Se usano strumenti

Secondo Arnaldo Sciarelli, su Europa del 24 marzo, le adozioni da parte di due donne non si possono fare perché gli altri bambini chiederebbero agli adottati "chi è il penetrante stanotte" e se le due donne in questione "usano strumenti".
La domanda sorge spontanea: che razza di bambini frequentano quelli di Europa?

Questo post è stato pubblicato il 26 marzo 2012 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

14 Responses to “Se usano strumenti”

  1. lo hanno tolto. c'è ancora la copia cache ma l'articolo è sparito.
    forse qualcuno si è reso conto dell'orrore.

    RispondiElimina
  2. Un po' come la Mussolini: lei teme per i bambini che potrebbero vedere i papà "rotolarsi" sul letto. Perché, la signora usa "rotolarsi" sul letto col consorte davanti ai figli?

    RispondiElimina
  3. L'hanno tolto dopo le proteste e le scuse del direttore. Che ci si domanda dove fosse al momento della pubblicazione. Ma dopo aver saputo che l'autore dell'articolo è azionista del giornale, tutto è più chiaro. La mano destra sa cosa fa mano sinistra: paga.

    RispondiElimina
  4. Più che altro la logica: i bulli potrebbero prendere in giro i figli di coppie gay, quindi neghiamo i diritti a queste ultime. Ma eliminare i bulli, invece? Troppa fatica?

    RispondiElimina
  5. Mi pare che più che i bambini, sia l'autore del pezzo a chiederselo, non senza quella traccia di morbosità pornografica che avvolge un rapporto lesbico nell'immaginario erotico eterosessuale maschile.

    RispondiElimina
  6. @dixit dove possiamo leggere le scuse del direttore per curiosita'?

    RispondiElimina
  7. per curiosita' dixit le scuse del direttore dove possiamo leggerle? sono curioso.

    RispondiElimina
  8. i bulli se la prendono coi deboli. Quindi per risolvere i problemi ripristinerei l'antica usanza del monte taigeto.

    RispondiElimina
  9. gli adulti pensano che i bambini ragionino come loro, che messi di fronte a una determinata situazione reagirebbero con esattamente i loro stessi pregiudizi e cattiverie, mentre non si rendono conto che se mai il bambino reagisse proprio come si aspettano, è perché gli hanno insegnato a farlo. un bambino è come uno scatolone vuoto che si riempie nel tempo: se gli insegni a odiare determinate cose logicamente le odierà. il problema sono loro, non i bambini, ma non gli piace ammetterlo.
    e per quanto riguarda i bulli ci sono bambini bullizzati per cose molto più stupide, come essere i più bassi della classe o essere nati nel paese vicino. potrebbero cominciare a prendere atto di questo invece di preoccuparsi di prendere misure per evitare situazioni per cui dei bambini potrebbero essere bullizzati. tanto per un motivo o per l'altro verranno bullizzati comunque.

    RispondiElimina
  10. @unknown Le scuse sono in data 24 marzo sul profilo twitter @smenichini, dirette ad alcune persone come anna paola concia e aurelio mancuso che protestavano.

    RispondiElimina
  11. scrive g. "non senza quella traccia di morbosità pornografica"; condivido, e aggiungerei "da prete nel confessionale".

    RispondiElimina
  12. Immagino che siano gli stessi bambini che chiedono agli amichetti, figli di coppie eterosessuali, dove l'ha preso mamma stanotte e se papà l'ha prima leccata per bene.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post