Pazza iKea

Arcietero, l'associazione degli eterogenei che si batte per i diritti degli omosessuali, risponde alle parole del ministro Giovanardi contro i manifesti Ikea con un video di Francesca Fornario e Simone Salis: «Pazza Ikea», parodia satirica di un brano di Patty Pravo.
Il video, girato all'Ikea, rilancia la campagna a favore dei matrimoni gay, già firmata sul sito di Arcietero da Dario Vergassola, Ascanio Celestini, Moni Ovadia, Sergio Staino, Ivan Scalfarotto, Paola Concia, Gennaro Migliore e tanti altri.
Giovanardi ha bollato come «un'offesa alla costituzione» i manifesti della multinazionale svedese che raffigurano una coppia gay con lo slogan: «Siamo aperti a tutte le famiglie»:

Quel termine "famiglie" è in aperto contrasto con la nostra legge fondamentale che dice che la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio.
«Non fare come Giovanardi», risponde Arcietero nel video, «battiti per i diritti di tutte le famiglie, anche quelle gay».
Arcietero aderisce al Flash Mob organizzato per domani, sabato 29 alle 15, davanti all'Ikea Porta di Roma: un bacio collettivo contro l'omofobia.
Questo il link dell'evento su FaceBook.

Questo post è stato pubblicato il 29 aprile 2011 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “Pazza iKea”

  1. Scusa se è il terzo,non è che oggi non abbia niente da fare,ma ornella brunelli no dai!
    Poi la new luxury gay guest house,che significa? che dove stanno i gay gli altri non possono stare? perchè è contro natura vedere due persone dello stesso sesso che si vogliono bene?
    che facciamo da una parte gli integralisti etero e dall'altra quelli omo? Non ho capito,è possibile un mondo dove sia rispettato l'amore naturale per quello che è e non per la fazione che rappresenta?Sarà che le persone sono tali in quanto individui senzienti a prescindere da cosa gli ciondola o meno tra le gambe..
    mandare sti messaggi secondo me è contraddire ciò che scrivi.
    Questa non è la solita critica atta a provocarti,ma è un pensiero mio personale.
    se continueremo a dividere l'uomo in fazioni avremo sempre il giovanardi di turno!(anche se professa la libertà)
    Famoso quel porco di tre lettere!!!!!

    RispondiElimina
  2. bella lì. Domani è il 30 però, correggi.

    RispondiElimina
  3. Classico articolo di parte, di quella sinistra debole, che va a cercare il pelo non so dove. B., lo sapete, è ancora lì. Poi ci si mette la simpatica Innocenzi ed è una delizia. Ancora chiacchiere. Dimenticavo: siamo dei guerrafondai come la Francia, lo sapevate questo.

    RispondiElimina
  4. Non si dice "matrimonio gay". Non è un matrimonio diverso. E' lo stesso matrimonio, permesso anche
    alle persone dello stesso sesso.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post