3 marzo 2008

Mi corre l'obbligo di ricordare che allora, se avanzavi qualche timida riserva, ti davano pure del disfattista.

Questo post è stato pubblicato il 05 maggio 2011 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “3 marzo 2008”

  1. consigliere per l'export vuol dire che gli organizzerà la fuga quando verrà cacciato a calci nel didietro?

    RispondiElimina
  2. Veltroni è stato il becchino del governo prodi e il fautore principale dell'attuale situazione.... uolter quando vai in africa per sempre? grazie!

    RispondiElimina
  3. Ma la tragedia è che questo tafazzi della sinistra è ancora,con fare vagamente jettatorio,in campo a rompere gli zebedei al povero Bersani,che non sarà certo un fulmine di guerra,ma almeno prova con onestà a fare la sua parte.D'altro canto,per ora non fa pendant con quell'altro genio di Fioroni?Godono facendosi del male,Masoch è il loro luminoso esempio.

    RispondiElimina
  4. Uòlter con l'innata capacità di parlare nei momenti meno opportuni e dire le cose meno opportune. L'ultimo esempio qualche giorno fa: mentre la maggioranza si scannava per la questione Libia (mai vista una guerra con la data di scadenza come lo yogurt), lui ben pensava di avvisare Bersani (e quindi D'Alema) che "dopo la tornata delle amministrative, bisognava fare un confronto interno al partito".

    RispondiElimina
  5. Domanda seria:

    qualcuno sa se uolter ha mai detto qualcosa a proposito del "percorso" di Calearo?
    Non dico chiedere scusa, ma almeno non far finta di niente.
    grazie

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post