Non lasciarsi intimidire, ma un pochettino sì

A me fa un sacco piacere, davvero, che lo Stato non si lasci intimidire dai terroristi.
Ma siccome qualcuno sostiene -peraltro autorevolmente- che spesso e volentieri gli Stati -compreso il nostro- si siano lasciati intimidire così poco da arrivare addirittura a strumentalizzarli e ad usarli per i loro scopi, i terroristi, mi auguro che nel futuro si continui a non lasciarsi intimidire, però un pochettino sì.
Non so, magari giusto quel tantino di intimidazione che basta per fare in modo che i ruoli, come dire, rimangano distinti.

Questo post è stato pubblicato il 09 maggio 2012 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

2 Responses to “Non lasciarsi intimidire, ma un pochettino sì”

  1. signori padroni...se ve la fate sotto un po'...non è poi tanto male.

    RispondiElimina
  2. Giusto... anzi giustissimo... anche perché gli ambienti dai quali ora partono indicazioni circa la matrice terroristica del fatto di Genova sono gli stessi dai quali partirono gli ordini per il mattatoio della Diaz... così... giusto per chiarire che prorio ieri "Il Secolo XIX", che tra l'altro è proprio di Genova, ha parlato chiaramente di matrice collegata all'ultimo appalto in Romania... se vai in quei posti e ti scordi di pagare le tangenti...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post