Tu chiamale se vuoi opinioni

Secondo Giovanardi una sentenza della Cassazione è solo un'opinione.
Buono a sapersi nel caso in cui decidessi di rapinare una banca e mi condannassero a vent'anni.

Questo post è stato pubblicato il 16 marzo 2012 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

11 Responses to “Tu chiamale se vuoi opinioni”

  1. c'è già un generatore automatico di giovanardate?

    RispondiElimina
  2. Interessante visione della giurisprudenza.

    RispondiElimina
  3. Interessante visione della giurisprudenza.

    RispondiElimina
  4. @ sara b: inventarsi delle cazzate che Giovanardi non abbia detto davvero non è facilissimo... :-D

    RispondiElimina
  5. Giovanardi assieme a Ferrara farebbe una bella coppia. Entrambi mi ricordano il KKK.

    RispondiElimina
  6. hobbit: uhm... è vero, ammetto :)

    RispondiElimina
  7. Anche la sentenza che ha annullato la condanna del suo compare Dell'Utri è solo un'opinione?

    RispondiElimina
  8. Mi dispiace, ma Giovanardi ha centrato il punto. La questione del riconoscimento della vita familiare degli omosessuali (come anche il crocifisso nelle aule scolastiche, il testamento biologico, l'eutanasia ecc ecc) deve essere affrontata dal Parlamento, che è il solo competente in quanto eletto dal popolo.
    In assenza di strumenti normativi efficaci, il diritto per gli omosessuali ad una vita familiare non può essere garantito. Se succedesse, sarebbe una grave ingerenza del potere giudiziario nei confronti di quello legislativo.
    Questo naturalmente ci rimanda al problema principale: abbiamo un Parlamento incapace di legiferare su queste materie, o per ottusità o per codardia. Ma la soluzione è cercare di convincere l'opinione pubblica a votare meglio alle prossime elezioni, o, in alternativa, convincere l'attuale classe politica a darsi una svegliata (partendo, magari, da quelli di sinistra..). Di certo la soluzione non è affidarsi alla Corte di Cassazione.
    PS: per riprendere il tuo esempio, se la Cassazione ti condanna perché hai rapinato una banca, è perché esiste un articolo del codice penale (una legge) che lo prevede. Non se lo sono certo inventato i giudici.

    RispondiElimina
  9. @Lazio: La cassazione si rifa all'uguaglianza sancita dalla Costituzione. E quella non è un'opionione.

    In pratica sta dicendo che verso gli omosessuali vi è nel nostro codice una discriminzaione che va in contrasto con la carta fondamentale.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post