squadristi (non importa se autoctoni o venuti da fuori) siano in grado di entrare allegramente allo stadio muniti di tutto il necessario per scatenare l'inferno e fare in modo che la partita venga sospesa.
Se i geniali estensori dei lungimiranti provvedimenti per la sicurezza negli stadi volessero spiegarcelo gliene sarei davvero grato.

Questo post è stato pubblicato il 13 ottobre 2010 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

64 Responses to “Uno qualunque lo schedano, i delinquenti continuano a entrare”

  1. ...fosse solo questo...per comprare il biglietto al botteghino devi avere anche il documento d'identità dei bambini! Io mi sento sempre più presa per i fondelli.
    Buona giornata, Daniela

    RispondiElimina
  2. beh, io che ho l'abbonamento per i distinti in uno stadio dove non succede mai niente subisco almeno due perquisizioni a partita, devo andare allo stadio con i fiammiferi perché l'accendino me lo sequestrano sempre... qualche volta hanno da dire pure sulla cintura... e questi entrano conuna vagonata di fumogeni, coltelli e arnesi di ogni genere oltretutto dopo i disordini provocati nel pomeriggio, i miei complimenti a chi gestisce la sicurezza

    RispondiElimina
  3. In un altro Paese ci sarebbero stati i presupposti per le dimissioni del Questore.
    In un altro Paese...

    RispondiElimina
  4. in un altro paese non sarebbe accaduto

    Alessandra

    RispondiElimina
  5. In un altro paese nessun giocatore avrebbe fatto il saluto nazionalista come invece hanno fatto ieri i calciatore serbi (le tre dita sono un simbolo ben preciso dalle loro parti).
    Ma del resto Di Canio fece il saluto romano per molto meno.
    Bah.
    Ciao,
    Alessandro

    RispondiElimina
  6. Evidentemente il giro di vite sui violenti allo stadio valeva solo per i tifosi autoctoni...

    RispondiElimina
  7. @anonimo
    fosse che fosse che sei quell'omone tutto tatuato?

    RispondiElimina
  8. @anonimo
    nasconditi bene che l'uomo nero ti viene a prendere..

    RispondiElimina
  9. ho avuto problemi ad entrare allo stadio col giubbotto da moto causa le protezioni ... volevano che me lo togliessi ... ed era d'inverno !!!!

    RispondiElimina
  10. in un altro paese i tifosi di casa non avrebbero urlato "zingari di merda", nè "uccideteli", nè avrebbero fischiato l'inno. io ero allo stadio, entrambe le tifoserie erano incivili non fatevi abbindolare dai giornali

    RispondiElimina
  11. http://www.facebook.com/group.php?gid=161328697229687

    RispondiElimina
  12. La tessera del tifoso serve per far star piu' gente a casa e pagar gli abbonamenti invece a merdaset pregnum per vedersi le partite.

    RispondiElimina
  13. Stolto chi ancora segue il calcio - e allo stadio e (forse è peggio) in tv.

    RispondiElimina
  14. Siamo semplicemente in mano a degli idioti. Bastava guardare su youtube o leggere i giornali per capire che razza di gente stavamo per tirarci addosso.

    Mi piacerebbe che Maroni ci spiegasse come è potuto succedere. Non escluderei che potrebbe dire: visto cosa succede senza tessera del tifoso?

    RispondiElimina
  15. Dimenticavo, qui trovate qualche mia idea.

    http://piccolevitalita.blogspot.com/2010/10/vieni-anche-tu-in-italia-fare-quel.html

    RispondiElimina
  16. Mi viene in mente quella scena de I Simpson dove Winchester controlla allo scanner gli zaini:

    "Mela... libro... panino... lametta... pistola..."

    RispondiElimina
  17. A me sembra normale. Quelli equipaggiati come le guardie entrano, perché sono amici: stessi gesti, stessi simboli, stesse armi. Quelli diversi, no: perquisiti, schedati, allontanati. Questo è quello che si vede.

    RispondiElimina
  18. è evidente che la polizia, in questo caso quella di genova, preferisce di gran lunga irrompere nelle scuole e spaccare le teste dei pericolosissimi studenti che vi trovano...
    coi nazionalisti serbi, gli ultras di casa nostra, e delinquenti vari, invece, tolleranza a gogò...bè che dire... parafrasando il cesarone, che amarezza...

    RispondiElimina
  19. E' vero, molto più semplice entrare nelle scuole...

    RispondiElimina
  20. e se fosse che vogliono farci pensare che è meglio - più sicuro - uno stato di Polizia? che per la nostra sicurezza è meglio se siamo guardati a vista? se il disegno fosse questo, come la mettiamo? perchè è evidente che questa situazione è stata voluta, se no non sarebbe accaduta.
    Merizeta

    RispondiElimina
  21. x Charlie
    Ma non dire fesserie, la situazione è degenerata tra le tifoserie a livello di cori solo dopo che i Serbi hanno iniziato a lanciare i fumogeni sulla gradinata nord. C'eri o l'hai vista in tv ?
    Al momento degli inni erano più di 50 minuti che i serbi minacciavano dai vetri sia le tribune che la gente della gradinata, pure con lancio di oggetti. Dopo questo volevi che non fosse fischiato l'inno ?

    RispondiElimina
  22. La polizia non è intervenuta in città per non degenerare la situazione in guerriglia urbana. Quando la polizia è entrata in campo per valutare se entrare oppure no la situazione era molto tesa, se fossero entrati sarebbe stata una brutta situazione, molto meglio contrastarli all'uscita, come del resto hanno fatto pesantemente. Unico errore (oltre a quello di permettere a questi tifosi di entrare allo stadio) è stato quello di farli uscire per primi. All'uscita hanno iniziato subito a lanciare oggetti contro tutti i passanti, donne e bambini compresi, a quel punto siamo sgattaiolati via...alla luce di tutto è stato chiaramente un errore di valutazione da parte delle 'autorita' preposte al controllo di certi fenomeni, ma non aspettiamoci che qualcuno si prenda la responsabilità dell'accaduto.

    RispondiElimina
  23. Solito post demagogico, strumentalizzazione a fine politico...

    RispondiElimina
  24. In un altro paese nessun giocatore avrebbe fatto il saluto nazionalista
    -----------------------

    Bla bla bla.... che palle con questa retorica del "In un paese normale non si potrebbe fare bla bla..."

    RispondiElimina
  25. E' vero, molto più semplice entrare nelle scuole...
    ------------------

    Intendi quelle scuole tipo la Diaz piene di violenti con mazze da baseball e molotov?

    RispondiElimina
  26. @ Anonimo
    Si, le molotov portate dagli stessi agenti.
    Se fossi più informato non scriveresti tante cazzate

    RispondiElimina
  27. @ Cesare

    Si certo, le cazzate le spari tu. Io credo agli agenti non alle teste di cazzo che ribaltavano macchine in centro a Genova.

    RispondiElimina
  28. Lo scenario di ieri era molto diverso dal g8, non credo che paragonarlo faccia bene alle parti in gioco. Comunque sia la polizia ieri mi pare si sia comportata bene, ma è mancata prevenzione. Una volta che si hanno personaggi simili in corteo in via xx settembre a tirare bottiglie è troppo tardi per intervenire, figuriamoci se caricano la parte bassa della 'gabbia' con altri mille tifosi sopra che potevano tirare qualsiasi cosa. Poteva davvero andare molto peggio. Anonimo 2 (1356 1401)

    RispondiElimina
  29. @ Anonimo
    Se riesci ad utilizzare Google, ti basta una ricerca. Visto che sono buono, ti dò una mano.
    Prova a cliccare su questo link, troverai la notizia delle molotov portate dagli agenti.
    Basta un po' di impegno per evitare di far la figura dell'ignorante. Coraggio, la prossima volta ti andrà meglio

    ps: Credi anche agli agenti che uccisero Federico Aldrovandi?

    http://genova.repubblica.it/dettaglio/Diaz-l-ultima-immagine-dello-scandalo-ecco-l-uomo-che-porta-le-molotov/1544310

    RispondiElimina
  30. Chiunque vada a vedere una partita allo stadio è un potenziale violento e delinquente. Anzi, anche più che 'potenziale'... Anche padri e madri di famiglia, vecchiette ultrasettantenni, bambini, ricchi, poveri, senza alcuna distinzione sociale, ecc... E come criminali devono essere trattati. L'identificazione coatta è il minimo.

    RispondiElimina
  31. Anche queste le hanno portate gli agenti?

    http://3.bp.blogspot.com/_0SBPfOyYYdY/Rqm0XHObygI/AAAAAAAAEOQ/BCSj1H91Owo/s400/genova.jpeg

    Fino a prova contraria non sono stati gli agenti ad aver spaccato vetrine, devastato negozi, ribaltato ed incendiato macchine, lanciato pietre alla polizia... Un po' di sane BASTONATE in testa se le meritavano tutte quei facinorosi noglobal.

    RispondiElimina
  32. @ Anonimo

    "Sane BASTONATE"

    MI ritiro, hai "vinto" tu...

    RispondiElimina
  33. Cosa c'e' Cesare... non ti stanno bene le bastonate? Vallo a dire ad un operaio che ha visto la propria macchina distrutta... Altro che bastonate.... Non tutti hanno il buonismo e il perdonismo nel sangue come voi.

    Purtroppo qui in Italia c'e' un folto gruppo di cretini che prendono sempre e comunque le difese dei delinquenti contro i poliziotti.

    RispondiElimina
  34. @Anonimo: sei il miglior argomento a sostegno di quelli che vorresti infamare. Grazie, coglione.

    RispondiElimina
  35. si, io c'ero. non sto giustificando i serbi, ma neanche gli italiani. io quando sento certi cori mi incazzo e basta

    RispondiElimina
  36. @sassipirla molotov

    Sucamelo, PIRLA!

    RispondiElimina
  37. Anonimo
    mi sa che sei il solito agrume... argomenta o spara cavolate. Ma non insultare, dài.
    E comunque i saluti neofascisti o neonazisti in altri paesi vengono severamente puniti. Dài un'occhiatina in giro, se ti va.
    In quanto al dire "sucamelo virgola pirla" è quasi un ossimoro.
    Ciao

    RispondiElimina
  38. Don't feed the troll.

    Evidentemente ha tanto tempo da perdere (o viene pagato), visto che rompe da stamane.

    Censurare è sbagliato, ignorare è, invece, sacrosanto.

    RispondiElimina
  39. >mi sa che sei il solito agrume...

    Ma che cazzo dici?

    >Ma non insultare, dài.

    Mi sembra che tale sassi-qualcosa molotov abbia insultato per primo

    RispondiElimina
  40. per chi si chiedesse come mai quei "teppisti" ce l'avessero tanto con noi, si ripassi un po' di storia moderna (dal '96 circa), riuscirebbe così, non dico a giustificarli, ma almeno a capire il motivo di tanta rabbia.

    RispondiElimina
  41. @johnbuscema

    Non diciamo cavolate... erano incazzati con la propria squadra di calcio mica con la NATO...

    RispondiElimina
  42. Anonimo
    Se il massimo che sai fare è provocare e insultare le persone sul web e senza neanche rendere pubblica la tua identità...

    Figuriamoci nella vita vera che mezza sega devi essere.

    RispondiElimina
  43. I fascisti della peggior razza, pezzo dopo pezzo, ci stanno prendendo tutta la nostra dignità.
    Chi li ha mandati quegli ultas.
    Le stragi degli anni di piombo da chi erano pilotate?

    RispondiElimina
  44. x Charlie
    Anche io ero molto infastidito quando ho sentito i cori razzisti 'zingari di merda', ma pensare che una gradinata non reagisca con le parole a quelle provocazioni è fantascienza.
    Per quanto mi riguarda mi sono limitato a tifare per l'italia per i 6 minuti scarsi di gioco, rilevando che comunque poteva essere una bella festa visto che ero con i miei amici con relative fidanzate ed ero circondato da bambini e genitori e ci stavamo divertendo. Peccato...

    RispondiElimina
  45. @Fabio Pari

    Ma fatti 'na sega anche tu va....

    RispondiElimina
  46. uhm, se si chiama Pari, se ne deve fare due... impara a contare, sù

    RispondiElimina
  47. @AL

    Ben detto! Pari, fatti due seghe va!

    RispondiElimina
  48. a me pare plausibile quello che Federica Bianchi de L'Espresso scrive qui..

    http://espresso.repubblica.it/dettaglio/serbia-cosa-volevano-gli-ultras/2136200

    che ne dite?
    Tiziana

    RispondiElimina
  49. AI vari anonimi si risponde facile che ci sono state delle condanne proprio perche' i giudici hanno sgamato che avevano portato prove false mentre i manifestanti dormivano. La foto linkata delle auto bruciate e' un classico metodo di sovrapposizione per dare dei delinquenti a chi invece non vuole solo la globalizzazione die mercati ma anche dei diritti. E si,perche' le macchine bruciate erano roba della mattina ,emntre la manifestazione inizio' verso le 15. E per di piu' come confondere i manifestanti del pomeriggio con i black block infiltrati dagli sbirri dela mattina (non ci credete? piu' di qualche fimatino esiste su youtube....)?

    TOrnando a noi: i motivi letti dalla giornalista de l'Espresso sono convincenti, in piu' c'e' da dire che la settimana prima sono stati arrestati 66 loro amichetti in scontri prettamente calcistici e mettiamoci pure che ce l'hanno a morte col portiere reo di aver fatto stronzate con l'Estonia.

    RispondiElimina
  50. IMportante:

    Non è solo un Ultras ma Ivan Bogdanov è anche Miliziano dei Riservisti dell Esercito Serbo. Tra poco andra a casa , ha bruciato la Bandiera del Kosovo per ribadire che Kosovo è Serbia , la vetrina era quella giusta e scelta a hOc. Abbiamo uno che ai tempi della guerra del Kosovo probabilmente ne avra' anche uccisi....

    RispondiElimina
  51. Certo alla tua salute!!!
    Ti diverti un mondo non è vero?

    RispondiElimina
  52. @giacinto2000

    C'era anche un video che mostrava le marmotte incartare la cioccolata...

    RispondiElimina
  53. ringrazio l'anonimo per la conferma di quanto gia' sapevo. C'erano anche le camionette che tentavano di uccidere le persone inermi. E anche gli sbirri che infierivano sulle persone gia' a terra. goditi questi video e sparati le seghe sopra visto ceh te lo sogni la notte di uccidere i manifestanti:


    http://www.youtube.com/watch?v=7Pm4bPv9Z88

    http://www.youtube.com/watch?v=Xh8Uf79fW8Y

    Da notare come gli autisti dei blindati guidasero come degli invasati alla ricerca del manifestante da uccidere.

    RispondiElimina
  54. @giacinto

    Sticazzi, c'erano anche i violenti che tentavano di uccidere i poliziotti sulle camionette... Magari cercando di tirargli estintori addosso.

    RispondiElimina
  55. ringrazio l'anonimo per la conferma di quanto gia' sapevo. C'erano anche le camionette che tentavano di uccidere le persone inermi. E anche gli sbirri che infierivano sulle persone gia' a terra. goditi questi video e sparati le seghe sopra visto ceh te lo sogni la notte di uccidere i manifestanti:


    http://www.youtube.com/watch?v=7Pm4bPv9Z88

    http://www.youtube.com/watch?v=Xh8Uf79fW8Y

    Da notare come gli autisti dei blindati guidasero come degli invasati alla ricerca del manifestante da uccidere.

    RispondiElimina
  56. Certo alla tua salute!!!
    Ti diverti un mondo non è vero?

    RispondiElimina
  57. E' vero, molto più semplice entrare nelle scuole...
    ------------------

    Intendi quelle scuole tipo la Diaz piene di violenti con mazze da baseball e molotov?

    RispondiElimina
  58. La polizia non è intervenuta in città per non degenerare la situazione in guerriglia urbana. Quando la polizia è entrata in campo per valutare se entrare oppure no la situazione era molto tesa, se fossero entrati sarebbe stata una brutta situazione, molto meglio contrastarli all'uscita, come del resto hanno fatto pesantemente. Unico errore (oltre a quello di permettere a questi tifosi di entrare allo stadio) è stato quello di farli uscire per primi. All'uscita hanno iniziato subito a lanciare oggetti contro tutti i passanti, donne e bambini compresi, a quel punto siamo sgattaiolati via...alla luce di tutto è stato chiaramente un errore di valutazione da parte delle 'autorita' preposte al controllo di certi fenomeni, ma non aspettiamoci che qualcuno si prenda la responsabilità dell'accaduto.

    RispondiElimina
  59. @Fabio Pari

    Ma fatti 'na sega anche tu va....

    RispondiElimina
  60. Mi viene in mente quella scena de I Simpson dove Winchester controlla allo scanner gli zaini:

    "Mela... libro... panino... lametta... pistola..."

    RispondiElimina
  61. Stolto chi ancora segue il calcio - e allo stadio e (forse è peggio) in tv.

    RispondiElimina
  62. @anonimo
    fosse che fosse che sei quell'omone tutto tatuato?

    RispondiElimina
  63. in un altro paese non sarebbe accaduto

    Alessandra

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post