Quando una compagnia diventa una categoria

Quando una compagnia di crociere si trasforma nella categoria di un giornale, alla stregua di "cronaca", "esteri" e "interni", significa che c'è qualcosa che non va nella compagnia o nel giornale.
O più probabilmente in entrambi.

Questo post è stato pubblicato il 28 febbraio 2012 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

3 Responses to “Quando una compagnia diventa una categoria”

  1. Non ci vedo nulla di strano.

    Puntualmente c'è la "categoria" di notizie del momento.

    Notizie del tipo "una nave ha avuto un'avaria", solo deu mesi fa avrebbe beccato un trafiletto nelle pagine interne. Oggi si becca il servizio d'apertura del TG.

    RispondiElimina
  2. non c'è niente di strano e non si chiama "categoria" ma "occhiello" ed è una delle tre componenti della titolazione di un articolo, assieme al titolo ed al sommario.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Occhiello_(giornalismo)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post