Prossima mossa: vietare i supplì

Mentre a Roma ci si ammazza in un modo che manco nei film degli anni '70, Alemanno continua a governare la sicurezza a forza di ordinanze anti-alcool: così, come capirebbe perfino un bambino delle elementari, la città si svuota e diventa sempre più pericolosa.
A questo punto si tratta di scegliere: o il sindaco si fa un esame di coscienza, lascia bere un paio di birre in pace alle persone perbene e si occupa dei problemi seri, oppure andiamo avanti così e facciamo finta di niente.
In tal caso, la prossima mossa geniale potrebbe essere quella di proibire i supplì.
Il fritto, si sa, può esacerbare gli animi.

Questo post è stato pubblicato il 24 gennaio 2012 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

2 Responses to “Prossima mossa: vietare i supplì”

  1. nooooooooooooooo tutto meno che vietare i spupplì ;-)
    poi scusa ma te li ricordi gli anni 70 e ti ricordi cosa faceva allora Alemanno...ecco perchè non gli fa un baffo la situazione di oggi..ci si ritrova

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post