Breathe in, breathe out

Ci sono tante cose sconfortanti e incazzate da vomitare di questi tempi, ma ho pensato che di tanto in tanto è bene voltare le spalle a quelle che Bukowski avrebbe visto come tanti esemplari di quella donnetta che dice: "oh, è terribile quel che fanno questi giovani a se stessi, secondo me la droga è una cosa tremenda." poi tu la guardi, la donna che parla in questo modo: è senza occhi, senza denti, senza cervello, senz'anima, senza culo, né bocca, né calore umano, né spirito, niente, solo un bastone, e ti chiedi come avran fatto a ridurla in quello stato i tè con i pasticcini e la chiesa, con la consapevolezza che fra cinquant'anni svaniranno come cenere insieme a tutte le loro cazzate, e regalarsi qualche orgasmo auditivo in nome di chi ha dato alla sua vita un significato (e soprattutto non l'ha dedicata allo sfrangere le balle al prossimo). Nick Drake, Northern Sky (Leilani)

Questo post è stato pubblicato il 27 febbraio 2008. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

Scrivi un commento

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post