La cancellazione degli omosessuali

Diciamoci la verità: il fatto che la più seguita rete televisiva pubblica del paese abbia l'alzata d'ingegno di censurare una fiction nella quale ha luogo un matrimonio tra omosessuali è roba che sarebbe lecito aspettarsi in paesi come l'Iran.
Evidentemente la circostanza che in Italia i gay non possano sposarsi non basta più: occorre che l'argomento non venga neppure evocato, che sia del tutto espunto dal dibattito pubblico, che nelle case se ne parli il meno possibile.
Del resto, perché limitarsi a discriminare qualcuno quando puoi cancellarlo del tutto?

Questo post è stato pubblicato il 07 settembre 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

8 Responses to “La cancellazione degli omosessuali”

  1. Perchè mai dovrei pagare il canone per una televisione che mi censura? Se in RAI si possono vedere solo gli etero, lo paghino gli etero il canone.

    RispondiElimina
  2. L'hanno fatto per coerenza: dopo la censura di Brokeback Mountain su Rai 2 volevano dimostrare di avere non fare discriminazioni.

    RispondiElimina
  3. E non è l'unico caso... http://Ffpreloaded.blogspot.com/2011/09/storie-di-ordinaria-censura.html

    RispondiElimina
  4. E non è l'unico caso... http://fpreloaded.blogspot.com/2011/09/storie-di-ordinaria-censura.html

    RispondiElimina
  5. Tutto perfettamente in linea con la morale bigotta dei cosidetti benpensanti.

    RispondiElimina
  6. la censura in questo caso è più bieca del solito, non si vuole censurare l'omosessualità, lo scopo è non mostrare come gli omosessuali siano persone "normali". Trovo questo episodio ben più grave di quello di BB Mountain, in quel caso le scene di sesso c'erano e pure toste e quindi la scusa era facile da trovare. In questo caso quello che fa paura è l'assoluta "normalità" della situazione.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post