Che errore chiudere Casapound

«Sì, sono fascisti. Ma con la loro visione sociale hanno attratto tantissimi giovani. E sono diventati concorrenti della sinistra. Metterli al bando sarebbe una sciocchezza». Dopo i fatti di Firenze, un sociologo di sinistra che studia da tempo il gruppo di estrema destra mi spiega la sua tesi in un'intervista.
Qua, su L'Espresso.

Questo post è stato pubblicato il 28 dicembre 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “Che errore chiudere Casapound”

  1. Ero incuriosito da questa associazione che conoscevo pochissimo , e molto più dalle lotte che portava avanti tutte a sfondo sociale, premetto che sono e sono sempre stato di ideologie di sinistra (quella vera nulla a che fare con le teste di legno di questi ultimi 20 anni).
    Nella ricerca su internet di notizie al riguardo mi imbatto in un personaggio storico che conoscevo per nulla,"Ezra Pound"leggendo la sua biografia ho capito molto del movimento e delle loro idee che ora mi sento ancora meno di criticare anche perche la sinistra ha insegnato ad accettare le idee buone comunque sia l'origine ed il confronto con i diversi pensieri.
    Detto questo mi unisco all'opinione di Metilparaben e invito chi legge questa mia a curiosare a sua volta sull'argomento.

    RispondiElimina
  2. WTF. Anche la cocaina attrae moltissimi giovani, che centra? ...

    Detto questo sono generalmente d'accordo su chi dice che non è giusto chiudere Casa Pound, ma per altri motivi, più che altro di democrazia. Se chiudessimo loro, domani a chi potrebbe toccare?

    RispondiElimina
  3. Non solo per una questione di democrazia, ma anche di buon senso. Mettere fuori legge qualcosa del genere è sciocco a livello di controllo: Casa Pound è un'entità riconosciuta, facilmente controllabile. Gruppi clandestini, magari anche più incazzati per la censura, come li controlli? ;)

    RispondiElimina
  4. Facciamola completa, va'. Liberalizziamo anche il Ku Klux Klan, il partito nazista, il movimento "A morte i negri, gli ebrei e i malati", aboliamo il reato di istigazione a delinquere, e già che ci siamo legalizziamo anche l'omicidio, così gli assassini non si devono più nascondere e li controlliamo meglio.

    Democrazia, no?

    RispondiElimina
  5. http://nonleggerlo.blogspot.com/2011/12/questa-persona-vi-rappresenta-nel-mondo.html

    RispondiElimina
  6. C'è un punto fondamentale:
    Casa pound o chicchessia se sono fascisti (come candidamente dice l'articolo linkato) sono CONTRO la Democrazia. La Storia ha già giudicato il fascismo, per questo è stato bandito dalla Costituzione e dalla Storia.
    O c'è FASCISMO o c'è DEMOCRAZIA. Punto.
    Le due cose non sono conciliabili.
    Così come "o c'è DEMOCRAZIA o c'è CENSURA" (cit.) le due cose non possono coesistere.
    Quindi Casa Pound per me può esistere e avere le sue idee, e magari mettersi a confronto con altre idee, a patto che siano conciliabili con la Democrazia di base.
    Vorrei tanto sapere veramente qual'è l'idea di Democrazia che ha Casa Pound.
    Poi, mi piacerebbe parlargli di idee, per esempio dello scempio inutile del TAV nella Val Di Susa (visto che leggo dal loro programma che sono a favore) e vorrei sapere di più del "fondamentalismo verde" di cui parlano nel programma.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post