L'orrore

Pestaggio, morte cerebrale, gay village, froci di merda.
Signore e signori, Roma.
L'orrore.

Questo post è stato pubblicato il 29 giugno 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “L'orrore”

  1. "un ragazzo è stato rincorso fuori dal Gay Village al grido di "andate via froci di merda". La testimonianza sta girando su Facebook."

    La testimonianza sta girando su Facebook??? Ma la Repubblica è un giornale o un sito di gossip? Certo che la credibilità è un optional per 'sti qua eh...poi uno sfotte la stampa dell'altra parte.

    Tralaltro ironia del destino proprio stanotte alle 3:30 stavo pensando tra me e me mentre tornavo a casa a piedi "che fortuna vivere a Roma, posso girare a piedi da solo di notte in tutta sicurezza!".....che amarezza

    RispondiElimina
  2. "una rara espressione di inciviltà metropolitana", questo dice Mauro Cutrufo. Eppure queste violenze stanno accadendo ovunque e ai danni di chiunque: occupazioni di un parcheggio, riunioni di condominio, bambini che giocano a pallone in cortili... Vorrei così tanto non avere questa sensazione che rabbia feroce e incontrollabile, così come reazioni smisurate/impulsive/immediate di forza bruta e di annientamente dell'interlocutore non siano diventate ormai una vera e propria pratica di relazione perversa tra le persone in una società per molti versi alla deriva...

    RispondiElimina
  3. boh non la farei tanto grossa, gente esasperata dal casino che ha preso il primo che passava.

    RispondiElimina
  4. ... hanno già ucciso una generazione con l'eroina, ci stanno riprovando - su più ben vasta scala - con la cocaina in aggiunta all'alcool, che spingono all'aggressività e alla violenza.
    Il tessuto sociale devastato è insieme causa e conseguenza, le politiche forcaiole (e assolutorie, di fatto, verso i violenti e gli intolleranti) delle destre sono invece la causa principale di questa impressionante escalation, basti vedere il pre e post Alemanno.

    RispondiElimina
  5. purtroppo questa sensazione di rabbia feroce è cosa comune a tutti di questi giorni. La diseguaglianza sociale aumenta sempre di più e con essa la frustrazione. Da quando mondo è mondo la frustrazione la gente la sfoga su chi è più debole, il capoufficio sull'impiegato, il marito sulla moglie, l'omofobo sul gay .... etc Nella situazione di crisi in cui ci troviamo prepariamoci a ben altre assurdità. Siamo solo all'inizio.

    RispondiElimina
  6. Temo che Roma non sia un caso isolato. A Desenzano un cameriere marocchino che chiedeva la liquidazione è stato freddato a revolverate dal padre del gestore del ristorante dove lavorava. Agghiacciante.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post