Apparizioni, sparizioni e riapparizioni sul sito di Giorgio Merlo

Allora, vediamo di mettere ordine:

  1. il 24 aprile Giorgio Merlo, deputato del PD, scrive un post nel quale si dice d'accordo con Giovanardi nel condannare il manifesto di Ikea raffigurante due uomini che si tengono per mano; l'indirizzo del post, com'è agevole rilevare da questa copia cache, è http://www.giorgiomerlo.net/?p=338 (ricordate questo numerino, 338, perché è importante):
  2. com'era prevedibile si scatenano le polemiche: non solo contro Giovanardi, ma anche -e in rete soprattutto- contro lo stesso Merlo, dal quale, vista l'appartenenza politica, sarebbe stato lecito aspettarsi un'opinione un tantino meno integralista;
  3. il 28 aprile il post scompare misteriosamente: andando al suo indirizzo, cioè http://www.giorgiomerlo.net/?p=338 (che qua vedete nella sua versione attuale), si riceve in risposta un "Error 404" e appare una scritta con cui si dice che la pagina non è stata trovata:
  4. in rete si inizia a parlare della misteriosa scomparsa, ecvidentemente in termini tutt'altro che lusinghieri, e allora succede il miracolo: il post di Merlo su Ikea, prodigiosamente, riappare! L'unico particolare è che adesso il suo indirizzo è http://www.giorgiomerlo.net/?p=363:
Ricordate il numerino di prima? Era 338, mentre adesso è 363. Cosa rappresenta, secondo voi, quel numerino? L'ordine dei post, ovviamente: l'originario post numero 338, datato 24 aprile, veniva dopo il post numero 335 (che infatti è datato 23 aprile) e prima del post numero 343 (che infatti è datato 25 aprile); invece il numerino alla fine dell'attuale indirizzo di quel post adesso è 363.
Strano, no? A rigor di logica il post 363 dovrebbe essere stato pubblicato, ad esempio, dopo il post numero 360: ma quest'ultimo è datato 28 aprile, cioè 4 giorni dopo un post che ha un numero d'ordine più grande del suo: E' del tutto evidente che il post in questione è stato prima messo su, poi cancellato e poi messo su un'altra volta: magari, siccome tutto è possibile, si sarà trattato di un errore; però, suvvia, non è una curiosa coincidenza che un post scompaia accidentalmente dal sito di un tizio proprio quando tutti ne criticano il contenuto, e che riappaia, con un numero progressivo nuovo e incoerente con la sua data, proprio quando tutti ironizzano sul fatto che sia stato tolto?
Delle due l'una: o l'onorevole Merlo è molto sfortunato, oppure ha bisogno di qualcuno che gli spieghi come funziona internet.

Questo post è stato pubblicato il 29 aprile 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

10 Responses to “Apparizioni, sparizioni e riapparizioni sul sito di Giorgio Merlo”

  1. Probabile si tratti di una furbata andata a male del portaborse di Merlo.

    RispondiElimina
  2. Delle due l'una: o l'onorevole Merlo è molto sfortunato, oppure ha bisogno di qualcuno che gli spieghi come funziona internet.

    Citando Quelo direi: la seconda che hai detto!

    RispondiElimina
  3. L'onorevole Merlo è molto sfortunato perché è Giorgio Merlo, un omino con idee degne della Lega Nord sui diritti civili. Da sbattere fuori da qualunque partito appena di centro o di sinistra di corsa e senza nemmeno passare dal "VIA!"

    RispondiElimina
  4. Diciamo pero che se fosse accaduto a qualunque altro articolo di qualunque altro blog nessuno ci avrebbe fatto caso per cui e' azzardarto accusare solamente in base al fatto che merlo avrebbe avuto un movente. Poi ognuno e' libero di sparare accuse a caso. Cio non toglie nulla al fatto che Merlo probabilmente ha sbagliato partitodi appartenenza.

    RispondiElimina
  5. Notare la scrittina in fondo al post: "Responses are currently closed".
    Che cos'è comandante Nunziatella?.. Cacarella?

    RispondiElimina
  6. Che fine ha fatto un post apparso poco fa su questo blog e intitolato "fascismi polizieschi?"

    RispondiElimina
  7. E' stato pubblicato da una persona che collabora a questo blog e dopo qualche secondo io l'ho rimosso temporaneamente perché ritenevo necessario fare ulteriori verifiche -cosa che peraltro sta avvenendo in queste ore- sulla veridicità della vicenda. Mi pare un intervento che riguarda la bontà delle informazioni date ai lettori, un tantino diversa dal cancellare un post in cui si sono espresse delle opinioni perché si è riscontrato che quelle opinioni sono impopolari.

    RispondiElimina
  8. Lo immaginavo, secondo me hai fatto comunque bene ad eliminarlo.

    RispondiElimina
  9. approfitto della situazione per avvertirti di una cosa: tutto quello che posti su questo blog mi arriva tramite feed, e come a me anche a molti altri lettori. Quindi anche ciò che "cancelli per verificare" rimane così com'è nei nostri feed reader.

    Il contenuto del post mi aveva incuriosito - credo per lo stesso motivo per cui tu lo stai ora verificando - e non ho trovato l'originale... chi però è abbonato al tuo feed senza frequentare il blog si terrà (almeno, fino a che non verificherai che la foto non era un fotomontaggio) il post così com'è con foto e tutto....

    ciao ciao e buon internet!

    RispondiElimina
  10. ecvidentemente nel 4° punto... errore di battitura credo.
    Comunque se anche un politico ha paura di esprimere le proprie idee e addirittura ritrattare, stiamo veramente messi male...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post