Renzi: ci fa o ci è?

Prima va ad Arcore invece che a Palazzo Chigi.
Poi si schiera senza se e senza ma con Marchionne. E Marchionne dichiara di voler spostare la testa Fiat in Usa.
Adesso difende il nucleare.
Ci fa o ci è?

Questo post è stato pubblicato il 21 marzo 2011 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

40 Responses to “Renzi: ci fa o ci è?”

  1. è solo un piccolo, piccolo uomo di merda

    RispondiElimina
  2. Strafottente con un vero uomo di centro destra, niente da dire.

    RispondiElimina
  3. Secondo me ha smesso di farci nel momento in cui ha dichiarato spudoratamente di essere andato ad Arcore "per il bene della sua città". Se questo è l'emblema dei rottamatori del PD, tanto vale iniziare a fare il tifo per il terzo polo.

    RispondiElimina
  4. io penso che abbia semplicemente detto le cose onestamente: rinunciare all'opportunità di costruire centrali nucleari nel nostro paese, magari di 4 generazione che forse noi non vedremo ma i nostri figli si, solo per fare un dispetto a Berlusconi... non è un modo serio di fare politica, e di pensare al bene del nostro paese in maniera lungimirante. la politica non è una religione in cui si devono accettare dei dogmi, e specie in campi scientifici e tecnologici i politici dovrebbero agire in maniera razionale indipendentemente dalle ideologie, e indipendentemente dalle contrapposizioni politiche con gli avversari.

    RispondiElimina
  5. A questo punto ci è.
    "Sbagliato parlarne ora" dice? certo, se n'era parlato più di due decadi fa, decidendo di gettare la follia nucleare nel cesso.

    RispondiElimina
  6. Lui è così. Bastava guardarsi la storia di quello che ha fatto e detto in questi tanti anni di politica che ha fatto, prima di innamorarsene solo perché autodefinitosi rottamatore.

    Ma se il nuovo è peggio del vecchio, non ha senso rottamare.

    RispondiElimina
  7. Non ha detto di essere favorevole al nucleare.
    Ha detto che e' sbagliato parlarne ora, sull'onda dell'emotivita', e che se lo si fa bisogna farlo in modo deideologizzato.
    Secondo me su questo sei d'accordo anche tu.

    RispondiElimina
  8. @Stefano...
    il nucleare in Italia è un argomento per il quale dovrebbe esistere il taboo, a prescindere. Se fossi cattolico lo metterei come peccato mortale al pari delle bestemmie. E' incredibile che nessuno si renda conto che non è possibile affidare una forma di energia potenzialmente dannosa alla gestione di una classe dirigente storicamente e geneticamente affetta da una altissima propensione al malaffare, alle tangenti...
    Non sanno gestire l'immondizia, come pretendiamo che sappiano gestire le scorie radiottive? Prima di poter parlare di nucleare in Italia sarà necessario che passi almeno una generazione.

    RispondiElimina
  9. @venerdi

    Quello e' esattamente il motivo per cui io sono contrario al nucleare "in Italia".
    Ma l'unico modo per far presente questo motivo e' parlarne: il problema dei taboo e' che il primo che li rompe non trova argomenti contrari. Per questo si deve parlare di tutto...

    RispondiElimina
  10. Perché scrivi che "difende" il nucleare? Dalla fonte che citi direi piuttosto che Renzi pone un problema di tipo metodologico sul dibattito, non certo di merito.
    Il punto è questo: la decisione intorno al nucleare in Italia sarà tanto più seria (e di conseguenza solida e duratura) quanto più essa sarà presa lontano dall'onda emotiva di questi giorni. Sono d'accordo con lui.
    Non solo. Il continuo richiamo di Renzi (nei fatti e nelle parole) a una maggiore "lucidità" intellettuale del centrosinistra è un'operazione che ammiro molto. Perché aiuta quel processo di cura da sindrome da accerchiamento ideologico di cui, aimé, siamo vittime da troppi anni. E perché è un'operazione disperata... se è vero che, ancora oggi, anche su Metilparaben, c'è chi trova motivi di condanna per il luogo dove si svolge la sua azione politica o per la scelta di pubblicare con Mondandari (ehi, ma il suo ultimo libro è edito con Rizzoli!).
    Sveglia ragazzi.

    RispondiElimina
  11. A FI prima delle elezioni comunali circolava in adesivo "SILVIO RENZI NON E' IL MIO SINDACO" ... sottoscrivo.

    RispondiElimina
  12. Sono d'accordo con la lucida analisi di Ugo.
    Renzi è un fuoriclasse.

    RispondiElimina
  13. dispiace per i fiorentini ma ci è!!!

    RispondiElimina
  14. d'accordissimo con ugo, d'accordo soprattutto col fatto che se lo si condanna solo perchè è andato ad arcore o perchè ha pubblicato con mondadori significa che abbiamo una capoccia povera di idee.

    RispondiElimina
  15. si tratta in realtà di una patologia rarissima, causata da un batterio resistentissimo a qualsiasi antibiotico. lo Stafilococcus Capezzonii.

    RispondiElimina
  16. Renzi: ci fa o ci è ?

    Potrebbe essere: ci è, ma si impegna nel sembrare uno che ci fa ... Di sicuro ottiene visibilità.

    RispondiElimina
  17. http://www.youtube.com/watch?v=qqQ0IqHrzII&feature=email

    RispondiElimina
  18. Cambio in corsa del testo: mi sono sbagliata sull'editore Mondadori, è vero, è Rizzoli, ho eliminato il riferimento. Perdonate la leggerezza :-)

    RispondiElimina
  19. Scusate il commento sbagliato di prima, era una prova.
    Vivendo a Firenze mi sono accorto che da quando è stato ad Arcore Renzi non s'è ripreso.
    Non è mai stato un sindaco di sinistra, ma almeno prima fingeva di esserlo.
    Ora invece sembra uscito fuori di senno, ed è completamente allineato alle politiche padronali. Basti pensare alle dichiarazioni sul nucleare, alla difesa di Berlusconi sul caso Ruby, alla storia del rimpatrio dei musicisti del maggio fiorentino dal giappone
    Secondo me sta solo uscendo allo scoperto.

    RispondiElimina
  20. @Stefano...
    parlarne? Parlarne sempre e comunque è esattamente il problema che attanaglia da sempre la sinistra italiana, parlano di tutto e non combinano niente, non c'è argomento che considerino risolto. Con questo non voglio dire che Renzi abbia ragione in quello che sostiene, semplicemente ho votato per la rinuncia al nucleare all'ultimo referendum e non ho proprio voglia di tornarci su.

    RispondiElimina
  21. Non so, ma a me ispira fiducia. Sì forse ci può sembrare anomalo, perchè non è spudoratamente di parte. E questo lo rende incoerente? Forse. Ma sinceramente non mi sembra logico schierarsi da una parte o dall'altra, solo perchè è coerente con l'ideologia del partito. Secondo me è al di sopra della politica, ragiona "solo" con il suo cervello.

    La sua posizione riguardo al nucleare ci sta, e non mi sembra proprio che difenda Berlusconi sul caso Ruby, anzi.

    RispondiElimina
  22. ...un altro emerito idiota...
    le scorie esauste allora le stoccheremo a casina tua signor renzi...

    RispondiElimina
  23. mi sembra un post tendenzioso. in quella puntata trasmissione renzi sostanzialmente disse che era contro il nucleare, perchè sarebbe più giusto puntare sulle rinnovabili e perchè buttarsi sul nucleare ora è economicamente folle. chiedeva di deideologizzare un po' il dibattito. cosa che può anche essere criticabile (secondo me non molto) ma non mi sembra che abbia difeso il nucleare.

    RispondiElimina
  24. hmmm ... attenzione alle parole, ne basta una nel posto giusto (o sbagliato) per cambiare tutte le carte in tavola

    "Dobbiamo parlare del nucleare in modo serio – ha continuato – e poi bisogna capire che tipo di nucleare vogliamo fare"

    non so voi, ma la frase sopra a me irrita come avere briciole nel letto, o come una proposta di televendita: dopo un incipit condivisibile (perche` di una ovvieta` palese, cosa vuoi controbattere, no, parliamone cosi`, per ridere?), la seconda non e` una proposta di discussione, implica una decisione gia` presa

    che tipo di nucleare vogliamo fare? "vogliamo"? se funzionassec come cura un'irradiazione contro il morbo capezzonii di cui si accennava qualche commento sopra

    RispondiElimina
  25. Renzi è contro il nucleare (si veda il suo post di qualche giorno fa: http://www.matteorenzi.com/2011/03/12/e-ora-volete-ancora-il-nucleare/)
    Molti altri esponenti di sinistra si sono schierati con Marchionne, quasi tutti hanno 'inciuciato' con Berlusconi.

    Ci vorrebbero critiche un po' più fondate e un po' meno pretestuose.

    RispondiElimina
  26. Mi ha un po' rinfrancato leggere il post linkato da Michael Storm.

    Ma se è contro non si capisce perché a "In onda" ha detto ciò che ha detto.

    Questo è il video:

    http://www.youtube.com/watch?v=R3CPJq_ey-w

    A 07:44: "il problema della centrale nucleare (che non c'è)".

    In pratica è come se a "In onda" avesse criticato ciò che lui stesso ha scritto sul blog.

    RispondiElimina
  27. Come quando era a favore (e lo è ancora) degli inceneritori (ne voleva fare uno a Firenze), mentre dalle mie parti in Campania quello di Acerra ci avvelena tutti, e continuano e creare discariche abusive ed illegali. Mentre per decenni hanno interrato rifuiti tossici e radioattivi.
    Prima di parlare di nucleare abbiate la pazienza di guardare Report: L'inganno oppure L'Eredità. Poi pensate a come abbiamo gestito il terremoto dell'Aquila, la costruzione della TAV, o progetti come l'Expo (praticamente disastri ambientali e camorra). Dopo ne possiamo ragionare.

    RispondiElimina
  28. "Difende" mi sembra una parola grossa, ha pure criticato il taglio sulle rinnovabili... noto una certa superficialità nel criticare Renzi, che poi è come sparare sulla croce rossa...

    RispondiElimina
  29. Ci è o ci fa?
    Secondo me semplicemente ci piglia per il culo.....
    (perdonate la mia scurrilità)

    RispondiElimina
  30. chi era a favore del nucleare prima è giusto che lo sia anche ora perchè, credo che le scelte siano state fatte essendo consapevoli. non è una novità che possano esserci incidenti che provocano la fusione del nocciolo. Il problema è che la sinistra deve essere antinuclerista per convinzione, gli incidenti ci sono stati e ci saranno, ogni centrale ha mediamente due o tre fuoriuscite all'anno e il tasso di leucemie nei pressi dei siti è fortemente sopra la media.
    CosmicMummy vuole le centrali di quarta generazione, anche io ma ancora le devono inventare, saremmo alla fusione fredda...
    ghirone

    RispondiElimina
  31. vero, non fa comodo parlarne adesso del nucleare, quando è sotto gli occhi di tutti i disastri che può fare, anche senza esplosioni o altro...

    Meglio parlarne tra un po' di tempo quando la gente si sarà fatta il pieno di "Grande Fardello" e calcio... E si saran dimenticati tutto, anche com'è fatto il nucleare.
    Allora lo potranno spacciare per energia pulita.

    RispondiElimina
  32. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  33. Renzi è un sottoprodotto pseudopolitico di prima generazione ormai. A Travaglio sono bastati una quarantina di minuti ad OTTO E MEZZO, per ridurlo a brandelli. Non sapeva più come vergognarsi.

    RispondiElimina
  34. @Stefano uno che dice le stesse identiche cose dei ministri Romani e Prestigiacomo, come minimo mi aspetterei di trovarlo al loro fianco, non all’opposizione, ti pare?

    @Riccardo chi era a favore del nucleare 30 anni fa oggi non può più esserlo per il semplice fatto che siamo indietro di 25 anni rispetto agli altri e cominciare oggi ci spennerebbe e non giustificherebbe alibi di risparmio, non contiamo storie. All'epoca potevano avere un minimo appiglio, avevamo una centrale in prova e l'altra quasi finita ma oggi, ricominciare da zero, con tutto quello che questi decenni hanno dimostrato è da incoscienti


    @Michael Storm no mi spiace ma Matteino è l'unico ad essere andato nella residenza privata del bungabunga per questioni istituzionali. Nessun altro lo ha fatto, nessun altro ha inciuciato ad Arcore. Non trovargli alibi. Per le critiche un po' più fondate che hai richiesto, dipende da quianto tempo hai, ho un libro alto così  sto mix di Scilipoti-Calearo del Pd è un paraculo amato più dai destrorsi che da quelli del suo partito (basta leggere la sua bacheca). É riuscito persino a farsi buttare fuori dai rottamatori, dimmi te

    @Kanna Shirakawa menomale che qualcuno che ragiona ancora c’è

    @Fallen Angel a renderlo incoerente è il suo paraculismo. Basterebbe impegnarsi a leggerlo almeno ogni 2 giorni per accorgersene
    Vedi lui ambirebbe a ragionare col suo cervello, se ce l’avesse.

    @roughpeach concordo ed integro con la pacca sulla spalla di Marchionne, e la presentazione in pompa magna del libro di Vespa come dazio dopo la gita ad Arcore. quella è stata la ciliegina

    @Ugo ma possibile che sto venditore di fumo sia riuscito ad intortarti? È vero che non è come Berlusconi, secondo me è molto peggio e lo dico da anni. Svegliati quello usa i fiorentini (fessi) per arrivare in parlamento e (udite udite) ci vorrebbe arrivare addirittura da Premier (una roba abominevole) Menomale che Civati s’è svegliato per tempo.

    @CosmicMummy lui è incapace di dire le cose onestamente, è un opportunista ha sempre un interesse. Solo che non si scopre finché non è chiaro. Esattamente come Mr. B. I suoi fan sono sfegatati e lo acclamano come una star non certo per le sue idee, le cambia troppo spesso, in base alla convenienza, ma solo per piccole operazioni di facciata come la visita alla scuola x.
    Poi come filosofia di sinistra impone l’ingresso alla sua città a pagamento. Bella coerenza. Del resto lui, nel suo piccolo, è un imprenditore e quindi ragiona come tale.

    RispondiElimina
  35. Ci fa. Non è uno stupido. Ha capito che per farsi votare, dato che anche l'elettorato di sinistra è stanco di questa sinistra (che sinistra non è) non deve far altro che mostrarsi semi-antiberlusconiano, in pratica deve prendere il posto del Berlusconi della prima ora. Mentre il caimano se la prendeva con i corrotti (uscivamo da mani pulite) Renzi se la deve prendere con i rottamabili (intesi come vecchi della politica di tutti gli schieramenti). Non conta la coerenza politica (che è, si mangia ?) deve solo apparire lontano dalla sinistra degli inciuci, strizzando l'occhio al centro cattolico. Tanto sa perfettamente che l'estrema sinistra non la voterà nessuno per paura di far tornare Berlusconi "disperdendo il voto". E' stato votato come sindaco a Firenze proprio perchè si proponeva come "nuovo" ed il fatto di essere inviso all'attuale classe dirigente del PD non fa altro che aumentarne le probabilità di riuscita. Agendo così guadagna i voti dei moderati di sinistra e di parte della destra, magari strappando voti a Fini o Casini, che comunque con lo psiconano si erano alleati.
    Perchè il si al nucleare ? perchè è quello che dice Berlusconi, non fa che sfruttare la propaganda del nemico per fare bella figura con il centro e la parte della sinistra riformista. Del resto se vuole prendere le distanze dai vecchi deve fare qualcosa di eclatante.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post