I segnali positivi di Frattini

frattini
Il brano che vedete qua sopra è tratto da un'intervista che Franco Frattini, ministro degli Esteri, ha rilasciato al Corriere della Sera il 17 gennaio, vale a dire poco più due mesi fa.
Matteo Mecacci gli ha chiesto di fare quello che farebbe chiunque, dopo aver dato una dimostrazione pubblica così evidente di non averci capito niente: dimettersi.
Ovviamente lui non l'ha fatto, ma l'occasione mi è comunque gradita per rivolgervi un angoscioso quesito: avete capito da chi siamo governati, sì?

Questo post è stato pubblicato il 24 marzo 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

8 Responses to “I segnali positivi di Frattini”

  1. Purtroppo l'abbiamo capito...speriamo che ora lo capiscano anche la maggioranza degli "italioti"!

    RispondiElimina
  2. Frattini è veramente un ministro per tutte le stagioni: in qualsiasi posto e in qualsiasi periodo rimane sempre trasparente e insignificante.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. >google libri
    >pennac eccola la storia
    >pagina 33
    >gli ultimi 4 paragrafi

    spiega il "metodo" Gheddafi tanto apprezzato da Frattini.

    RispondiElimina
  5. Frattini no ha mai azzeccato niente..mi meraviglierei se azzeccasse oggi...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post