Premio giornalistico "Un uomo, un perché". Capitolo 6): Eugenia Roccella

Per una volta è stato necessario il fotofinish: la quinta tappa del grande concorso "Un uomo, un perché", dedicata a Giuliano Ferrara, è stata in bilico fino all'ultimo. Alla fine la frase che ha prevalso (per una manciata di voti) è stata la seguente:

«Perché la democrazia è opera di Dio, fatemelo dire provocatoriamente, cioè della presenza di un concetto di Dio nella storia.».

Ciò premesso, possiamo passare alla sesta puntata, che ha come ospite un personaggio a dir poco straordinario: si tratta di Eugenia Roccella, editorialista di Avvenire e portavoce del Family Day.
Scegliere la sua esternazione migliore, ne sono certo, non sarà facile: per questo vi lascio tutto il fine settimana, in modo che possiate pensarci come si deve e arrivare serenamente a una scelta consapevole.
Nient'altro. Come sempre, votate, votate, votate: perché questa, gente, è la democrazia.
Opera di Dio, naturalmente...

Questo post è stato pubblicato il 09 novembre 2007 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

9 Responses to “Premio giornalistico "Un uomo, un perché". Capitolo 6): Eugenia Roccella”

  1. Era difficile anche questa volta.
    Qeella di Welby m'ha tentato fino in fondo.

    RispondiElimina
  2. Stavo per votare "Il corpo femminile si ribella alle pillole, cerca di vanificare la disciplina innaturale che gli imponiamo" ecc ecc, perchè la trovavo una frase particolarmente stupida e violenta; ma alla fine ho visto quella su Welby, che oltre che violenta è di un cinismo che fa rabbrividire.
    Non c'è socci che tenga, di fronte a questa tipa....

    RispondiElimina
  3. ahahaha, fantastico questo blog, l'ho messo sui preferiti.
    Fantastico.

    :D

    RispondiElimina
  4. se ti conosco, spero che tu abbia in canna anche le perle di assuntina morresi. attendo con fiducia.

    RispondiElimina
  5. Per una volta, ho votato.
    Parole reiterate, insistenti, che rendono perfettamente la lucida foga di chi di una tortura ha ben chiaro lo scopo.

    RispondiElimina
  6. mi dispiace per questa perla dell'intelligenza italica, ma la democrazia è nata proprio dalla rimozione del concetto di Dio nella storia, ossia dalla presenza di un potereassoluto a cui sottomettersi a novanta gradi...

    RispondiElimina
  7. come al solito mi metti in crisi. Stavo per votare quella di Welby, ma devo dire che mi ha schifato talmente tanto che non l'ho manco voluta votare.

    Ho invece votato questa:

    "Da oggi, se qualcuno non interviene, un medico può decidere di praticare le intertruzioni di gravidanza in modo fantasioso e creativo, applicando una ricetta personale, un po' come un grande chef. (Avvenire, 1° febbraio 2007)"

    RispondiElimina
  8. ciao, ho votato.

    VOTA IL TUO BLOG PREFERITO tra i quaranta linkati a quello di Miss Welby

    votare e' semplice: inserisci nel blog di Miss Welby un commento con le tue preferenze tra i link ad altri blog, quaranta, elencati nella sidebar a sinistra ("people I fear", sotto i sondaggi). ci sono due categorie:
    - blog italiani, che sono 18 equamente divisi tra maschietti e femminucce;
    - blog non italiani, che sono 22 di cui quasi la meta' in nordamerica.

    non e' obbligatorio votare per entrambe le categorie. si puo' votare per piu' di un blog nella stessa categoria, ma il voto vale meno: la meta' se si votano due blog, un terzo se tre, etc. per votare occorre avere un blog e fornirne il link. le votazioni si chiudono con il mese di novembre 2007

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post