Vieni con me, ho le caramelle

Questa la sintesi dell'allegra vicenda. Lui, prete, 75 anni. Lei, bambina, 7 anni. Luogo in cui si sono svolti gli abusi: oratorio. Luogo in cui è stata costretta a trasferirsi la famiglia della vittima dopo la violenza: altra città. Luogo in cui il prete non si è neanche degnato di presentarsi: aula del Tribunale, per il processo. Fate un po' voi.

Questo post è stato pubblicato il 22 maggio 2009 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

41 Responses to “Vieni con me, ho le caramelle”

  1. Oh ma vi hanno fatto proprio in.... preti e compagnia, state sempre lì a vomitargli addosso... mi siete simpatici, fate ridere, come quei cani che schiumano stando alla catena. Alla fine sono quasi teneri!

    RispondiElimina
  2. Caterina sono contenta di farti ridere mentre schiumo di rabbia come un cane alla catena.
    La bambina di 7 anni ti fa ridere? Anche lei?
    A chi ti riferisci quando dici "sono quasi teneri"?
    Al vecchio maiale impunito?

    RispondiElimina
  3. Che vomito che mi fa' venire la chiesa....il giorno che scompare il vaticano insieme al crucco..vai di Sassiccaia

    RispondiElimina
  4. I pedofili mi fanno schifo, figurati, e dei preti me ne infischio.

    Però a leggere qui da voi sembra che i pedofili siano solo preti, e degli altri cosa ne facciamo?

    Questo mi fa ridere, chi cammina con un occhio solo, che prima o poi finisce nel fosso...

    Stammi allegra, Allegra, che la vita è bella!

    RispondiElimina
  5. La colpa è solo della giustizia italiana! Il prete DOVEVA presentarsi e non il contrario! Per alcuni reati ci vorrebbe la pena di morte!!!! Perchè con le mie tasse devo mantenere un "porco" o un assassino in galera? Per chi lavoro.....per i farabutti e i delinquenti? La giustizia italiana è una "CAGATA"!

    RispondiElimina
  6. Caterina, sappi che se mai violenteranno te o tua figlia, chiunque sia lo stupratore, noi saremo dalla vostra parte.

    Spero non ti succeda mai, sul serio, così potrai essere sempre allegra e superficiale come hai dimostrato qui.

    A bien tot.

    RispondiElimina
  7. I pedofili sono una piaga della società, e fanno schifo sia che essi siano preti o meno...
    Allora quei padri di famiglia e mariti esemplari, che vanno a stuprare i minori in Tailandia e non solo?
    I preti sono uomini e come tali possono far parte della categoria maiali, nulla di nuovo, ma non si può generalizzare.

    RispondiElimina
  8. Non voglio dubitare sulla veridicità della notizia. Il fatto è, che sembra stiate combattendo la vostra battaglia contro la chiesa ed il Vaticano, postate sempre le stesse cose e con un livore decisamente sospetto. E' indubbio che cose del genere siano successe e vadano condannate con fermezza ma voi lo fate con toni che mi sembrano fuori luogo. Io sono ateo da quando ho l'uso della ragione, ma conosco dei religiosi che hanno fede, cultura e senso della realtà e non meritano di finire nel calderone. E comunque datemi retta, se guardiamo altre religioni possiamo quasi vantarci della civiltà cristiana.

    RispondiElimina
  9. Allegra ma tu cosa sai di me? Cosa ne sai che io non ne abbia passate di tutti i tipi, che la mia vita sia stata rovinata da qualcuno?

    Non sai nulla di me, quello che sai - o che pensi di aver capito - è che non ho le tue idee, e questo ti basta a darmi della superficiale.

    Tu che superficiale non sei, prova a rispondermi: perchè non denunciate mai i pedofili che non sono preti? Quelli ti piacciono?

    RispondiElimina
  10. Caterina, so di te esclusivamente ciò che hai scritto qui. E su quello ho risposto.
    Grazie per i suggerimenti "editoriali", ma temo che non avranno molto seguito (nessuno ti impedisce, però, di aprire un tuo blog e raccogliere milioni di visitatori!).

    Se leggessi Metilparaben da tempo, ne avresti comprese le ragioni.

    RispondiElimina
  11. Ben felice di poterti aiutare, è gratis.

    Però non mi hai risposto, li denunciate i pedofili che non sono preti?

    Se sì molto bene, sono con voi. Se no, lasciami dire che fate violenza anche voi ai bambini usandoli per una battaglia contro i preti in cui loro non ci azzeccano per niente.

    RispondiElimina
  12. Abbi pazienza, Caterina.
    I preti pedofili vengono denunciati su questo blog perché, oltre ad essere pedofili (cosa di per sé ovviamente gravissima, e che non ha certo bisogno del nostro lavoro per essere considerata orrenda, si avvalgono di tutta una serie di agevolazioni che derivano dal loro status, non ultimo il puntuale intervento delle gerarchie ecclesiastiche, per insabbiare le loro malefatte e farla franca.
    E' ciò che è accaduto, ad esempio, nel caso di Ratzinger, che ha trasferito altrove una serie di preti per non farli processare, e che poi, incriminato per favoreggiamento da un tribunale texano, si è rifiutato di farsi processare perché capo di uno stato estero. E' il caso dell'enciclica "crimen solicitationis", nella quale si invitava chi venisse a conoscenza di stupri ad opera di preti a tenerli segreti, pena la scomunica. E' il caso dell'Alaska, in cui le diocesi americane trasferiscono sistematicamente i preti pedofili per sottrarli alla giustizia, col risultato che lassù gli stupri sui minori sono diventati all'ordine del giorno. E' il caso di mille altre cose che scrivo da tre anni su questo blog e che forse tu non hai letto.
    Faresti bene a informarti, prima di accusare gli altri di strumentalizzazione e violenza ai bambini.
    Ciao.

    RispondiElimina
  13. Gentile Caterina

    Dubito che "ce la si abbia su" con i preti tout-court.
    Né questo è il blog del Telefono Azzurro: purtroppo c'è un "ente" che ultimamente ha un po' perso la bussola, che ha intrapreso una battaglia "moralizzatrice" (con tratti medievaleggianti)... e che nel contempo, purtroppo, annovera tra le proprie fila non UNO, non DUE, non TRE... ma un interessante numero di soggetti deviati. Non ho titoli per ricercare un legame eziologico tra celibato e devianza.
    Tu parli di "uomini"? Mi dispiace, ma da chi aspira alla "santità" (e conseguentemente si erge a giudice dei mores altrui) mi aspetto una condotta DOPPIAMENTE ineccepibile. E una punizione DOPPIAMENTE esemplare da parte dei confratelli. E invece no. Vaticano e CEI insabbiano, minimizzano, sviano... messi all'angolo reagiscono loro sì come un cane bavoso, snocciolando anatemi e altre amenità.
    Soprattutto, ritenendosi AL DI SOPRA DELLA LEGGE DELLO STATO (ricordo le meravigliose arrampicate sugli specchi di Fisichella tempo addietro). È questo che ci fa veramente incazzare.
    Ma la nostra incazzatura rimane lettera morta, abbiamo solo i blog oramai, come laici siamo una minoranza sparuta rispetto al meraviglioso stormo dei pluridivorziati atei-devoti-clerico-fascisti... che vaneggiano di radici cristiane e non sanno nemmeno cosa siano le virtù teologali, la "vulgata" o i rotoli di Qumran.

    RispondiElimina
  14. ...dei preti pedofili parlano tutti eh?...ma dei preti che si fanno il culo ad aiutare i poveri e quelli che lottano contrao la mafia...e di quelli che vanno nei paesi poveri dell'Africa di quelli che crescono i ragazzi negli oratori...di quelli si parla solo ogni tanto quanto c è qualche ricorrenza.

    RispondiElimina
  15. Non per dire, caro anonimo: ma si parla forse degli architetti quando progettano correttamente un ponte? Dei medici, quando fanno una diagnosi giusta? Dei commercialisti, quando inviano a norma di legge una dichiarazione dei redditi?
    I preti che fanno del bene fanno semplicemente il loro lavoro: quello per cui sono -tra l'altro, diciamolo una buona volta- pagati in larghissima misura con i soldi dello Stato.
    Un prete che fa il missionario svolge la professione che ha scelto, ed è normale che la faccia nel modo migliore.
    Saluti.

    RispondiElimina
  16. Più leggo i vostri commenti più mi convinco che il vostro obbiettivo sono i preti e non ve ne frega nulla dei bambini. Spero di sbagliarmi.

    Ognuno è libero di fare le sue scelte e fate bene a fare le vostre.

    A me fa schifo solo il pensiero di usare delle tragedie per le proprie battaglie personali.

    Statemi bene.

    ps. tanto per dire ma anche il codice di procedura penale italiano dice che in caso di determinati reati c'è il segreto istruttorio e chi lo viola è perseguibile. Ma i giudici non sono preti quindi non vi fregherà nulla.

    RispondiElimina
  17. La cosa scandalosa è che la maggior parte della 'gente' non sa assolutamente che cosa combinino questi bastardi.
    In questo 'paese' c'è ancora troppa gente che è convinta che i preti sianono tutti buoni, bravi e facciano cose utili.
    A me la cosiddetta chiesa sembra più un'associazione a delinquere in tutti i modi possibili che un'entità che persegue fini benefici.
    E se qualcuno obbietta che ci sono anche i preti 'buoni': nel barile delle mele marce c'è sicuramente qualche mela sana, ma sono in netta minoranza e comunque se non condannano apertamente (e non lo fanno) il tipo di comportamenti di cui si parla in questo post, per me sono e restano complici!
    Se vogliono fare i preti, che facciano pure, ma se commettono un reato devono pagare: secondo le leggi dello Stato Italiano, non le loro!

    RispondiElimina
  18. Cateri', non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
    Stammi bene.

    RispondiElimina
  19. Hai ragione, la pedofilia dipende dal Vaticano.

    Il commento di Lorenzo qui sopra dimostra che avete assolutamente ragione a fare questa guerra, mettiamoli al muro tutti.

    Bello il qualunquismo, ci libera dai mostri che magari abbiamo sul pianerottolo di casa.

    RispondiElimina
  20. Cara Caterina,
    stavo per risponderti ma mi è passata la voglia.
    Tanto con i fondamentalisti è inutile.
    Ignora questo commento, come avresti ignorato l'altro.
    Ciao.

    RispondiElimina
  21. Ah, una cosa, Caterina: prima il tuo nick linkava alla home page del Vaticano, ora hai tolto il link. Cos'è, volevi restare in incognito? :-D

    RispondiElimina
  22. Generalizzare è sempre sbagliato. Ma oggi pare di moda scagliarsi contro la Chiesa (solo cattolica,mi raccomando...se si toccano ebrei,mussulmani... è razzismo!), esaltare ogni errore commesso da quelli che alla fine sono uomini (ed è giusto che paghino,per carità). Il messaggio della Chiesa Cattolica è ben altro,cos' come chi lo porta avanti,però ad ogni occasione si spara all'impazzata su tutto e tutti. Ma il bene fatto da tanti preti che votano se stessi ad aiutare il prossimo,di quello non si parla mai...certo,non producono DENARO e sono cattivi...e il rispetto per la fede dei credenti è optional(specialmente da parte di molti che berciano tolleranza per il pensiero altrui,ma non vorrei generalizzare troppo anch'io). Se i preti sono tutti pedofili, allora perchè non fare di tutta l'erba un fascio con gli immigrati e i rom? Allora quelli sono tutti delinquenti, balordi,ubriaconi,scrocconi di risorse,maleducati,ladri, spacciatori,stupratori...

    RispondiElimina
  23. Pillole autobiografiche.
    Quando finii le elementari mia madre ebbe la malsana idea di mandarmi in un collegio gestito da religiosi.Andammo anche a visitarlo ma poi,meno male,la faccenda non andò in porto.Un mio amichetto,cresciuto nel mio stesso cortile,fu meno fortunato e dovette sorbirsi quei laidi sacerdoti per tre anni. Veniva a casa la domenica e per le varie vacanze,e in quelle occasioni ci raccontava che di sera,quando i bambini piangevano o erano tristi perché volevano la mamma o avevano nostalgia di casa,questi sinistri figuri si infilavano nel letto per "consolarli".Preti!
    p.s.
    di solito mi firmo ma,se non vi dispiace,questa volta pubblico anonimo.

    RispondiElimina
  24. Che schifo: già i pedofili sarebbero da impiccare per le palle... un prete pedofilo fa ancora più schifo... bastardo!

    RispondiElimina
  25. Io non ho mai sostenuto che i preti sono tutti pedofili: certo, se vai a guardare le percentuali, la quota di pedofili sul totale dei preti è ben superiore a quella dei pedofili sul totale della popolazione. E' quindi evidente che nella condizione di prete (vuoi il celibato, vuoi il seminario o che so io) ci sono degli elementi che incoraggiano questa tendenza.
    Detto ciò, il punto non è stabilire quanti preti siano pedofili o no, né seguire una moda: il punto è che certi reati, commessi da chi sta tutto il giorno a puntare l'indice sugli altri chiamandoli peccatori, sono ancora più gravi, proprio perché commessi da chi non fa altro che giudicare il comportamento degli altri.
    Come dire: da che pulpito...

    RispondiElimina
  26. Caterina la penso come te. L'obbiettivo è screditare la Chiesa sempre e comunque. Nessuno dice: cavolo i pedofili si fanno preti per avere più facilità a raggiungere i loro obbiettivi! Anzichè dire: stiamo attenti perchè ci possomno essere degli infiltrati (come ce ne sono migliaia nelle scuole!!!!!), si sputa addosso a tutta la categoria indistintamente. Vorrei sottolineare che tra una persona che si fa prete per vocazione o si fa prete per lavoro, c'è un'enorme differenza. E la si nota anche solo frequentandoli. Vero è che, finchè i genitori abbandonano i loro figli all'oratorio strafregandosene, (tanto c'è il prete che li segue!), fatti di questo tipo accadranno sempre! Per parte nostra cercheremo di vigilare più attentamente, ma chiediamo anche alle famiglie di essere più presenti! In fondo il prete è sempre un uomo, non è Dio. Quindi è peccatore esattamente come tutte le altre persone.

    RispondiElimina
  27. Satana è il principe della menzogna
    la terra con tutti i suoi abitanti gli è sottoposta, spetta adesso a noi se vogliamo seguire lui il principe del male, oppure cercare la verità, e affiddarsi a solamente
    a Dio. Il Signore Gesù,
    dice; benedetto l'uomo che confessa i suoi segreti a Dio, ma
    maledetto è l'uomo che confessa i suoi segreti ad un'altro uomo.

    RispondiElimina
  28. @Caterina

    arrivo per ultimo e non ho molto da aggiungere ai commenti precenti al mio e concordo sul superficiale datoti da Allegra...

    Cmq provo ad esprimere con altre parole cose già dette:

    Non è una questione di circoscrivere il discorso pedofilia ai preti, ma la questione è che a differenza dei pedofili tradizionali i preti pedofili (ci sono 2600 pagine di pedofilia clericale solo in Irlanda, immagina se fosse possibile fare quest'analisi in tutti paesi a quanti casi si arriverebbe, se frequentassi il blog lo sapresti) sono protetti dai loro superiori (che tra l'altro sono diversi da chi li paga, il che oggettivamente è un'anomalia).
    I casi che emergono sono sempre conseguenza di drammatiche testimonianze e denunce di vittime, mai di gente di chiesa che sa e confessa. Questo fa pensare ad una condivisa attività di insabbiamento e questa è la parte peggiore a mio avviso.

    Tale anomalia va fatta emergere tutto qui.

    Il pedofilo normale giustamente non ha l'opzione di essere trasferito e scampare il processo i preti invece si.

    Se non riesci a capire la differenza a questo punto credo sia solo un tuo problema.

    RispondiElimina
  29. @Gian

    Sarebbero i preti quelli che puntano sempre il dito?

    Ahhhhh, in effetti in questo blog il dito non lo punta mai nessuno.

    O forse invece sì? E guarda caso nella stessa direzione?

    Se vi stessero a cuore davvero i bambini, come dite, allora denunciate tutti i migliaia di casi di omertà famigliare anzichè stracciarvi le vesti sempre allo stesso modo.

    Ma cosa c'è di male a dire che non sopportate i preti e la chiesa e che non vi va? Ma dovete nascondervi dietro alla purezza delle vostre intenzioni?

    Ma perchè poi?

    Mahhhh

    p.s. il link al vaticano era uno scherzo, piaciuto?

    RispondiElimina
  30. Caterina, sei mortalmente noiosa.

    Guarda, se veramente ti accontenti di così poco, ti do la soddisfazione che cerchi: la chiesa cattolica, per me, è il male assoluto.
    Non i singoli preti (tra i quali ci saranno sicuramente anche tanti bravi cristi), mi riferisco proprio all'organizzazione ecclesistica. Il male assoluto.
    Chiaro?
    Ora fai il piacere di sparire.
    PE-DA-LA-RE!

    RispondiElimina
  31. "Satana è il principe della menzogna
    la terra con tutti i suoi abitanti gli è sottoposta, spetta adesso a noi se vogliamo seguire lui il principe del male, oppure cercare la verità, e affiddarsi a solamente
    a Dio. Il Signore Gesù,
    dice; benedetto l'uomo che confessa i suoi segreti a Dio, ma
    maledetto è l'uomo che confessa i suoi segreti ad un'altro uomo."

    Tranquillo: Batman, l'Uomo Pippistrello ci salverà dale Forze del Male.
    Egli è possente, intelligente e furbo, e assieme al suo fido Robin e a Catwoman metteranno finalmente ordine in questa Terra dominata dal Male.
    Egli ha detto:"Io sono il Cavaliere Oscuro...".

    RispondiElimina
  32. "Satana è il principe della menzogna"
    Oddio: abbiamo satana a capo del governo!:-)
    Aiuto!

    RispondiElimina
  33. Caterina, sai cosa? Sei patetica. E, come tutti i patetici, non lo sai. Ciao.

    RispondiElimina
  34. @Caterina

    non vedo come il tuo commento possa essere utile ad una discussione di un livello accettabile e non fine a se stessa ed in ogni caso non capisco dove sia la parte in cui rispondi o commenti una mia frase...

    Cmq se ti diverti a postare commenti fuori contesto forse dovresti considerare l'idea di aprire un tuo blog...

    RispondiElimina
  35. @Caterina:
    giusto per curiosità... ma tu guardi i TG e leggi i giornali?

    Parli di casi di "omertà familiare" ... dici che qui si condannano solo i preti pedofili e non gli altri...

    Il punto è che se un genitore picchia i suoi bambini (o peggio), va in tv e sui giornali; se un romeno (mi scusino i romeni) stupra ragazze va in tv e sui giornali; se Silvio va alla festa di compleanno di una 18enne va in tv e sui giornali (aggiungo: purtroppo! E' tutta pubblicità gratuita :D) ... e potrei anche continuare.

    Quando invece è un prete/frate/vescovo/ecc. a compiere simili spregevoli atti, per caso va in tv e sui giornali? Se lo fa, fidati che avrà visibilità minima o nulla.
    Poi arriva il Vaticano e insabbia tutto...

    Su questo blog solo nell'ultimo mese sono riportati diversi fatti di cronaca... personalmente, se non li avessi letti qui, non ne saprei niente. Tu ne eri a conoscenza?

    RispondiElimina
  36. Devo avere sbagliato blog.L'odore di incenso è avvertibile fin da qui.Avete subito un attacco informatico dagli oratori e parrocchie d'Italia ? Mai visto tanti commenti provenienti da sacrestie come oggi.
    Comunque la pedofilia ecclesiastica ha una base dottrinale:"Lasciate che i bambini vengano a me" Marco 10,14.
    Peccatori ma non eretici,quindi.

    RispondiElimina
  37. @Caterina

    Ma ti rendi conto che stai difendendo dei pedofili?
    Non credi che dovresti prendertela con i preti molestatori piutttosto che con gli autori di Metilparaben?

    Gia' che ci sei, ti segnalo qualche altra notizia interessante:

    http://www.siciliainformazioni.com/giornale/cronacaregionale/52513/pergusa-violent-minorenne-disabile.htm

    http://www.bresciaoggi.it/stories/Cronaca/210913/

    http://www.cronacaqui.it/news-bimba-violentata-dal-parroco-vieni-con-me-ho-le-caramelle_22402.html

    Una domanda, cara Cristina: tu da che parte stai?
    Dalla parte dei bambini violentati o da quella dei preti?

    RispondiElimina
  38. Non si è presentato? Tranquilli, non si presenterà mai. L'hanno già trasferito in un'altra parrocchia sotto un altro nome.

    RispondiElimina
  39. Leggo questo post e questo blog per la prima volta, e mi sconcerta l'idea che qualcuno nei commenti si concentri sull'accusa ai preti piuttostco che sul fatto riportato, che quando venga dimostrato da un tribunale (per ora il condizionale è d'obbligo) sarebbe di una gravità inaudita.
    Io non sono anticattolica a prescindere, sono stata cattolica praticante anche se per motivi miei ho preso le distanze dal cattolicesimo (un po', devo dire onestamente, a causa dell'ipocrisia dei cosiddetti compagni di fede, che in auqlunque occasione non fanno altro che trattarti da inferiore quando non sei delle loro stesse opinioni, ma davanti alla prea di posizione decisa contro i mali della società e dell'uomo restano sempre chiusi in casa o tuttalpiù ti dicono che è il volere di Dio e tu non ci puoi fare niente... sto cazzo che non ci puoi fare niente. Prendi in mano le palle e il Vangelo, e agisci secondo quello che ti dice, invece di fare lo struzzo...), ma davanti a un prete accusato di pedofilia e soprattutto davanti a una famiglia che nella provincia di Milano non sia il prete quello sotto accusa ma la famiglia a doversene andare a causa, intuisco, dell'ostracismo dei compaesani.
    Alla faccia della presunta carità cristiana, alla faccia della legge, perché qui c'è l'omertà, addirittura l'accusa nei confronti di chi crede che esista una legge uguale per tutti.
    Evidentemente questa famiglia si sbaglia,e a leggere certi commenti ha ragione a sbagliarsi.
    Quando ci si concentra sul motivo dell'accusa di chi riporta una notizia e non sulla notizia stessa, è finita. Non c'è più speranza per nessuno che esista una legge davantia cui siamo tutti uguali, e non la legge di Dio ma quella dei tribunali.
    PErché anche quando la legge dei tribunali desse ragione alla famiglia, ci sarà sempre una Caterina che invece di preoccuparsi delle azioni del prete verrà a raccontarci che in fondo lo fa un sacco di gente, evitando la risposta alla domanda fondamentale: 'se lo fanno tutti, automaticamente il prete è legittimato nella sua azione?'.
    La risposta io la so, e come me la sanno altre persone.
    Ma tanto non conta, vero?

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post