Il Burkini, i Teletubbies e Padre Pio

Quella che vedete nella foto è una ragazza islamica che si tuffa in una piscina indossando il burkini: a Verona una donna che usava quel costume è stata recentemente allontanata da una piscina. Nessun razzismo, ci mancherebbe: semplicemente, secondo le mamme che frequentavano la piscina quell'abbigliamento spaventava i loro bambini. Quelli che vedete qua sopra sono i Teletubbies, noti beniamini televisivi dei piccoli. Come potete riscontrare, il loro costume è assai simile al burkini bandito dalla piscina veronese, ma nel caso di specie le mamme, lungi dal protestare contro di loro, pagano un cospicuo canone mensile alle pay-tv per consentire ai figli di guardarli. Quella che vedete qua sopra è la salma di San Pio da Pietrelcina, attualmente esposta dentro una teca di vetro a San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia. Per la verità non assomiglia né al burkini né ai Teletubbies, ma è lo stesso decisamente spaventosa: cionondimeno, le mamme e i papà italiani (ne sono stato testimone diretto appena un paio di settimane fa) si recano in massa a visitarla portando con sé i propri bambini, spesso visibilmente turbati dalla visione del morto, senza preoccuparsi affatto dello spavento che essi potrebbero subire, ma anzi invitandoli (talora con una certa fermezza) a fare silenzio e a guardare senza frignare. Delle due l'una: o il sospetto di razzismo deve considerarsi tutt'altro che infondato, oppure la preoccupazione delle mamme italiane per lo spavento dei loro figlioletti segue delle logiche piuttosto contorte. Voi che ne dite?

Questo post è stato pubblicato il 21 agosto 2009 in ,,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

28 Responses to “Il Burkini, i Teletubbies e Padre Pio”

  1. Io l'ho sempre detto: i teletubbies ci rubano il lavoro: castriamoli.

    RispondiElimina
  2. andate a quel paese comunistelli del cavolo sempre pronti a difendere gli islamici INTEGRALISTI come queste tizie.
    vi auguro di andare a vivere in Arabia è li' che meritereste di stare.

    RispondiElimina
  3. Se io mi tuffassi in una piscina pubblica completamente vestito, pantaloni, camicia, ecc., cosa succederebbe? Il problema allora è quello di sapere se il "burchina" rispetta le norme igieniche. Una volta assodato ciò, non si vede perchè non lo si possa utilizzare.
    P.S. all'anonimo, presumo di destra, che ha rilasciato il commento precedente vorrei semplicemente dire che ricorrere agli insulti è solo sintomo di mancanza di argomenti.

    RispondiElimina
  4. sarebbe pure ora di guardare con occhio diverso questi adoratori del islam e chiederci quale cultura ci stanno dando quale contributo quale morale mahh'io vedo solo arretratezza nel loro vivere

    RispondiElimina
  5. Certo che il comunismo ha lasciato dei segni indelebili in certe povere menti. Propongo di ripristinarlo come principale forza d'opposizione. Lo scoppio in serie di fegati che ne conseguirebbe libererebbe la nazione da qualche decinaia di migliaia di presenze inutili e/o dannose. Altro che Franceschini e/o Bersani.

    RispondiElimina
  6. Io avevo sentito dire che fare il bagno in burkini pone questioni di natura igienica (inoltre dubito che nuotare bardate in quel modo sia proprio il massimo della sicurezza, aggiungerei). Ma questa storia che "i bambini si spaventano" la trovo sommamente assurda!

    RispondiElimina
  7. Il burkini è semplicemente osceno, la nudità no, qualcuno non islamico potrebbe tuffarsi nudo o nuda in una piscina islamica in Arabia p.es.? La mamma in questione ha perfettamente ragione riguardo al fatto che il burkini potrebbe turbare i bambini - al di la del problema igiene, che non è centrale ma assolutamente marginale - perchè è osceno e peccaminoso, proprio perchè esalta la curiosità maliziosa per ciò che nasconde. Conclusione: andiamoci piano con il rispetto di tutti i comportamenti legati a un credo religioso, sostanzialmente infibulazione=burkini; l'unica cosa sacra assolutamente da tutelare è il rispetto di ogni persona sulla base di valori di civiltà universalmente condivisibili. Si potrebbero permettere i mussulmani integralisti di disprezzare gli indios dell'Amazzonia perchè stanno nudi o gli eschimesi che ritenevano essere grande offesa se l'ospite avesse rifiutato la compagnia della propria moglie?

    RispondiElimina
  8. il paragone mi sembra giusto ma forse neanche tanto visto che le varie tipologie di mamme da verona a foggia si differenziano abbastanza come principi fondamentali....tra l'altro rispettassero le nostre norme in italia certi musulmani... xkè noi tanto carini se andassimo nei loro paesi nn ci farebbero nemmeno fiatare che finiremmo alla gogna.....


    lilly

    RispondiElimina
  9. "..perchè è osceno e peccaminoso, proprio perchè esalta la curiosità maliziosa per ciò che nasconde."
    Devo confessare che iniziavo a sentire la mancanza dei "seminaristi mancati"..

    RispondiElimina
  10. Ma dai, per piacere, nelle piscine italiane tutti quanti nuotano REGOLARMENTE senza farsi la doccia prima, senza la cuffia, camminando a piedi nudi sulle piastrelle bagnate, per non parlare dei bambini che pisciano a catinella, e il problema igienico sarebbe il BURKINI?!?

    Ma per piacere!

    Ma poi che argomentazione del piffero è che siccome in Arabia non si può fare il bagno in bikini (in Arabia, appunto: in tantissimi paesi musulmani, dall'Egitto a Dubai alla Turchia al Marocco, le turiste occidentali vanno al mare nude quanto pare loro!!!) le donne islamiche non possono coprirsi in piscina? Ma siamo rimasti alle scuole elementari?
    E allora adesso in Qatar dovrebbero chiudere tutte le pizzerie per ripicca verso la chiusura dei kebabbari?

    Ma dov'è finito il principio per cui la libertà finisce dove comincia la libertà degli altri?
    Altro che liberali, siamo in mano a una cricca di trogloditi (vedi http://www.youtube.com/watch?v=Kof6Yjwz6GQ).

    P.S. i Teletubbies FANNO paura, e non solo ai bambini. Fucking disturbing.

    RispondiElimina
  11. "xkè noi tanto carini se andassimo nei loro paesi nn ci farebbero nemmeno fiatare che finiremmo alla gogna....."

    "infibulazione=burkini"

    "Si potrebbero permettere i mussulmani integralisti di disprezzare gli indios dell'Amazzonia perchè stanno nudi o gli eschimesi che ritenevano essere grande offesa se l'ospite avesse rifiutato la compagnia della propria moglie?"

    Questo paese sta diventando il Paese delle Meraviglie, nel senso carrolliano, psichedelico e ad alto contenuto di psylocina del termine.
    Diobono.

    RispondiElimina
  12. Il post si basa sulle affermazioni delle mamme vestistracciantisi, secondo le quali i loro bimbi erano spaventati dal singolare costume: questa affermazione, ne converrete, è ridicola e ipocrita, e mi vergogno di vivere in un paese nel quale chiunque, dandone conto, si astenga dallo scompisciarsi. Dopodiché, le considerazioni igieniche e di diversa natura possono essere prese in considerazione. Però, per carità, piantiamola con questa storia dello spavento, che è a dir poco patetica.

    RispondiElimina
  13. Certi bambini dovrebbero essere spaventati dai propri genitori..
    A me spaventano!

    RispondiElimina
  14. i bambini che si spaventano per una donna completamente vestita mi pare una bella contraddizione dei tempi che corrono.
    poi, non è che uno straniero che arriva in Italia, o da qualche altra parte, vuole imporre la propria cultura, semplicemente non vuole rinunciare alla propria.
    se per una donna musulmana non va bene mostrare parti del proprio corpo, può darmi da pensare sulla condizione femminile in quei paesi, ma il problema è il loro, non il mio. non è che hanno chiesto che tutte le donne si infilassero lo scafandro, semplicemente vogliono vestirsi come pare a loro.
    o ci dà fastidio che qualcuno sia diverso da noi?

    RispondiElimina
  15. Io sono agnostica e quindi detesto gli integralismi, qualsiasi essi siano, comunque se dovessi andare in piscina e trovarmi una donna bardata in quel modo mi darebbe molto fastidio per il semplice motivo che non veniamoci a raccontare che è una libera scelta della donna ma è frutto di una sottomissione talmente radicata che, a volte, nemmeno le donne che la subiscono se ne rendono conto.
    Quindi accettare questa cosa è rendersi complici di una discriminazione in nome di un fantomatico rispetto per le altre culture.
    Che poi spaventi i bambini dipende soltanto da come i genitori li hanno educati.

    RispondiElimina
  16. @elsuro: quindi sei integralista nel tuo detestare gli integralismi?
    scherzi a parte, anche io penso che quel modo di vestire sia lesivo della persona della donna, in quei paesi. in generale però quel che noto è che non viene ritenuto lesivo della donna il fatto che per pubblicizzare la colla Saratoga ci debba stare una ragazza nuda che entra in piscina.
    e non viene ritenuto lesivo fare affari con i musulmani, o con i cinesi tanto per citare un altro popolo che tratta la donna come una pezza da piedi.
    quella donna voleva andare in piscina con i propri figli, e si è dovuta mettere il burkini perchè altrimenti il marito non l'avrebbe nemmeno fatta uscire di casa, probabilmente.
    la cattolicissima italia che non sa vedere una dimostrazione di amore materno?

    RispondiElimina
  17. Penso che invece di vietare i Burkini bisognerebbe fare una campagna di informazione....
    assistenza sociale per le famiglie...sopratutto per le donne...
    Sono contro i divieti...
    va spiegato loro che la loro interpretazione dell'islam è bacata..frutto di traduzioni e passaparola che han subito l'influsso di credenze popolari..
    Se si emarginano queste persone con dei divieti assurdi per una "libertà imposta" si ostacola la loro integrazione.
    Non penso che la loro generazione possa dire di no di punto in bianco al burka e ai burkini, ma le generazioni future...c'è speranza per loro!Ognuno deve poter decidere per se..

    piccolo sfogo di opinioni personali finito...
    notte

    RispondiElimina
  18. senza farsi tante masturbazioni mentali: a Verona si è consumato un atto di razzismo.

    RispondiElimina
  19. "Io sono agnostica e quindi detesto gli integralismi, qualsiasi essi siano, comunque se dovessi andare in piscina e trovarmi una donna bardata in quel modo mi darebbe molto fastidio per il semplice motivo che non veniamoci a raccontare che è una libera scelta della donna ma è frutto di una sottomissione talmente radicata che, a volte, nemmeno le donne che la subiscono se ne rendono conto."

    Non è detto. Ci sono delle femministe musulmane, donne che lottano per i diritti civili rischiando alle volte anche la galera, che difendo l'uso dell'hijab e di altri abbigliamenti tradizionali.

    Ma anche se fosse SEMPRE come dici tu: che si può fare? Mandare un poliziotto in ogni casa musulmana per verificare che l'educazione sia libertaria e in linea con i tempi?
    E poi sarebbero a sinistra i laicisti...

    RispondiElimina
  20. chi ha detto che bisogna mandare la polizia a casa della gente?
    Io ho parlato di assistenza sociale e campagna di informazione e di supporto alle donne che vogliono la loro libertà....
    Non si può vietare il burka ad una donna che ritiene che sia giusto per lei indossarlo!
    Si deve prendere una posizione che non sia di proibizionismo, ma di tolleranza e di informazione.
    Cmq io se vedo una donna col burka non mi da fastidio, o meglio mi da fastidio pensare che una società e una cultura arretrata le ha plasmate per pensare in un certo modo, o cmq le ha costrette ad assumere certi comportamenti.

    RispondiElimina
  21. Ma vuoi mettere quanto più edificante è per un bambino un Santo cadavere in Santa decomposizione rispetto alla visione di una perfidaislamicaterrorista che sguazza come niente fosse nella stessa acqua degli altri?
    E andiamo...

    RispondiElimina
  22. "in generale però quel che noto è che non viene ritenuto lesivo della donna il fatto che per pubblicizzare la colla Saratoga ci debba stare una ragazza nuda che entra in piscina.
    e non viene ritenuto lesivo fare affari con i musulmani, o con i cinesi tanto per citare un altro popolo che tratta la donna come una pezza da piedi."

    Qualunque uso del corpo della donna, ma questo vale anche per i bambini e in certi casi gli uomini, dalla pubblicità ai varietà televisivi lo ritengo lesivo della dignità della persona.
    Impedire affari con i mussulmani non lo posso fare, ma cerco per quanto mi è possibile di evitare prodotti cinesi sia per come trattano le donne, che per come trattano gli uomini e gli animali, e questo discorso vale per tutte le "culture" che si comportano in questo modo.

    "si è dovuta mettere il burkini perchè altrimenti il marito non l'avrebbe nemmeno fatta uscire di casa"
    da vecchia femminista questa è una cosa che non posso accettare, e non venitemi a parlare di integrazione, forse i mussulmani americani sono integrati nella loro società, qui da noi la maggior parte non ne vuole sapere di integrarsi, anzi vorrebbero che ci adeguassimo noi alle loro usanze: è di pochi giorni fa che un mio collega infermiere uomo algerino si è permesso di insultarmi e di apostrofarmi con un "taci donna", criticando violentemente il nostro modo di vivere.
    profondo rispetto per le femministe mussulmane.
    non credo in dio ma ripetto chi ci crede.
    ps. io mio figlio non lo porterei da padre pio ma non perchè potrebbe spaventarsi, ma perchè lo ritengo profondamente immorale.

    RispondiElimina
  23. Qualcuno ha preso in considerazione l'ipotesi che l'indossare il Burkini possa essere una libera scelta?

    RispondiElimina
  24. Veline, denaro, carriera, birra, rock e poi tutte le scemenze che le TV di Silvio e non solo ci propinano. Penso che l'unica strada è quella di convertirci all'Islam.

    RispondiElimina
  25. Il rock è meglio dell'Islam e con Silvio non c'entra una cippa.

    RispondiElimina
  26. Indossare burkini/burka/chador sono scelte libere o meno frutto di radicamenti religiosi che a volte chiamiano integralismi. Per tutti quelli che difendono questa scelta come espressione della propria libertà, dunque anche un crocifisso in classe non può dare molto fastidio. Non sono ambedue ostentazioni di una propria religione? Personalmente a me danno fastidio sia i burkini, sia i teletubbies che Padre Pio....ed anche i crocifissi nelle classi.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post