Inattese aperture

«Un giorno che Gesù mi si mise sopra con tutto il suo peso, egli rispose così alle mie proteste: "Lascia che ti usi a mio piacere perché ogni cosa va fatta a suo tempo. Adesso io voglio che tu sia l’oggetto del mio amore, abbandonata alle mie volontà, senza resistenza da parte tua, in modo che io possa godere di te"». (Santa Margherita Maria Alacoque) «Io arrivavo a possedere Gesù non nella maniera come s’intende spirituale attraverso il pensiero, ma in un modo così tangibile da sentire la partecipazione del corpo nella maniera più reale». (Santa Guyon) «Durante le estasi era come se fossi posseduta da uno strumento che mi penetrava e si ritirava strappandomi la carne...Venivo riempita d’amore e saziata di una pienezza inestimabile...Le mie membra si frantumavano e si rompevano di desiderio mentre io languivo, languivo, languivo...Quando poi rinvenivo da questi rapimenti d’amore mi sentivo così leggera e appagata da voler bene anche ai demoni». (Sant'Angela da Foligno) «In un’estasi mi apparve un angelo tangibile nella sua costituzione carnale e era bellissimo; io vedevo nella mano di questo angelo un dardo lungo; esso era d’oro e portava all'estremità una punta di fuoco. L’angelo mi penetrò con il dardo fino alle viscere e quando lo ritirò mi lasciò tutta bruciata d’amore per Dio... Il dolore della ferita prodotta dal dardo era così vivo che mi strappava dei deboli sospiri, ma questo indicibile martirio che mi faceva nello stesso tempo gustare le delizie più soavi, non era costituito da sofferenze corporali anche se il corpo vi partecipava nella forma più completa». (Santa Teresa d'Avila)

Questo post è stato pubblicato il 02 novembre 2007 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Inattese aperture”

  1. Dovresti tenerla te, la rubrica "Vite dei santi" :D

    RispondiElimina
  2. :-) non avevi ancora letto le vite dei santi? Ma soprattutto DELLE SANTE?

    Quando dico che molti santi erano in effetti persone con patologie psichiatriche, mi mangiano viva. Eppure questa è una cosa che pensavo anche da cattolica...

    RispondiElimina
  3. Certo, che non avrei potuto descrivere una penetrazione in um modo piú eccitante e lirico al tempo stesso.
    Signore, sí, mi intendo di penetrazioni; sono (leggermente) omosessuale.

    RispondiElimina
  4. Ed i santi cosa scrivevano?

    "Venni avvolto in un caldo antro dentro cui l'amore di Dio mi fece scivolare con ardore"?

    RispondiElimina
  5. Bleek si rivolge al Papa:
    Prenda esempio da me che di solito mi faccio i cazzi miei.

    RispondiElimina
  6. Adesso capisco com'è che tutti 'sti cardinali leggono le vite dei santi con tutta questa partecipazione...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post