L'ora di epurazione

Supponete che in un liceo qualsiasi non si sia ancora provveduto, nonostante la normativa in materia, a programmare l'ora alternativa all'insegnamento della religione cattolica. Supponete che un insegnante di matematica che lavora in quel liceo, curioso di sapere come la pensano i suoi studenti sull'argomento, sottoponga loro un questionario nel quale si chiede di indicare quale insegnamento preferirebbero se la scuola concedesse la possibilità di scegliere tra l'ora di religione e l'ora alternativa. Supponete che leggendo i risultati del questionario l'insegnante si renda conto che quasi il 90% degli studenti, potendo farlo, sceglierebbe l'ora alternativa, e che quindi sottoponga coscienziosamente la questione al Collegio dei Docenti. Supponete che il Collegio dei Docenti, preso atto della situazione, si prepari ad inserire l'ora alternativa tra i programmi didattici dell'istituto, ma che nel frattempo l'insegnante di religione, assai infastidito dalla vicenda, si lamenti con l'Ufficio Scolastico Regionale, sostenendo che il comportamento del suo collega costituisce un'offesa bella e buona nei suoi confronti. Supponete, infine, che l'Ufficio Scolastico Regionale spedisca nel liceo un ispettore, il quale, dopo aver diffidato l'insegnante di matematica dal mettere a parte dgli studenti dei risultati del questionario, redige un bel rapportino a seguito del quale il promotore dell'iniziativa viene sospeso dalle proprie funzioni, e contestualmente dallo stipendio che ad esse si ricollega, per due mesi. Ebbene, se credete che una storia del genere possa accadere soltanto in un romanzo di fantascienza, o alternativamente in un film ambientato nel medio evo, vi invito a ricredervi: la vicenda è accaduta realmente, nell'anno del Signore (sic) 2009, presso il Liceo Scientifico “Righi” di Cesena: l'infuriato insegnante di religione si chiama Don Stefano Pasolini, il solerte ispettore regionale risponde al nome di Rosanna Facchini e l'insegnante sospeso dal suo incarico si chiama Alberto Marani. Mentre vi invito a riflettere sulla faccenda, vi lascio con un inquietante interrogativo: secondo voi manca molto, al giorno in cui costoro pretenderanno di ricominciare a bruciare le streghe sul rogo?

Questo post è stato pubblicato il 31 maggio 2009 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

56 Responses to “L'ora di epurazione”

  1. Mi piacerebbe sapere sulla base di quale fantasiosa normativa l'ispettrice in questione avrebbe diffidato l'insegnate dal rendere noti i risultati del sondaggio agli studenti, per non parlare dell'altrettanto fantasiosa normativa che qualifica un sondaggio come un insulto.

    Da perfetto incompetente in materia, a occhio e croce direi che l'insegnante di religione è passibile quantomeno del peggior cazziatone della sua vita, mentre l'ispettrice, in uno Stato normale, si sarebbe allegramente giocata il posto di lavoro e probabilmente beccata una denuncia dal prof. di matematica.

    In uno Stato normale.

    RispondiElimina
  2. E' un vero scandalo....Con l'ora alternativa avremmo potuto avere qualche solerte professore di sinistra che si sarebbe potuto dedicare a infangare Berlusconi e il suo Governo e a esaltare qull'ideologia fallita che è quella comunista....
    Sicuramente in passato sono state bruciate sul rogo tantissime streghe, ma forse Stalin con le sue decine di milioni di morti ammazzati, non è stato da meno....
    Svegliaaa !!!! basta dare lezioni, comunisti falliti.....

    RispondiElimina
  3. allucinante, semplicemente.

    Anche qui, non sbaglieremo a dire "Restiamo umani". Perchè il rispetto è la base, il fondamento.

    http://riciardengo.blogspot.com/2009/05/continuo-parlare-alla-nostra-tavola-ma.html

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace ma il professore di matematica ha fatto un sondaggio sulla religione anzichè farlo per la propria materia.Forse la sospensione è troppo,ma una bella lezione la meritava comunque.I ragazzi hanno bisogno di valori e l'insegnamento della religione contribuisce. Il prof. di matematica di valori e di rispetto poco conosce.Ottimo il comportamento dell'ispettore . Ogni materia ha pari dignità e va pienamente rispettata.

    RispondiElimina
  5. libero stato in libera chiesa? o libera chiesa in libero stato? la chiesa è fin troppo libera...ed esterna ed interviene su tutto....un prof di matematica deve occuparsi solo di numeri? e chi fa rispettare le norme in una scuola?

    RispondiElimina
  6. mi piacerebbe sapere se questa mariella vive in Siberia circondata da comunisti caciatori di teste oppure se vive in Italia e forse a volte in televisione vede che un certo Putin ( comunista? ) va a dormire nelle residenze private del suo capo ( intendo di mariella ?? saluti

    RispondiElimina
  7. L'ora alternativa dovrebbe essere già presente!
    Mia figlia nell'ora alternativa si limita insieme ad una sua amichetta a disegnare in un'altra classe, che non ha in quel momento l'ora di religione! Non sia mai che infastidiscano, con il loro rumorosissimo disegnare, l'insegnante di religione. La morale dovrebbero insegnarla i genitori. O non li si crede capaci neanche di questo? E l'ora di educazione civica? che fine ha fatto?
    La classe di 3° elementare che frequenta mia figlia prevede 2 ore a settimana di religione e 1 ora di educazione fisica.
    Ma i bambini non sono nel momento della crescita? non esiste neanche più il medico scolastico.
    Arriveremo a fare lezaioni in chiesa?
    Con Galileo e Darwin a contorcersi nelle tombe.

    RispondiElimina
  8. Primo: per Mariella: scusa ma che c'entrano i comunisti? Forse voi fanatici di Silvio avete l'accusa automatica per tutto quello che non va? "E' colpa dei comunisti!"
    Secondo: il prof di matematica forse ha commesso un piccolo errore occupandosi di una materia non di sua competenza, ma ha agito pe il bene dell' istituto dove lavora e di solito fra professori c'è collaborazione, evidentemente il professore di religione (sacerdote) ha lo stesso vizio della sua Chiesa, "Se qualcosa non mi piace va epurato". E poi mi vengono a dire che lo Stato è laico,mentre i politici leccano il fondoschiena del clero.
    Che tristezza

    RispondiElimina
  9. l'ora di religione andrebbe abolita e tutti i cosidetti insegnanti di religione dovrebbero essere licenziati e mandati a zappare la terra...con buona pace di tutti gli integralisti cattolici che predicano "valori" e dopo si rivelano ipocriti pedofili

    RispondiElimina
  10. Ma, no, anonimo. I cattolici si chiamano "praticanti". "Integralisti" sono solo i musulmani!!!

    RispondiElimina
  11. Come si potrebbero capire le così assillanti critiche al regime iraniano, se non per il timore di essere superati in quanto ad integralismo?

    RispondiElimina
  12. Che, poi, un insegnante di Religione che di cognome fa Pasolini poteva pure stare simpatico.
    Però il fatto sussiste.
    Sussiste la sudditanza di questo Staterello alle cazzate Vaticane, dall'alto in basso.
    (Ah, datemi del Comunista: non m'incazzo, io, come quelli che dan lezioni. Vero, Mariella?).
    Daniele (http://Transit.splinder.com)

    RispondiElimina
  13. è vergognoso. Quacuno ha parlato di pari dignità, di valori trasmessi dall'insegnante di religione e non da quello di matematica...AIUTO!!! VOGLIO UNO STATO RISPETTOSO DELLE LEGGI! La legge prevede espressamente che la scuola programmi, se richiesta, l'ora di alternativa; è anche vero che la maggioranza non la richiede perché raramente viene organizzata. Da qui a imbastire un procedimento disciplinare al quale segue un codazzo che plaude in nome dei valori...AIUTO!!!

    RispondiElimina
  14. terribile, alessandro, è uno scenario terribile l'italia di questi anni.

    RispondiElimina
  15. Cara Mariella devi sapere che gli insegnanti di religione costano allo stato italiano ( e quindi anche a te) 1 miliardo di euro all'anno, vengono nominati dai vescovi, sono tutti di ruolo, e se non hanno classi possono insegnare la loro materia di competenza. Per chi è specializzato, mastrerizzato, abilitato gli tocca la riforma dei tagli della tua ministra (ha studiato dai privati non conosce la pubblica scuola) e sperare...io lavoro a scuola e ti dico che l'ora di religione è frequentata da una minoranza...dimmi tu se su 25 alunni solo 7 fanno religione...è uno spreco?

    RispondiElimina
  16. L' ignoranza e la superficiale arroganza di certe commenti( vedi mariella, invasata doc, una manna dal cielo per i manipolatori) mi angoscia.
    L' essenza stessa del decadimento dell' intelletto.

    RispondiElimina
  17. Dio non ama la religione,in quanto ognuno ha una sua religione, ma ama l'uomo che pone la fede in lui, e lo adora in ispirito, e verità con tutto il cuore.
    Oggi non c'è più ignoranza sulla religione, ogni persona ha capito
    che per essere salvato basta credere in Gesù Salvatore, morto sulla croce per i propri peccati.
    Bisogna ubbidire a Dio, e non agli uomini, la salvezza dell'anima la può dare solo Gesù Cristo.

    RispondiElimina
  18. Volendo glissare sugli a dir poco imbarazzanti commenti di mariella (che si commenta da sé per la sua totale insipienza da cervello sciacquato) e dell'anonimo delle 19,51 (ma perché, dove sta scritto che un professore di matematica non dovrebbe avere un'etica? e soprattutto, che cazzo c'entra un sondaggio con l'etica?), c'è davvero da preoccuparsi se, a un atto neutro e finalizzato ad andare incontro alle esigenze di apprendimento dei nostri ragazzi, si risponde con la sospensione di due mesi.
    E poi, quello di cui non riesco mai a capacitarmi: se un prete può insegnare religione a scuola, allora un professore dovrebbe poter insegnare matematica, o filosofia, o applicazioni tecniche in chiesa! (Per tacere degli scandalosi privilegi di cui godono i prof di religione, già riassunti da un commento precedente)

    RispondiElimina
  19. I comunisti in questa vicenda c'entrano come le due -dico:2- ore di religione c'entrano in un'educazione scolastica impartita in uno stato laico.Che lo stato abbia assunto in pianta stabile,pochi anni fa,15 o 20 mila insegnanti di religione scelti dai vescovi e pagati da noi,fa sembrare il Pakistan un paese illuminista.

    RispondiElimina
  20. Solidarietà nei confronti del prof. Alberto Marani colpito da una gravissima e ingiustificata sospensione dall’insegnamento
    Intervento di Davide Fabbri, candidato dei Verdi a Sindaco di Cesena
    Alberto Marani diversi mesi fa mi aveva raccontato di questa sua idea – per me splendida - di realizzare un questionario a circa 70 studenti delle sue tre classi di insegnamento: capire quanti ragazzi avrebbero scelto la materia alternativa all’ora di religione, qualora l’Istituto scolastico avesse messo nelle condizioni gli studenti per effettuare questa scelta.
    Nel dare la mia piena solidarietà all’insegnante Alberto Marani, colpito da una ingiustificata sospensione dall’insegnamento, condanno con forza tale decisione presa dall’Ufficio Scolastico Provinciale, che reputo gravissima e inaudita; sanzione che ha fatto scattare la sospensione dalle proprie funzioni e dallo stipendio per due mesi. Queste sono sanzioni previste per un delinquente!
    Sono certo che Alberto Marani vincerà il ricorso presentato al Tribunale del Lavoro (nell’auspicio che il Giudice del Lavoro non si faccia intimidire e condizionare dagli integralismi religiosi).
    Nel questionario elaborato da Alberto Marani (che ha fatto infuriare la nomenclatura di Comunione e Liberazione e l’insegnante di religione delle classi coinvolte dal questionario), ogni studente doveva indicare quale insegnamento avrebbe scelto (fra religione cattolica, storia delle religioni e diritti umani), qualora il Liceo le programmasse tutte e tre.
    I risultati sono stati estremamente eloquenti:
    11,3 % - religione cattolica
    88,7% - materia alternativa
    (di cui 23,9% - storia delle religioni; 64,8% - diritti umani).
    Di questi risultati dovrebbe partire una bella discussione nelle scuole e nella città. Anche i candidati a Sindaco della città dovrebbero prendere posizione.
    Davide Fabbri – Candidato dei Verdi a Sindaco di Cesena
    Tel 333.1296915 – www.verdicesena.it

    RispondiElimina
  21. Mi piacerebbe vivere in uno Stato che rispetta la sua Carta Costituzionale.
    Invece, e non è un incubo, Vivo in uno Stato teocratico. Vale a dire forma di governo in cui il potere civile e politico è sottomesso al potete religioso

    RispondiElimina
  22. no, proprio per questo dobbiamo incominciare a bruciare loro

    RispondiElimina
  23. MI DISPIACE DOVER DIRE QUESTE COSE SU DI LEI PROF SU INTERNET..MA DOPO TUTTI QUESTI COMMENTI IN SUA DIFESA NON POSSO NON PARLARE...CHI E' CHE LA DIFENDE PROF? GENTE CHE SENTE UNA STORIA BUTTATA LI SENZA ESSERE STATO PERO' UN SUO ALUNNO O CONOSCERE DAVVERO COS E' SUCCESSO..CREDO CHE IL SUO QUESTIONARIO SIA STATA UNA BUONA IDEE..NON LO POSSO METTERE IN DUBBIO..MA NON ERA UN SUO PROBLEMA...DOVREBBE ESSERE UN INSEGNANTE DI MATEMATICA E FISICA..E DICO DOVREBBE...25 RAGAZZI SONO ANDATI A LEZIONE DI MATEMATICA OGNI ANNO SPENDENDO MINIMO 1000 EURO X FAMIGLIA X CERCARE DI RECUPERARE I DANNI KE LEI AVEVA CREATO...CI SIAMO ISCRITTI A UN LICEO SCIENTIFICO PROF..LEI PENSA DI ESSERE STATO UN MODELLO X NOI? L ISPETTRICE CHE E' VENUTA A CONTROLLARLA HA INTERROGATO ALUNNI E RAPRESENTATI DI CLASSE ..SU COSA? NON CERTO SU L'ORA DI RELIGIONE..MA SULLE SUE CAPACITA' DI INSEGNAMENTO...E' STATO MESSO IN DISCUSSIONE LEI COME INSEGNANTE PROF..SE NE RENDE CONTO?..I SUOI RITARDI LE SUE ASSENZE, LE SUE PREFERENZE, LA SUA INCAPACITA' DI SPIEGARE, LA SUA NON VOGLIA DI LAVORARE..PERCHE' INVECE DI STAMPARE QUEI QUESTIONARI NON SI IMPEGNAVA A PREPARARE UN COMPITO DECENTE..A SPIEGARE QUALCOSA...?
    NEL CORRIERE DI ROMAGNA E' USCITO UN ARTICOLO SU DI LEI CHE SI PREOCC DEI DANNI CHE AVRANNO I SUOI ALUNNI SENZA DI LEI...MA DICEVA SUL SERIO? I DANNI LA ABBIAMO AVUTI CON LEI...NON SOLO DI CONOSCENZE MA ANCHE MORALI E ECONOMICI...POTREI CONTINUARE PROF A DIRE TANTE COSE...MA SPERO CHE LEI CON QST PAROLE SI RENDA CONTO XKE E' ANDATO VIA...E VOLEVO DIRE A CHI HA LASCIATO UN COMMENTO CHE IL PROF MARANI E' STATO MANDATO VIA DA DON PASOLINI X QUEI QUESTIONARI SI..MA QST FORMALMENTE ..XKE IL MINISTERO NN RITENEVA UN MOTIVO VALIDO X CACCIARLO IL FATTO CHE ERA UN INCOMPETENTE NEL SUO LAVORO..CHE MESSAGGIAVA IN MODO POCO CONSONO CON LE ALLUNNE SU FACEBOOK E CHE METTEVA PUBBLICAMENTE SU INTERNET I VOTI DEGLI ALUNNI..

    RispondiElimina
  24. :-))) Fosse vero quello che l'anonimo delle 16,00 (almeno un nome, cribbio) scrive non è che sarebbe tanto meglio... "MA QST FORMALMENTE ..XKE IL MINISTERO NN RITENEVA UN MOTIVO VALIDO X CACCIARLO IL FATTO CHE ERA UN INCOMPETENTE NEL SUO LAVORO.."
    Cacciare un incompetente non si può fare ma si riesce perchè uno redige e fa compilare un questionario sulla religione?? Stato del piffero comunque :-)))))

    RispondiElimina
  25. il nome non lo metto semplicemente xke ho riportato il pensiero di tutti i suoi alunni..apparte alcuni che marani prediligeva e quindi senza fare un cavolo si trovavono dei gran voti...non dico che tutti debbano credere a quello che ho scritto...ma lo stesso prof può confermare di aver ricevuto diverse lettere da parte di genitori incazzati che sono arrivate anke al ministero....con qst commento volevo solo sottolineare la decadenza della scuola italiana!!!

    RispondiElimina
  26. Supponete che ad un'alunna capiti un certo professore di matematica. Supponete che questo professore arrivi a scuola all'ora che gli pare, che faccia di tutto pur di non spiegare, che abbia assurde preferenze nei confronti degli alunni del suo stesso orientamento politico. Supponete che questo professore mostri i suoi voti su facebook, che faccia commenti e apprezzamenti squallidi.
    Supponete ancora che tale professore faccia di tutto pur di non lavorare, che si rivolga agli alunni come uno scaricatore di porto, e che dia compiti infattibili il piu delle volte inventati o scaricati da internet 10 minuti prima dell'inizio della prova. Cosa dovrebbe fare quest' alunna se non essere stra contenta che il proff se ne sia andato??
    Ok il motivo per cui l'hanno cacciata non sarà dei più giusti...ma le sembra giusto che le famiglie debbano spendere un capitale per pagare ai figli le lezioni che lei non ha mai fatto??e si lamenta anche perchè le hanno sospeso per due mesi lo stipendio??glielo dovevano sospendere per 2 anni come minimo!a lei che fa tanto il rivoluzionario, dico che una rivoluzione ci vorrebbe proprio per cacciare le persone come lei!

    RispondiElimina
  27. nuovo questionario:" quanto sono state utili le materie di marani in questi anni ? " risposta dei suoi alunni: "ne avremmo fatto sicuramente a meno...anzi anni fa, prima di averlo come insegnante, sapevo più matematica che ora"

    supponete che un alunno abbia ricevuto su uno stesso argomento, a distanza di una settimana, i seguenti voti: 3 e 9; supponete che si sia sentito dire alla lavagna di non sapere la matematica e la volta seguente abbia preso sette; o ancora supponete che la stragrande maggioranza della classe abbia ricevuto 3 nelle interrogazioni alla lavagna.. tutti deficenti? non credo proprio...ebbene questo è successo!"

    RispondiElimina
  28. caro prf.Marani è risultato uno dei peggiori insegnanti del liceo;
    la grandissima maggioranza deli studenti la disprezza come insegnante ( i racconti quotidiani, fatti dai suoi alunni, sul suo modo d'insegnare sono stati quanto meno raccapriccianti, impossibili per non essere veri)
    credo che il liceo si sia liberato di un insegante che non ha saputo e non sa insegnare.
    Perchè invece di parlare di politica in classe non insegnava le sue materie?
    Perchè non si preparava a casa le lezioni?
    Perchè impigava così tanto tempo per compilare così diligentemente il registro, tanto che una volta finito questo lavoro finiva l'ora?
    Perchè non è in pari con i programmi ministeriali?
    Un bravo insegnante da sempre ha bravi alunni,l ama e si fa amare da questi ; lo sa che la stragrante maggioranza dei suoi alunni, se non tutti, dovevano andare a lezione a pagamento per le sue materie? Questo perchè le sue lezioni una perdita di tempo.
    Non le basta questo per vergonarsi?
    La smetta di essere patetico, si trovi un altro lavoro e abbia la decenza di non ripresentarsi più al liceo














    Spero che abbia

    RispondiElimina
  29. la cosa assurda di tutta questa faccenda che alberto marani è stato sospeso dall'insegnamento per l'unica cosa intelligente che ha fatto nella sua carriera di professore e non per la sua incapacità ad insegnare, non per il suo atteggiamento schizofrenico nei confronti dei ragazzi, non per l' ambiguità del suo comportamento con le alunne . La maggior parte degli studenti e dei loro genitori ha gioito alla notizia della sua sospensione peccato che per quelli di quinta sia arrivata troppo tardi !!!!!! TRE ANNI SENZA FARE MATEMATICA E QUESTO IN UN LICEO SCIENTIFICO.La dirigente scolastica non ha mai fatto nulla per tutelare i ragazzi, nonostante le continue proteste verbali e scritte degli stessi e dei genitori e per garantire loro le competenze in matematica a cui avevano sacrosanto diritto. L'unico ad essere stato tutelato in questi anni è stato solo il prof.marani che ha percepito lo stipendio senza meritarlo danneggiando decine di ragazzi. Spero che il giudice del lavoro sia informato di tutto questo anche dal provveditorato che ha ricevuto in questi anni varie denunce sull'operato di marani e finalmente questi sia LICENZIATO!

    RispondiElimina
  30. mi piacerebbe che il prof marani rispondesse a tutti questi commenti!

    RispondiElimina
  31. meno male che se ne è andata...forse la classe quinta senza di lei riuscirà a passare l esame!ha imparato di più in 2 settimane senza di lei che in 3 anni con lei! evidentemenete se le hanno richiesto di essere sottoposto a una visita medica un motivo c'è..lei ha veramente grossi problemi di salute mentale! altro che farla passare x pazzo..lei pazzo lo è veramente.. non faccia la vittima..tutti devono sapere che la questione ideologica non c'entra nulla..lei non è discriminato e perseguitato, lo siamo stati noi studenti x anni. alla notizia della sua sospensione abbiamo festeggiato tutti e ci siamo tolti un GROSSISSIMO PESO dallo stomaco e non solo in senso metaforico!

    RispondiElimina
  32. Liceo Scientifico Righi di Cesena:
    Scuola pubblica o scuola della Diocesi?

    Il Liceo Scientifico Righi, da cui il prof. Alberto Marani è stato sospeso, è gemellato (con scambi di studenti e viaggi periodici) da alcuni anni con l’Istituto Caterina da Siena di Brisbane, scuola cattolica ultraconfessionale gestita direttamente dall’Archidiocesi locale. I suoi principi educativi sono:

    “Faith and Mission
    Siena Catholic College is a Christ centred community that recognizes human life is a spiritual journey in which all contribute to the enhancement of God’s kingdom on earth. The College strives to be a community that provides support to all to realize their potential. We seek to fulfil our responsibilities to provide the place where the Gospel message is evident and a real way of life.
    The aim of the subjects Religious Education, Religion and Ethics and Study of Religion at Siena is to develop student’s religious literacy in the light of the Catholic tradition, so that they may participate critically and effectively in the life of their faith communities and wider society.”


    Dopo i tragici fatti dell’11 settembre 2001 vennero interrotte le lezioni per consentire agli studenti di andare a una iniziativa di riflessione gestita totalmente da insegnanti di religione e studenti di CL come momento religioso. Numerosi studenti protestarono e abbandonarono la sala.

    Dirigente, Vicario del Dirigente e il 50% del Consiglio d’Istituto (componente docenti) è di CL, anche se la presenza di CL fra i professori è esigua (5-6%) e fra gli alunni scarsissima.

    Regolarmente CL e le sue emanazioni (GS, La Comitiva, ecc) tengono riunioni dentro l’istituto nel pomeriggio con la partecipazione dei docenti di religione (tutti di CL). Casa e bottega.

    Ogni anno, sebbene i docenti disapprovino, la dirigente accorcia le lezioni in concomitanza della messa diocesana per gli studenti, propagandata dentro l’istituto con 6-7 grandi manifesti (una propaganda simile non si vede neppure in occasione di scioperi della scuola).

    In diverse classi campeggiano per mesi manifesti con brani di Don Giussani e Giovanni Paolo II o Benedetto XVI (non ci sono invece manifesti di altro genere).

    In occasione dell’acceso dibattito nazionale sulla questione Eluana Englaro, la Dirigente ha concesso l’aula magna del liceo alla fine delle lezioni per un momento di preghiere per Eluana organizzato da CL, che l’ha propagandato dentro l’istituto con contenuti meramente politici, come si può vedere dai volantini distribuiti.

    Agli scrutini, nonostante le norme di legge prescrivano che il docente di Religione Cattolica non partecipi al voto sulla promozione o no di alcun alunno (avvalentesi o non avvalentesi) ma possa solo discutere e fare dichiarazioni, la dirigente consente a quei docenti di votare e respinge le obiezioni che le vengono fatte da alcuni professori sulla procedura.

    RispondiElimina
  33. A me, invece, piacerebbe che i commentatori che accusano il professore di varie efferatezze si firmassero: non per sfiducia in quello che dicono, ci mancherebbe, ma perché mi pare giusto che, volendo intervenire in questa sede, si assumano la responsabilità di quello che dicono.
    Con ciò, evidentemente, senza voler propendere per una versione, né per l'altra: non ho letto il provvedimento e non ho frequentato quella classe; ho tuttavia riportato una notizia, così come era stata segnalata dal sito dell'UAAR e da altri blog.
    Io, quindi, mi firmerei: oppure rinuncerei ad intervenire in questa sede, giacché ve ne saranno altre, ben più opportune, nelle quali la propria identità può essere adeguatamente protetta.
    Così, ne converrete, è troppo facile.

    RispondiElimina
  34. SOLIDARIETA’ ad ALBERTO MARANI

    LAICITA’ nella SCUOLA PUBBLICA



    INVITO


    Mercoledi 3 giugno 2009 - ore 12


    Spazio antistante l'ingresso-uscita del Liceo Scientifico “Righi” di Cesena - Piazzale Aldo Moro (di fronte alla Stazione Ferroviaria)


    Sit-in con striscioni e cartelli per:


    • Richiesta di cancellazione dell'ingiustificato e gravissimo provvedimento di sospensione dall'attività didattica nei confronti del prof. Alberto Marani di Cesena

    • Denuncia delle affermazioni gratuite e diffamatorie della Dirigente Scolastica del Liceo Dea Campana, di Comunione e Liberazione, nei confronti del prof. Marani

    • Riconoscimento della dignità professionale di un insegnante ingiustamente colpito

    • Laicità nella Scuola Pubblica



    I Verdi invitano a partecipare a questa mobilitazione

    Sarà presente il candidato a Sindaco dei Verdi di Cesena Davide Fabbri

    info: davide.fa@virgilio.it
    tel 333.1296915 - tel 348.7692736

    RispondiElimina
  35. cosa cambierebbe un nome o un cognome? nn hai ancora capito che è la voce di una classe che scrive?

    è il caso che il prof si renda conto della situazione..che lui sa benissimo grazie alle diverse lettere che ha ricevuto ma che evidentemente nn vuole ammettere....

    un nome non cambia le cose

    a parlare sono gli studenti di marani....che rischiano la maturità x colpa sua......le sembra un motivo valido x essere arrabbiati?????

    RispondiElimina
  36. ma vi dovete solo vergognare a difendere una persona del genere!

    RispondiElimina
  37. finalmente ci siamo liberati di lei...che gioia..alla notizia non abbiamo potuto che festeggiare!!!.........e lei si crede amico degli studenti??????siamo a posto allora....a 50 anni e ci prova con le sedicenni ...ma che schifo...ha avuto una vita pittosto triste prof cosa dice??....anche se è stato mandato via x un motivo sbagliato lei deve capire che i suoi alunni non lo volevano..ci ha rovinato il liceo..ci ha fatto odiare la matematica...la scuola...lo capisce??? xke nn risponde...ci ignora o si sente superiore a tutti...?

    RispondiElimina
  38. "Dirigente scolastico di Ponte San Pietro fa pressione sui genitori degli alunni affinché facciano frequentare ai figli l'insegnamento della religione cattolica":
    l'articolo sul sito UAAR di Bergamo
    http://www.uaarbergamo.it/index.php?itemid=568

    RispondiElimina
  39. La prossima volta che pubblicate una notizia del genere potreste anche indicare gli indirizzi mail ai quali spedire direttamente le nostre opinioni ed eventuali insulti. Non si può eliminare un'insegnante solo per aver cercato di capire le necessità dei propri allievi. Poi la denuncia da parte di un cattolico è quanto mai fuori luogo. La chiesa cattolica non dovrebbe tollerare qualsiasi forma di Credo? Questi bigotti sono la rovina delle religioni. Le religioni dovrebbero essere insegnate TUTTE! Compete poi al singolo allievo decidere quali valori trarre da tali insegnamenti. 'fanculo i dogmi: l'universo si evolve e i cattolici dovrebbero fare altrettanto.

    RispondiElimina
  40. http://www.corriere.it/cronache/09_giugno_02/sit_in_docente_questionario_religione_9e4708ca-4f81-11de-9f09-00144f02aabc.shtml

    http://nochiesa.blogspot.com/

    Ne parla anche il "Corriere".Su nochiesa c'è una breve dichiarazione del professore. Qui sotto la discussione su FB.Nessun accenno alle scarse -secondo qualche commentatore di questo post- capacità didattiche di Marani.Non mi stupirei,se è vero quello che dice Anonimo delle 16.06,se si trattasse di una campagna denigratoria orchestrata.
    Spero che i collegamenti funzionino.

    http://www.facebook.com/topic.php?uid=21604540982&topic=8893#/topic.php?uid=21604540982&topic=8893

    RispondiElimina
  41. Se un insegnante molesta le alunne, deve essere cacciato dall'insegnamento perché molesta.
    Se non sa insegnare, deve essere ripreso, sospeso, monitorato, messo a fondo classifica perché non insegna.
    Se invece effettua un sondaggio "scomodo" ma per niente scorretto, PER QUESTO non deve subire alcuna sanzione.
    Se poi dei ragazzotti amareggiati (magari pure a ragione, perché no?) non riescono a cogliere questo aspetto, hanno dei problemi a livello di logica, di comprensione del diritto (un ladro si mette in galera perché ruba, e se non si riesce a dimostrarlo non si fabbricano prove false per condannarlo per spaccio!) e di senso morale.
    Dagli interventi fatti, questi studenti forniscono un perfetto ritratto di quest'italietta, dove l'interesse particolare travalica qualsiasi concetto del diritto.

    Silvia

    RispondiElimina
  42. è così difficili credere a dei ragazzi? TUTTI siamo d'accordo che il prof è stato mandato via x un motivo sbagliato!! infatti volevamo solo sottolineare che dopo diverse lettere di protesta scritte x motivi VERI il prof nn è stato mandato via...e basta....xke i giornalisti non intervistano i suoi alunni? xke? oppure se chiedono loro qualcosa li ignorano?? abbiamo 18 anni...non abbiamo da perdere tempo a inventarci stronzate su un professore cosa dite?? è semplice vero dire che quello che diciamo sono sl stronzate..ma tanto l esame c'e l abbiamo noi!!

    RispondiElimina
  43. Forse non mi sono spiegato.
    Ho già chiarito di non possedere la verità, e quindi di essere bendisposto ad ascoltare qualsiasi versione dei fatti.
    Ho solo sottolineato un principio basilare (e se questo non lo capite, ragazzi, sì che avete bisogno di ripetizioni): non è possibile dar credito ad accuse tanto gravi quando provengono da uno che neanche si firma.
    Tutto qua.

    RispondiElimina
  44. lo dico x l ultima volta..sono gli alunni di marani a parlare..adesso mi spiego cosa t cambia se mi chiamo giuseppina o augusto...fate cm vi pare...quello ke dovevamo dire l abbiamo detto...ora andiamo a studiare matematica cercando di imparare quello ke nn abbiamo imparato durante l anno scolastico..ciao.

    RispondiElimina
  45. Temo che questi ragazzi abbiano problemi (anche?) col professore di lettere.

    RispondiElimina
  46. @anonimo di classe.

    "Sono gli alunni di marani a parlare"

    Un generico "siamo gli alunni di Marani" vale quanto un pezzo di carta igienica riutilizzato più volte: zero. E puzza oltretutto.
    Prima di provare le pesanti accuse nei confronti di tal Marani è d'obbligo provare la propria identità non tanto per una questione di sfiducia, si figuri, ma per una questione di credibilità.
    Fino ad allora continuerò a trattare con lei come tratto con tutti gli anonimi sputasentenze della blogosfera. Con un sonoro vaffanculo.

    Mi perdoni il padrone di casa, tuttavia non digerisco quelle persone che gettano discredito sulla (in questo caso) vittima, con argomentazioni, oltre che non concernenti, tutte da provare, protette dal velo dell'anonimato.

    Saluti

    Federico Alfero (in arte Neoalfa)

    neoalfa@yahoo.it

    RispondiElimina
  47. Ottimo il commento di Marcoz.Sottoscrivo e applaudo.

    RispondiElimina
  48. @ Alessandro B.
    Troppo buono.
    Era il minimo che si potesse dire.

    Saluti

    RispondiElimina
  49. li leggete i giornali ? e il telegiornale lo guardate ? sono altre le motivazioni della sospensione di marani..non solo quei questionari.ma ci sono anche motivazioni didattiche...ed è stato detto dall'ufficio scolastico regionale...vi basta cm prova? o è ancora poco credibile?

    RispondiElimina
  50. Basta, finitela di gettare fango su una persona!
    ma che razza di ragazzi siete, con problemi mi pare, forse per questo non capite la matematica!
    le motivazioni della sospensione del prof non sono note, di sicuro la questione del questionario c'è per ammissione dell'usr, anch'io leggo i giornali e cerco di capirli senza preconcetti...

    RispondiElimina
  51. A Silvia delle 11.12:
    forse sarai tu a non capire, tu non sai e non puoi sapere quello che è successo veramente. Come ti permetti di definirci privi di logica quando l'ignorante sei tu, in quanto non informata correttamente dei fatti???La cosa che più dispiace è che questa sta diventando una guerra tra Cobas e CL e nessuno ascolta le reali motivazioni...Marani è stato sottoposto a un'ispezione e questo PERCHE' NON SA INSEGNARE, ci ha rovinato, perchè nessuno lo vuole capire???siete bravi a strumentalizzare tutto, guarda a caso in prossimità delle elezioni.

    RispondiElimina
  52. se guardate su youtube e cercate marani...ci sono i suoi alunni al telegiornale cn nome e cognome che dicono la loro..cioè che il problema fondamentale è stato quello dell insegnamento...mi sembra che è quello che volevate..dei nomi..ora qual è la vostra considerazione?

    RispondiElimina
  53. che qualche alunno del prof si lamenti non significa che la sospensione sia dovuta a motivi didattici, figurati:CI SAREBBE UNA SCUOLA SENZA PROFESSORI ALLORA FINALMENTE!

    RispondiElimina
  54. per l' ennesima volta...gli alunni che hanno fatto le dichiarazioni su marani non sono anonimi..hanno lasciato il loro nome che è andato sul telegiornale...inoltre i ragazzi a parlare non sono certo di quelli con problemi in matematica e fisica e il prof marani lo sa bene...inoltre la classe 5 A non si è dimostrata di certo svogliata in queste settimane con il supplente..anzi...e ne è una conferma la verifica che è stata fatta con il supplente che ha avuto buoni risultati (solo un insufficenza su 24)..ci sarà un motivo...mi dica prof come lo spiega questo fatto

    RispondiElimina
  55. miracolo!!!!!!
    il supplente in due settimane vi ha preparato in matematica: dev'essere un uomo della provvidenza!
    forse qualcosina ve l'aveva insegnata qualcun altro se la verifica è stata sufficiente non credi??

    RispondiElimina
  56. I Sacri Valori della Famiglia insegnati dalla Chiesa Cattolica di Roma : Il povero Welby, credente e praticante, vuole morire perchè non ce la fa più e gli si negano i funerali religiosi.
    Il Premier puttaniere, divorziato una volta e perdonato, separato una seconda volta, può andare in chiesa e ricevere la Comunione perchè ha ricevuto una dispensa da parte del vescovo della sua Diocesi.
    Se lo facessi io mi scomunicherebbero.
    Vergogna, Chiesa meretrice, forte coi deboli e zerbino coi potenti.

    Un Cattolico infuriato.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post