Quando il popolo non conta più niente

Non siete voi, quelli che si riempiono la bocca un giorno sì e l'altro pure con la parola "popolo"?
Non siete voi, quelli che "la volontà dei cittadini non può essere sovvertita"?
Date retta, siete penosi.

Questo post è stato pubblicato il 15 luglio 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

5 Responses to “Quando il popolo non conta più niente”

  1. Sì, ok ma è da un bel po' che il popolo non conta più niente.

    E poi questo sondaggio è fatto in internet. Dai non dirmi che anche tu sei convinto che Internet sia un "posto di democrazia, amore e libertà" e boiate del genere..

    Internet non è libero, non è democratico, credo sia meglio vederla così, per non abbassare la guardia.

    Per quanto riguarda queste leggi, ho fiduccia che non appena cambi il governo molte spariranno con i ratti di fogna che sono a fianco il sultano, e ci sarà - per dirla con il prof. morte di spinoza.it - un esondazione di voltagabbana, e faranno una legge migliore. Forse, si spera.

    RispondiElimina
  2. Il popolo ha mandato al governo un branco di clerico fascisti. Questo e` quello che conta. Le elezioni sono l'unica opportunita` che abbiamo di cambiare le cose.

    RispondiElimina
  3. Domanda: questo 91.2%, ai tempi di P. Welby, E. Englaro et al., dove era esattamente? In quale piazza manifestava, a quale giornale scriveva, in che maniera faceva sentire la sua opinione?
    Forse che questa sia l'ennesima dimostrazione dell'ipocrisia del popolo italiano, nel sapere in cuor proprio cosa è giusto, cosa è liberale, cosa è progressista (ed applicarlo quando si tratta di sé), e contemporaneamente nel sostenere esattamente l'opposto (per ragioni che sinceramente mi sfuggono), o peggio di stagnare nell'ignavia, quando si tratta degli altri?

    RispondiElimina
  4. internet è un giochetto, importante, ma un giochetto. Può essere un elemento della democrazia ma che sia la democrazia possono pensarlo grillo, il trota e pochi altri disperati

    RispondiElimina
  5. La liberta del singolo finisce dove inizia quella dell'Altro. Dunque la liberta del malato conta meno della liberta del credente. Ditelo che mi converto anche per molto meno. Anche se quella non si chiama liberta ma potere, o no, signori parlamentari?
    Ma la fonte delle percentuali?

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post