E fu così che Giorgio Merlo rimosse il post (updated)

Ricordate Giorgio Merlo, il deputato del PD che si era dichiarato d'accordo con Giovanardi nel condannare i manifesti di Ikea raffiguranti due uomini che si tenevano per mano?
Ebbene, a quanto pare dal blog del nostro amico è misteriosamente scomparso il post con cui esprimeva la suddetta opinione (di cui potete vedere qua la copia contenuta nella cache di Google); andando all'indirizzo http://www.giorgiomerlo.net/?p=338, cioè quello del post "incriminato", si riceve in risposta un bell'errore 404, il che significa che la pagina non è più reperibile: Voi che ne dite, sarà stato un incidente? Tra tanti post è stato accidentalmente cancellato proprio quello più contestato dagli elettori di sinistra? Oppure l'onorevole Merlo ha creduto che la sua esternazione potesse essere dimenticata semplicemente rimuovendo il post che la conteneva?
In questo caso, per favore, qualcuno gli spieghi per sommi capi come funziona internet.
---
Grazie a alsalto per la segnalazione, a Skeptic per il link della cache e a Giuliano Parpaglioni per il freeze della stessa.

Update: Mildareveno mi segnala che il post, in realtà, ancora c'è: solo che ha stranamente cambiato indirizzo, ha i commenti stranamente chiusi e stranamente non è più raggiungibile dalla pagina principale. Quante singolari coincidenze, nevvero?

Questo post è stato pubblicato il 28 aprile 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

15 Responses to “E fu così che Giorgio Merlo rimosse il post (updated)”

  1. e tanto per gradire, ho freezato la cache
    http://www.freezepage.com/1303999666DOSPGDEBDY

    RispondiElimina
  2. Magari si è semplicemente accorto di aver detto una sciocchezza.

    RispondiElimina
  3. Se anche si è accorto di aver detto una sciocchezza, dovrebbe per lo meno scusarsi e spiegare le sue ragioni. Al solito, si cancella e si fa finta di niente, tanto gli italiani hanno la memoria corta...

    RispondiElimina
  4. Se è per questo si è anche dichiarato contrario alle proteste CGIL contro l'apertura dei negozi il primo maggio:
    http://www.giorgiomerlo.net/?p=340

    (Che, detto fra noi, se ad aprire fossero i proprietari e non i dipendenti non avrei nulla in contrario, ma si sa bene che a prenderlo in quel posto sono sempre gli stessi)

    RispondiElimina
  5. addirittura messaggio da denunciare per chi crede nel valore costituzionale della famiglia, che statisti che abbiamo... gente che poi ritratta, che coraggio!

    RispondiElimina
  6. Merlo evoca un passo di bucoschi (io lo scrivo così e ùischi così).

    RispondiElimina
  7. Il post c'è ancora. L'ho trovato cercando "Giovanardi" nel motore di ricerca del sito.

    L'indirizzo però è diverso:

    http://www.giorgiomerlo.net/?p=363

    RispondiElimina
  8. Sembra tanto a ciò che accadde con la saga di "luttazzi copia"

    RispondiElimina
  9. Ma Bersani lo sa ? Se no, mi chiedo cosa sta a fare sulla poltrona di segretario, se sì, perché non espelle questo figuro dal partito ?
    Misteri della Politica. Anzi, della politica (con la p minuscola).

    RispondiElimina
  10. per non saper né leggere né scrivere...
    http://www.freezepage.com/1304019658GSBDKPNYYF

    RispondiElimina
  11. In altri casi invece i post non scompaiono.
    Vedi quanto accaduto a questa blogger
    http://www.cloroalclero.com/?p=6196
    accusata da Pascqua di repubblica di negazionismo http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/04/14/news/la_prof_negazionista_del_manzoni_basta_con_il_mito_dell_olocausto-14910024/
    fa scattare le immediate repliche di un piddino
    http://robertodellaseta.ilcannocchiale.it/2011/04/14/la_docente_negazionista_non_pu.html
    nonche di una di SEL http://www.cloroalclero.com/?p=6283
    e manco a fronte della retifica inviata a repubblica della blogger http://milano.repubblica.it/cronaca/2011/04/17/news/la_professoressa_del_blog_mai_negato_l_olocausto-15035601/
    rivedono la loro posizione.
    Insomma, e' tutto dire.
    La cloro non e' presidente del cnr, a lei la si scanna mediaticamente nella piena omerta'.
    E poi ci vogliono vendere che siamo tutti uguali di fronte alla giustizia...maddai.

    Metilparaben, abbi pazienza, ti faccio una domandina.
    Ma tu questo Marco Pasqua lo conosci?
    Se preferissi rispondermi via email tanto bene.
    Ciao.

    RispondiElimina
  12. Il post è al suo posto ed è raggiungibilissimo dalla home del sito di merlo. Non ditte fregnacce per cortesia!

    http://www.giorgiomerlo.net/?p=363

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post