Provate con la Playstation

Quello che mi lascia perplesso non è tanto l'alzata d'ingegno di sfasciare tutto -il che, per qualunque motivo lo si faccia, sarebbe già di per sé contrario alla mia visione della lotta politica-, quanto il fatto che la devastazione duri il tempo di un pomeriggio e non sia finalizzata ad ottenere alcunché.
Volete innalzare barricate, mettere a ferro e fuoco la città, seminare il caos? Be', io sono convinto che i mezzi prefigurino i fini, e quindi penso che comunque non vi servirà a niente: però, perlomeno, scatenate l'inferno perché credete che vi serva a raggiungere un obiettivo, e abbiate la decenza di non smettere finché non lo ottenete.
Perché fare le rivoluzioni di due ore e mezza, sospese al calar della sera per togliersi il passamontagna e andarsi a mangiare una pizza, è davvero una cosa da gente piccola, mediocre e meschinella.
Date retta, provate con la Playstation.
Vi si addice di più.
Sent from my Blackberry®

Questo post è stato pubblicato il 16 ottobre 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

23 Responses to “Provate con la Playstation”

  1. Non ci credo. Non mi convince. Non voglio parlare né di complotto né di errori.Però sarei davvero sorpreso se l'unico effetto di vent'anni di devastazione sia l'aver trasferito dallo stadio alla piazza i metodi di "definizione della presenza"..... e null'altro.

    RispondiElimina
  2. vai a capire cos'hanno nel cervello...

    RispondiElimina
  3. Questa è senza dubbio la cosa più intelligente che abbia letto sui black bloc finora.
    Complimenti!

    RispondiElimina
  4. Perchè, credi che quegli imbecilli di black bloc avessero degli obiettivi o fossero capaci di porseli? (a parte quello di vedersi in televisione e dirsi "quanto sono stato figo!").

    RispondiElimina
  5. Circa 900 manifestazioni contemporanee in tutto il mondo, distribuite in quasi 90 nazioni del globo.
    Giusto? Si è mai vista nella storia una simile unità di protesta su scala mondiale? Chiedo eh...
    Su 900 manifestazioni 899 riescono pacificamente (a parte qualche misero tafferuglio, roba da due scappellotti e via), 1 finisce in una guerriglia civile indegna durata ore ed ore, e con una città messa a fuoco (letteralmente).
    Io è da tutto ieri che aspetto che un qualche cazzo di giornalista faccia la fatidica domanda: "Perché in tutto il mondo la protesta è riuscita e solo in Italia è accaduto un simile scempio? Qual è l' anomalia italiana?".

    RispondiElimina
  6. Concordo in ogni virgola.
    Essenziale e chirurgico.
    Complimenti

    RispondiElimina
  7. ieri gli unici a potersi definrire davvero indignati erano i cittadini romani

    RispondiElimina
  8. Mozart2006, l'editoriale di Calabresi sulla Stampa di oggi.

    RispondiElimina
  9. Non riesco ad accettare l'idea di una polizia tanto incapace. Il resto lo capiremo nel tempo. Certo è che i "picchiatori" del PDL, politici e stampa, sono saltati al volo sulle violenze per lanciare la loro campagna contro le sinistre.

    RispondiElimina
  10. L'obiettivo ce lo avevano e lo hanno anche raggiunto in pieno. Qualcuno ha parlato di cosa chidessero le persone in strada? quali richieste, quali proposte, quali speranza, quale preoccupazioni o quanta pazienza abbiano già avuto? A me non pare. Balck blok Vs. manifestanti 1 a 0 e la partita è già finita.

    RispondiElimina
  11. Complimenti.
    Hai espresso con essenzialità chirurgica la situazione.
    Qui si rischia di identificare con i ribelli in passamontagna del Chapas e i partigiani della Resistenza, degli sfigati codardi, terroristi in quanto agiscono incappucciati in una repubblica democratica e non per tutelarsi contro un regime dittatoriale con fucilazioni sommarie.
    Sono minorenni e minorati stanchi della discoteca e allora vanno a farsi un week end in una città europea, e fa tanto figo che la tv ti riprende e poi puoi metterti su youtube, mentre sei intento a sfondare a sprangate negozi e automobili.
    Sperando che la mamma da casa non ti riconosca, altrimenti al lunedì mattina ti manda a scuola senza prepararti la merendina.

    E ciò che più fa incazzare è che è tutto grasso che cola su individui come Cicchitto che già ha esibito la propria intelligenza equiparando manifestanti a delinquenti.
    Secondo lui c'è connivenza perché non hanno isolato i facinorosi... mi piacerebbe vedere lui a fronteggiare a mani nude gente con spranghe e caschi.

    RispondiElimina
  12. L'anomalia italiana e' che abbiamo dei teppisti da stadio che credono di far politica.

    RispondiElimina
  13. Berlusconi è l'anomalia italiana. Questa gente, e molti altri, non vedono l'ora che si levi dalle palle. Siamo come un popolo di figli che non riescono a uscire dalla casa dei padri: non uno, ma due padri. Uno è quello biologico, l'altro è Berlusconi. Se non avesse ottenuto la fiducia l'altro giorno non credo sarebbe successo quello che è successo. Ciò detto, condivido il post al 100%. Il casino me lo dovete fare all'infinito se avete mezzi e coglioni.

    RispondiElimina
  14. Dai tempi di Clodio e Milone, Roma è una città che attira i violenti.I quali fanno un gran favore ai governi e all'establishment: gli permettono di screditare la protesta. Forseera meglio se la nanifestazione si faceva a Milano, o Bologna

    RispondiElimina
  15. @storico sgrz:
    NO, i motivi della protesta degli Indignati non sono da minimizzare!
    Non bastano dei violenti a cancellare le richieste di quella fetta di 99% delle persone che s'è finalmente svegliata!
    Perchè la vita nel mondo è troppo breve per farcela rubare da quell'1% corrotto e parassita.

    Bisogna manifestare per riprenderci i nostri sogni e le speranze di una vita migliore. Tutto il progresso e le lotte passate in questi ultimi anni non sono serviti a far stare meglio le persone, bensì ad arricchire sempre meno "zecche".
    E gli Indignati lo sanno!

    RispondiElimina
  16. Il fine giustifica i mezzi....ma se c'è un fine, può essere accettabile....ma se il fine è il caos, allora non è accettabile, mai!
    La devastazione fine a se stessa....produce solo danni che pagheranno quei poveretti a cui hanno bruciato l'auto, chi ha avuto vetrine infrante invece come le banche le pagheremo tutti....divertitevi dandovi reciprocamente calci negli stinchi, nei coglioni no!, non avrebbe senso perchè non li avete.....

    RispondiElimina
  17. pare che a Milano ci sia stata una manifestazione fantastica ma casualmente non ne ha parlato nessuno.

    RispondiElimina
  18. chi parte con l'idea di andare a sfasciare qualcosa va alle manifestazioni per sfogare un po' di rabbia repressa. credo.

    non ci sono fini e obiettivi meritevoli dietro ogni protesta.

    anzi.

    bisognerebbe rendersi conto che spesso la protesta è il pretesto per andare a fare altro.

    c'è chi va per fare amicizia.

    chi per rimorchiare.

    chi per fumarsi una canna in compagnia e senza la preoccupazione di essere sgamato in mezzo a tanta folla.

    qualcuno ci va perchè crede che serva davvero a qualcosa farsi vedere in corteo con le bandiere in mano.

    salvo poi tornare alla comodità della propria vita, come se nulla fosse, l'indomani.

    qualunque sia il motivo, ognuno ha il suo per partecipare.

    e anche per non partecipare.

    di certo il livello di certi partecipanti è stato estremamente basso.

    RispondiElimina
  19. Scusa Metil ma non sono d'accordo.
    Io abito a San Giovanni [tu mi sembra di no] e ho passato il sabato pomeriggio davanti alla TV aspettando che mio fratello e il mio ragazzo,fuori entrambi coi rispettivi ciclomotori, tornassero a casa [cosa difficile se le vie intorno a te sono giustamente chiuse dalla polizia] con il terrore che succedesse loro qualcosa...
    Vedevo le notizie sugli spostamenti e le immagini delle vie sempre più vicino a casa mia devastate e mi saliva la rabbia perchè lo sapevano che sarebbe successo eppure hanno autorizzato lo stesso la manifestazione.
    Secondo te avrei dovuto stare rinchiusa 3 giorni senza uscire per permettere loro di manifestare il loro dissenso sfondando i miei cassonetti e ammazzando di botte sotto casa mia poliziotti che non possono nemmeno difendersi per paura di essere tacciati di abuso di potere?
    Se l'avessero fatto sotto casa tua tutto il casino dubito che saresti della stessa opinione di ora.

    RispondiElimina
  20. meglio che passare il pomeriggio nei centri commerciali. e poi i calciatori si allenano la settimana per la domenica, gli attori fanno le prove per la prima...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post