Finché ci saremo noi

Voglio anche confermare che il mandato elettorale affidatoci dai cittadini è chiaro: a Sesto Calende, finchè ci saremo noi, i musulmani non potranno pregare in comunità e questo è il primo impegno che ci siamo presi. Questo non significa che gli islamici non possano pregare ognuno a casa propria.
Marco Colombo, sindaco di Sesto Calende, Varese.
Da Daniele i dettagli dell'edificante vicenda.

Questo post è stato pubblicato il 29 agosto 2010. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

27 Responses to “Finché ci saremo noi”

  1. Vedevo che ne parlava anche Sensi. Leggerlo due volte resta comunque agghiacciante!

    RispondiElimina
  2. sono stata a Sesto Calende a febbraio per accompagnare mio padre per lavoro tre giorni. nell'albergo dove eravamo ho scoperto che l'economia di quella città nel settore alberghiero è sostenuta da questo:

    VARESE Inaugurato ieri nei capannoni dell' ex Siai Marchetti un master internazionale. Quattro simulatori di volo
    Decolla l' Accademia dei Top Gun
    Training, scuola e brevetto firmati Agusta per piloti d' elicottero (http://archiviostorico.corriere.it/2006/giugno/28/Decolla_Accademia_dei_Top_Gun_co_7_060628023.shtml) ed hanno quindi un sacco di stranieri da tutto il mondo come ospiti.

    Ma quelli sono ospiti ricchi e rispettati, anche del mondo arabo, mica immigrati!!!

    RispondiElimina
  3. Queste notizie mi lacerano, da un lato sono contento perchè fosse x me abolirei tutte le religioni, e cominciare da quella islamica è un buon primo passo, ma d'altronde c'è una costituzione da rispettare, che garantisce le libertà fondamentali tra cui quelle religiose.

    Pertanto nn posso imporre al mondo il mio modo di vedere le cose e lo stesso dovrebbe fare questo sindaco.

    RispondiElimina
  4. La cosiddetta "religione" islamica e' merda allo stato puro.

    Bene ha fatto il sindaco ad evitare questi assembramenti di musulmani dove si inculca l'odio e l'intolleranza per gli altri a partire da chi li ospita.

    Merdilparaben quanto vorrei che ti acciuffassero un gruppetto di questi islamici "religiosi" e ti processassero per la tua abominevole culattonaggine .. lo sai caro metilparacoglione quale e' la punizione per i froci nella sacrosanta "religione" islamica ? La morte per lapidazione. Bella "religione" di merda.

    RispondiElimina
  5. Meno male che ci sono gli anonimi! Altrimenti moriremmo di noia nell'affermare + o - tutti la stessa cosa e cioè che in quanto a libertà, democrazia e raffinatezza i legaioli...
    è proprio vero che gente come il sindaco (sindaco?) di Sesto Calende o l'anonimo qui sopra, al mondo non hanno altra funzione che quella di trasformarsi in concime azotato una volta deceduti.

    RispondiElimina
  6. Dombrechi te il concime azotato lo hai al posto del cervello gia' ora che sei ancora in vita... figurati come sei messo male.

    RispondiElimina
  7. fosse solo per il concime sarebbe una cosa buona, il problema è tutto l'ossigeno che traformano in anidride carbonica...cerco cerco ma non mi pare di vedere altre funzioni vitali!

    RispondiElimina
  8. Caputo, come ti capisco, anche iocerco cerco e non vedo altre funzioni "terroniche" se non quella della produzione di merda..

    RispondiElimina
  9. Ascolta molto attentamente anche se capisco che ti è estremamente difficile farlo. Di norma io uso argomenti quando parlo o scrivo e mi piace che vengano capiti, condivisi e magari contestati, nel tuo caso ogni argomento sarebbe inutile semplicemente perché sei maleducato e normalmente non parlo con gente come te per cui dovesti ringraziare l'autore di questo blog se ti lascia dare sfogo alla tua solitudine perchè io non farei altrettanto. Non affannarti a rispondere perchè io non ti risponderò.

    RispondiElimina
  10. Ma potevi anche "affannarti a non rispondere" prima caro amico terrone, vedi io mi diverto a leggere le "terronate" che scrivi... sono una persona semplice e mi diverto con poco.

    RispondiElimina
  11. Comunque metil (che non mi sta simpatico) non ha detto nulla. Ha riportato un fatto. Cosa vuole questo anonimo? perchè te la prendi tanto? Metil non ha accusato nessuno. Ma voglio fare solo una considerazione. Ci sono due possibilità per te, anonimo:

    1) Ti trovi in una posizione sociale agiata, non hai difficoltà a vivere la vita quotidiana e gli unici problemi che riesci a vedere sono le preghiere in arabo di quelli che ti abitano vicino (ammesso che siano problemi);

    2) Vivi in una situazione poco agiata. Ma se è così, sei messo male perchè vuol dire che ti si sono bevuti il cervello. (Non che tu glielo abbia lasciato fare volontariamente, può capitare, si intenda...)

    Se vuoi, replica pure, a qualunque delle due classi tu appartenga io ho già perso le speranze per un dialogo (visti anche i precedenti). Un po' mi dispiace e sai perchè? Se tutti avvesero la foga che hai tu e la indirizzasero verso chi gli fotte il denaro e (di conseguenza) la vera libertà (quella di farsi dei figli, una famiglia, non pregare un dio...) saremo al riparo da molti farabutti. Mi dispiace.

    RispondiElimina
  12. Carissimo anonimo educato delle 16.10,

    Vedi il problema non sono le preghiere, ma il fatto che nei cosiddetti centri islamici, si fa di tutto tranne che predicare la pace. L'islam nemmeno puo' essere considerata una "religione" nel senso che noi occidentali diamo alla parola. Islam infatti vuol dire tradotto letteralmente "sottomissione". Parlare di "religione" e' assolutamente fuorviante, questi personaggi che salgono sui pulpiti delle moschee e operano nei centri islamici non sono nemmeno tenuti a fare omelie. Discutono con i ( soli ) maschi ( rigorosamente eterosessuali ) di cosa significhi vivere l'islam giorno per giorno per il vero musulmano. Discutono se sia giusto o meno violentare una donna se questa mostra un pezzettino di pelle. Discutono di come, in quali modalita' e quanto sia giusto picchiare una moglie se risponde al telefono ( cosa vietatissima nell'islam alle donne ) o quante scudisciate debba avere se osa ribellarsi al marito, al padre, al fratello, allo zio. Tutte cose sacrosante, non si parla nemmeno del fatto se tutta questa violenza gratuita sia giusta o meno .. e' dato per scontato. I personaggi in questione non hanno la piu' pallida idea di cosa significhi pregare, di cosa significhi armonia, rispetto, diritti civili etc etc.

    Questo e' quello che fanno quei "galantuomini", altro che pregare. L'unico modo per controllare questi centri ed evitare che diventino luoghi preposti alla incitazione alla violenza e all 'intolleranza verso gli altri e' di imporre che i cosiddetti imam siano certificati sul posto.

    ESEMPIO : In un centro culturale islamico britannico il responsabile deve essere un cittadino britannico nato e vissuto sul posto, in grado di comprendere la cultura ed i valori della societa' in cui vive e trasmetterli a chi si reca nella moschea durante le ore di attivita del centro. Tali soggetti dovrebbero anche essere "formati" ed esaminati sul posto per quel che riguarda la loro conoscenza del corano, in modo da essere sicuri che gli estremisti non abbiano accesso a posizioni da predicatori all'interno delle moschee e solo per diffondere idee legate ad una visione distorta, vendicativa e corrotta oltremisura di quello che e' scritto nel corano.

    NOTA.

    Tanto per fare un esempio banale, NON e' scritto da nessuna parte sul corano che le donne debbano essere imbacuccate nel burka o altre porcherie del genere.

    Ancora non e' scritto da nessuna parte nel corano che sia vietato fare rappresentazioni del "profeta" maometto. Eppure l'esaltazione di predica la violenza nelle moschee e l'ignoranza di chi ascolta tali prediche ha artatamente infuocato gli animi a commettere le note violenze seguite alla pubblicazione delle vignette sul profeta maometto in Danimarca. Anzi alle vignette realmente pubblicate ne erano state aggiunte altre inventate di sana pianta e dai contenuti anche piu' "offensivi" allo scopo di incitare maggiore violenza .. questo e' quello che al momento si fa nei centri culturali e nelle moschee ad essi annessi. Altro che pregare.

    saluti

    RispondiElimina
  13. (AGI) - Roma, 29 ago. - "L'ISLAM DIVENTI LA RELIGIONE D'EUROPA ". Lo ha detto il dittatore libico Muammar Gheddafi nell'Accademia libica di Roma oggi ospite del nano merdusconi per festeggiare la ricorrenza del trattato libia-italia firmato a roma dal governo merdusconi 2 anni fa.

    Della serie .. caro metilparacoglione te non hai capito un cazzo di niente. Se quelle merde umane dovessere mai sul serio prendere piede con la loro "religione" arcaica del cazzo anche in Europa .. puoi dire addio alle tue stronzate. Quei pazzi furiosi usciti dalle caverne del medioevo non si pongono limiti.. non rispettano le altre culture e civilta.. figurati le altrui sessualita'.. la vedo molto dura per te difensore frocio della "religione" islamica ad oltranza.

    RispondiElimina
  14. ti faccio presente che l'ha portato berlusconi in italia, e la lega è sua alleata.

    RispondiElimina
  15. Difatti lalla, a me fanno schifo sia merdusconi che la lega sua alleata, ma non per questo per partito preso debbo essere acriticamente contrario a tutto cio' che dice o fa il mio "avversario". Nello specifico e' assolutamente comprensibile e condivisibile il desiderio di tenere sottocontrollo il fenomeno e la "religione" islamica che ha naturale tendenza ad espandersi in maniera incontrollata e a deviare verso forme intolleranti e violente se non si impongono dei limiti ragionevoli dall'esterno. Insomma mi pare che si debbano spiegare le cose ai bambini di due anni.

    <>

    <>

    CIAO ;)

    RispondiElimina
  16. Wè ragà......è meglio se vi mettete l'anima in pace, aldilà dei modi con cui si esprime, Anonimo ha ragione.

    Ennio Flaiano, Flaiano non Metilparaben o Sgarbi (sono la stessa cosa) diceva che se i popoli si conoscessero meglio si odierebbero di più, ecco credo voi nn conosciate cos'è l'Islam, eppure potreste informarvi di più grazie alla rete, e invece passate il tempo qui a dare sempre ragione al capo/leader o relatore del blog in questo caso, tale e quale ai berluscones che tanto deridete,facendo la gara a che è più tollerante, multiculturale ecologista e tutto ciò che va di moda a sinistra.

    Anche io sono, anzi mi considero, di sinistra e pertanto ho sempre pensato che la mia prima attitudine dovrebbe essere quella di pensare con la mia testa, e nn con quella del primo che esprime concetti banali in maniera difficile o con toni pseudointellettualoidi, come fa Metil (....e come fa Sgarbi).

    RispondiElimina
  17. Certo, liquida in tre battute una religione praticata da più di un miliardo di esseri umani ma naturalmente non c'è nulla di razzista in quello che dice, ci mancherebbe (bellissima la discussione su quello che c'è e non c'è nel Corano: forse potrebbe indicarmi dov'è che nella Bibbia si parla della Sacra Rota). Caro Giuseppe, non si tratta di essere modaioli ma di rispettare la Costituzione: si spera che a sinistra (e non solo) non sia una "moda" ormai estinta. Su un punto però hai ragione: si tratta di un concetto piuttosto banale.

    RispondiElimina
  18. Caro Panda, nel mio primo intervento ho fatto presente anche io che c'è una costituzione da rispettare, la quale è stata concepita come negazione dei valori fascisti e nazisti.

    Adesso, x quanto mi riguarda l'islam è un qualcosa: dottrina, ideologia o cmq tu voglia chiamarla che ha fatto del disprezzo della vita e della libertà il suo unico senso di esistere e il fatto che abbia attaccato addosso l'adesivo da religione nn giustifica alcun rimando alla ns costituzione...è una questione di sostanza, nn di forma...una distinzione che chi è di sx nn sa più fare, il berlusconismo ha vinto definitivamente???

    RispondiElimina
  19. Scusa, ma sei serio? Mi stai dicendo che, chessò, un Khaled Fouam Allam pratica il disprezzo della vita e della libertà? Che le credenze di una religione che nemmeno ha una ierocrazia possono essere raggruppate in un giudizio così tranchant? Che ciò che è vietato e permesso non lo stabiliscono le leggi, rispettose della Costituzione, ma qualche amministratore locale sulla base di sue personali valutazioni? Rimpiangi i poteri preventivi di polizia sui culti ammessi di epoca fascista? In effetti - qui ti do ragione - le libertà negative, come quella di religione, sono proprio una questione di forma, l'importanza della quale si sperava proprio che le dure repliche della storia l'avessero chiarita. Pare non sia così.

    RispondiElimina
  20. @ Panda

    E' proprio questo il punto, ritieni davvero l'islam compatibile con la ns costituzione???

    Nn la difendiamo tutti i giorni anche da questo blog perchè essa solo rappresenta l'uguaglianza di diritti e libertà x tutti gli uomini, puoi dire lo stesso dell'islam???

    Nn è nata, la costituzione, dallo sfacelo che l'ideologia nazista ha portato nel mondo e dal quale è nata anche la dichiarazione universale dei diritti umani???

    Ma sopratutto, sai spiegarmi perchè i paesi islamici nn hanno aderito a tale dichiarazione perchè incompatibile con la concezione che ha l'islam della persona e della comunità???

    Ho già scritto, in uno dei primi commenti cosa penso di quello che ha detto quel sindaco, ma io ho il coraggio di ammettere che per quanto i leghisti mi possano essere antipatici, stanno facendo (senza volerlo) una battaglia di civiltà che dovrebbe nascere invece dalla sinistra.

    Il discorso sulle "credenze religiose che nemmeno ha una ierocrazia", scusami ma francamente potevi risparmiartelo, immagina se fosse lo stesso nel cattolicesimo: ognuno di noi prostrato alle superstizioni e alle interpretazioni della Bibbia del prete bacucco del paesino....bella prospettiva!!!

    RispondiElimina
  21. Rispondo prima di tutto all'anonimo che mi ha chiamato "anonimo educato". Le pratiche dell'islam non mi interessano. Quello che posso dirti è la seguente cosa. Noi non possiamo cambiare la mente e i costumi che si sono sedimentati dopo secoli di storia. L'unica cosa che possiamo fare è PROTEGGERE chi cerca di sfuggire a questi vincoli. Se una donna islamica, figlia di una famiglia islamica si rifiuta di usare il velo noi dobbiamo far si che il suo volere debba essere rispettato. Notate bene che questo non vale solo per l'islam. Quando la chiesa cattolica se la prende con i gay è esattamente la stessa cosa. Un paese civile deve permettere una protezione per tutti i diritti della persona. Io non so cosa c'è scritto nel corano ma vi chiedo: sapete cosa c'è scritto nella bibbia? Quanti di voi hanno letto la bibbia e il corano? Sapete che le sacre scritture devono essere interpretate? Giudicare così brevemente una questione che si definisce studiando secoli di storia mi sembra presuntuoso. Ripeto: il mio giudizio è sempre lo stesso: il dovere dello stato è di proteggere tutte le minoranze e tutti quelli che vogliono affermare una volontà diversa da quella che gli viene imposta dal contesto sociale o familiare. Evitare di costruire una moschea non calma di certo gli animi e non aiuta a creare un clima di comprensione reciproca. Concludo con una cosa piccola piccola visto che siete tutti religiosi acculturati. Il comandamento introdotto da cristo è: Ama il prossimo tuo come te stesso. Nell'islam si trova scritto: ama il prossimo tu perchè te stesso. Naturalmente dovete andare a leggere di persona per verificare.
    Ciao

    P.S. Per quanto riguarda il presunto medioevo dell'islam: anche la nostra società è in un medioevo. Siamo tutti costretti a vivere tra le catene del consumismo sfrenato, della vacanza all'ultimo grido, del grande fratello... Se vogliamo parlare di libertà intellettuale facciamoci un esame di coscienza e chiediamoci veramente quanto valgono quelle che noi chiamiamo libertà.

    RispondiElimina
  22. I leghisti stanno facendo una battaglia di civiltà sulla cui scia la sinistra dovrebbe porsi? Beh, grazie a Zeus abbiamo idee di sinistra piuttosto diverse! Guarda che qualche annetto fa anche il cattolicesimo non era proprio compatibilissimo né con la democrazia né con la Costituzione (e pure adesso...). E la medicina quale è stata? Integrazione materiale, politica ed educativa: ovvero laicità (moooolto piecemeal) e democrazia. O tu pensi veramente che la ghettizzazione sia un miglior solvente della bizocheria rispetto alla secolarizzazione?
    La Costituzione non è una Bibbia laica in cui si deve credere (sennò mica solo molti musulmani ne sarebbero fuori: pure Berlusconi "non è campatibile" con la Costituzione, eppure sta al governo; pure i leghisti che vogliono negare la libertà religiosa; et coeteri): richiede semplicemente di essere rispettata. Quindi si giudicheranno *a posteriori* *comportamenti* di *singoli individui* e non a priori credenze di gruppo sulla base di stereotipi tagliati coll'accetta. Questi, mi rendo conto, sono proprio concetti banali, anzi, banalissimi: roba da educazione civica.
    Mi piace molto però il terrore della libertà di coscienza che tradisce la tua chiusa (non eri tu quello che bisogna pensare colla propria testa?): i valdesi la tirano avanti da qualche secoletto senza gerarchia e non mi pare se la siano cavata così male. Quel che volevo dire, comunque, è semplicemente che l'assenza di ierocrazia non è, come ovvio, garanzia di spiriti illuminati ma di un pluralismo di credenze che rende risibili (ma non divertenti) i giudizi fallaciani che tu e quell'altro simpaticone continuate a propalare.

    RispondiElimina
  23. @ Panda

    1)La scia avrebbe dovuta farla sinistra
    2)Lo so che il cattolicesimo è incompatibile con la democrazia, com'è che tu nn ti accorgi che è lo stesso x l'islam???
    3)La medicina nn è stata quella che dici tu, ma semmai l'illuminismo, il positivismo e permettini anche la ghigliottina della rivoluzione francese, cose che son mancate purtroppo nella storia dell'islam.
    4)"l'assenza di ierocrazia [garantisce] un pluralismo di credenze"...quest'affermazione mi lascia senza parole.

    RispondiElimina
  24. @Giuseppe
    1) confermo la distanza abissale
    2) mi pare che i cattolici votino, abbiano le loro chiese, eccetera. Hanno pure contribuito a scrivere la Costituzione, non te n'eri accorto?
    3)Quelle sono le premesse remote (ma si può risalire anche più indietro, volendo, almeno fino al libertinismo) del contesto democratico integrante di cui parlavo. I musulmani immigrati qui entrano a far parte di questa storia, volenti o o nolenti: da parte nostra si tratta di continuarla, non di rinnegarla come vorresti tu. (Comunque in Italia la gighliottina rivoluzionaria non l'abbiamo proprio mai avuta e non certo per colpa dell'Islam).
    4) allora puoi passare dalla scrittura alla lettura: c'è una sintesi di storia islamica ascritto a diverse mani presso Laterza che non è affatto male.

    RispondiElimina
  25. Ciao Giuseppe,

    Sono perfettamente daccordo con te e con l'analisi assolutamente corretta che fai. Credo anche che sia perfettamente inutile perdere tempo a discutere con un personaggio come "panda" lascialo pure a crogiolarsi nelle sue stronzate senza senso, non capisce o forse fa lo scemo e non vuol capire.

    Secondo me il Panda in questione dovrebbe cambiare nickname e chiamarsi "Saif al-Islam" ( la spada dell'islam .. lo stesso nome che ha il secondogenito di Gheddafi ) vista la sua propensione a difendere a spada tratta ed acriticamente la merda islamica.

    Cordialmente

    RispondiElimina
  26. Eccone un altro: anche tu vuoi difendere la Rivoluzione (quale non lo so) a colpi di ghigliottina? Almeno i leghisti, col loro fascismo up to date, sembrano un po' meno matti.
    Su un punto però hai ragione: discutere con gente tanto fanatica (e poi se la prendono col fanatismo altrui! Nel tuo caso c'è anche una notevole propensione all'insulto, che, dammi retta, non è che rafforzi molto la tua dialettica) è perfettamente inutile. Adieu.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post