Siete voi lo shock, altro che manifesti

Sapete qual è, il vero "shock"?
E' che in un paese nel quale due italiani su tre sono favorevoli all'eutanasia, dell'argomento si continui a non poter neppure discutere, per colpa di una manica di integralisti ipocriti che impongono la loro coscienza a tutti gli altri e pretendono di far prevalere i loro precetti sulla libertà degli individui.
Questo è lo shock, altro che manifesti.

Questo post è stato pubblicato il 19 aprile 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

8 Responses to “Siete voi lo shock, altro che manifesti”

  1. Su questo argomento, come sempre, quoto ogni sillaba.

    RispondiElimina
  2. Se la sofferenza di una persona è superiore ad ogni desiderio di vita, che crudeltà è quella di obbligarla a vivere?
    Il resto qui:
    http://laprofessoressavirisponde.blogspot.com/2010/10/penso-alle-cose-che-ci-fanno-sentire.html

    RispondiElimina
  3. Sono cattolica, e praticante.
    Ma sono pienamente d'accordo con te...ognuno deve essere libero di vedersela con la proprio coscienza.
    Inoltre, l'Italia non è fatta solo di bigottoni mangiapadrenostri e basta, ma c'è un'intera umanità che la pensa in maniera diversa, che è atea, agnostica, di un altro credo. Non hanno diritto a poter scegliere per se stessi senza l'imposizione di quegli integralisti che sfruttano un certo modo di vedere la vita a solo scopo marketing?

    RispondiElimina
  4. Il problema sta sempre in quella manica di italiani cresciuti a pane e DC che teme la parola eutanasia perchè è "cattiva". E così i partiti al potere cavalcano l'onda dell'odio, pur di guadagnare quella manciata di voti in più. Come sempre, è la classe politica avvinghiata alle proprie poltrone, sorrette dagli italiani magnaccia e bigotti, che decide per un popolo intero. Ma finché il popolo non si sveglia...

    RispondiElimina
  5. "per colpa di una manica di integralisti ipocriti che impongono la loro coscienza a tutti gli altri" e anche per colpa di una classe politica vigliacca.

    RispondiElimina
  6. Dimentichiamoci del governo, della televisione e dei giornali filo-cattolici, oramai asserviti e proni ai diktat dei colonnelli d'Oltretevere. Per discutere e propagandare certi argomenti considerati "tabù" non ci resta che il web, come il benemerito sito dell'UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti www.uaar.it)

    RispondiElimina
  7. Integralisti Kattolici (quando gli fa comodo) che magari vanno a trans tutte le sere salvo poi farsi fotografare con mogli, nonni e trisavoli.
    Alberto: la classe politica e la manica di integralisti coincidono (e credo che Metil intendesse questo)

    RispondiElimina
  8. Amore, è necessario parlare di amore; e di vita, fino a quando può essere considerata tale. Io voglio essere libera di scegliere, non voglio che sia qualcuno più vivo di me a farlo.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post