Sindaco, per favore, la Nutella no

E alla fine, mentre maggioranza e opposizione si fregano le mani al pensiero di approvare leggi speciali, arriva quest'altro che proibisce i cortei per un mese.
Ci sarebbe da chiedersi, al di là del fatto che il provvedimento lede un diritto costituzionale dei cittadini, che senso abbia il limite temporale: cioè, o i cortei sono pericolosi sempre, oppure non sono pericolosi mai. Che dovrebbe cambiare, secondo Alemanno, tra un mese? Che i black block si stufino e si dedichino al Risiko? Che la crisi economica cessi di colpo e la prosperità torni a regnare nella capitale? Che le banche, i negozi, le automobili e tutti gli altri oggetti che i vandali sono soliti devastare vengano protetti da uno speciale scudo stellare tipo quello di Star Trek?
La verità, con ogni evidenza, è che tra un mese non succederà un bel niente. E quindi il provvedimento non mi pare altro che un castigo, del tutto simile a quelli i genitori più severi infliggono ai bambini quando hanno combinato qualche marachella: per un mese niente Playstation, e se fiatate ancora vi tolgo pure il Gameboy.
Non so, speriamo almeno che ci lasci la Nutella.

Questo post è stato pubblicato il 18 ottobre 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

5 Responses to “Sindaco, per favore, la Nutella no”

  1. Per me un senso ce l'ha: dopo il casino che è successo sabato il minimo che io cittadino mi aspetto dal mio sindaco è che faccia di tutto perchè nessuno mi devasti di nuovo la città nel breve periodo; visto che gli organizzatori hanno dimostrato di non saper gestire le manifestazioni allora non si faranno più manifestazioni a Roma.

    Manifesteranno nel resto della penisola, sempre se il questore di qualsiasi altra città darà loro il permesso di fare una "manifestazione a rischio" senza che gli abbiano assicurato un servizio d'ordine per lo meno cazzuto.

    Forse la prossima volta che vorranno organizzare una manifestazione in cui è sicuro che ti si infiltreranno i Black Block,se ne ricorderanno e metteranno un servizio d'ordine come Cristo comanda.

    Hai ragione su una cosa: i cortei [ma anche i sit in] a Roma dovrebbero essere vietati per sempre perchè la viabilità di questa città è già di per se critica fra traffico, partite di calcio, maratone,auto blu che sfrecciano sulle corsie preferenziali e coi semafori rossi e chi più ne ha più ne metta e credo che bloccare una strada non serva a nulla e si danneggino solo quelli che lavorano o stanno tornando a casa dopo aver lavorato,ci sono modi più efficaci e meno "masochistici" per manifestare il proprio dissenso.
    Ma quest'ultima è una mia opinione personale.

    RispondiElimina
  2. è strano, qualche mese fa il sindaco aveva manifestato l'intenzione di mettere una tassa sui cortei, poi di farli durare di meno e altre stronzate. Guarda caso arriva l'ultraviolenza e ora ha l'occasione per mettere tutti in condizioni di "non nuocere"

    RispondiElimina
  3. "...speriamo almeno che ci lasci la Nutella": certo che sì, non vorrai che si metta contro tata Lucia...

    RispondiElimina
  4. tra "simile a quelli" e " i genitori" manca un "che".

    RispondiElimina
  5. come si chiama quello condannato per manifestazione non autorizzata e per tentato impedimento di manifestazione autorizzata? alemanno?

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post