Generatore automatico di intercettazioni di racconti di imprese sessuali

Istruzioni: fare refresh per ottenere una nuova intercettazione di un racconto di imprese sessuali

Questo post è stato pubblicato il 20 settembre 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

15 Responses to “Generatore automatico di intercettazioni di racconti di imprese sessuali”

  1. Ieri sera ce l'avevo sodo come il travertino calcareo, me ne sono incalcate ventidue una dietro l'altra ma in fila ce n'erano altre quattrocentosessantacinque, ho rifilato delle staffilate apocalittiche. Del resto la patacca deve circolare.

    RispondiElimina
  2. Immaginando a questo punto una progressiva deumidificazione degli organi genitali in oggetto, credo possiamo legittimamente sperare nell'effetto confricazione e attendere fiduciosi l'autocombustione di tutti i soggetti in gioco :-)

    RispondiElimina
  3. Ieri sera ce l'avevo rigido come lo scheletro di un tirannosauro, me ne sono mannate pe'l'ossa un par de mille, ma ce n'era un battaglione in assetto da trombo che aspettava la carica, ho martellato il ferro come un maniscalco impazzito. D'altronde la giumenta deve sgaloppare.

    RispondiElimina
  4. Ieri sera ce l'avevo rigido come il granito sodico, me ne sono sdrumate sedici a cascata ma in fila ce n'erano altre trecentosettantatre tutte tarantolate, ho assestato delle frustate catastrofiche. Del resto la bernarda deve circolare.

    RispondiElimina
  5. Sarò un tipetto grossolano, ma mi sto scompisciando

    AleG

    RispondiElimina
  6. Ieri sera ce l'avevo duro come l'acciaio temperato, me ne sono zifonate diciassette a getto continuo ma in fila ce n'erano altre novecentoventisette tutte infervorate, ho affibbiato delle ramazzate mastodontiche. Del resto la bernarda deve circolare.

    LOL

    RispondiElimina
  7. Ieri sera ce l'avevo duro come una pannocchia: me ne sono impanocchiate trentasette; alla trentottesima ero bello caldo, quasi bollente, ma sul più bello ho sentito uno strano ed incontrollabile scoppiettìo: mai visti tanti spermatozoi a forma di pop corn!

    RispondiElimina
  8. Ce l'ho così duro che se non trovo subito una fila di almeno quindici cinciallegre devo strofinarlo su un muretto col graffiato

    RispondiElimina
  9. Ieri al calar del sole ce l'avevo a foggia di corindone, me ne sono impallinate diciassette che sembravo pagato ma ce n'erano altre quarantaquattro in fila per sei. Ho dispensato ampie scudisciate. Del resto la topa deve girarsi.

    RispondiElimina
  10. Ieri sera ce l'avevo vigoroso e nerboruto come un tronco d’ebano,ne ho sacrificate ventidue a mamma d'agnello,ma ce n'erano altre duecentoottantatre tutte infiammate che avevan fatto la pozza,ho dovuto picchiare come un fabbro altoatesino. del resto a letto la batteria la deve sempre sona' l'omo...

    RispondiElimina
  11. Ieri sera ce l'aveo vigoroso e nerboruto come un tronco d’ebano,ne ho sacrificate ventidue a mamma d'agnello,ma ce n'erano altre duecentoottantatre tutte infiammate che avevan fatto la pozza,ho dovuto picchiare come un fabbro altoatesino,del resto la passera va sbattuta bene.....

    RispondiElimina
  12. Alla faccia del cazzo siringato! (absit iniuria verbis)

    RispondiElimina
  13. Ieri sera ce l'avevo stagno come un'incudine, ne ho stantuffate trentaquattro come un'albero a camme, ma ce n'erano altre ottanta da deformare a dovere e ho dovuto martellare come un picchio inferocito. Del resto la sbaranza va smandugliata bene.

    RispondiElimina
  14. Ieri sera ce l'avevo! E per me questo fu una sorpresa.
    FG

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post