Come chiunque altro, tranne loro

Una domanda semplice, perché magari c'è qualcosa che mi sfugge: visto che ultimamente i nostri amici del governo sembrano assai sensibili al tema della responsabilità civile dei giudici, i quali dovrebbero pagare di tasca propria -"come chiunque altro", dicono- quando sbagliano, perché non si offrono di mettere mano al portafoglio e provvedere coi loro soldi quando l'Italia viene sanzionata dalla Comunità Europea in ragione delle loro decisioni?
Oppure il concetto di responsabilità di cui parlano è congegnato in modo tale che in quel "chiunque altro" debbano intendersi ricompresi tutti fuorché loro?

Questo post è stato pubblicato il 05 aprile 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Come chiunque altro, tranne loro”

  1. Confermo, chiunque altro ma non loro, un pò come: le centrali si ma non qui. Oppure: i campi profughi si ma a casa tua.

    RispondiElimina
  2. Come al solito ottimo post che, però, fa aumentare ancora la mia rabbia nei confronti dei nostri (s)governanti.

    RispondiElimina
  3. Mi sembrerebbero corrette entrambe le cose, con i dovuti accorgimenti.

    RispondiElimina
  4. ma per la Gasparri siamo ancora al parere motivato??

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post