L'Italia nei passaporti del regime libico

Voi che ne dite, dovremmo essere contenti del fatto che sui passaporti di un paese nel quale vige un regime autoritario e vengono ignorati i diritti umani sia stampata la foto del nostro premier che stringe la mano al dittatore?

Questo post è stato pubblicato il 27 agosto 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

15 Responses to “L'Italia nei passaporti del regime libico”

  1. ovviamente non c'e' da esserne contenti.

    ma il passaporto di un Paese come la Libia (assieme alla carta igienica) e' il posto giusto per la sua faccia.

    RispondiElimina
  2. La domanda nasce spontanea: c'è l'estradizione con la Libia? che stia preparandosi il terreno per il buen retiro

    RispondiElimina
  3. ...ci poteva andare peggio, potevano mettere l'immagine di mister b che fa il baciamano a gheddaffi... bacio le mani..bacio le mani...che mi ricorda sta frase??

    RispondiElimina
  4. Ma oltre alla foto, non possono prenderselo tutto quanto? Tanto è piccolo (oltre che ridicolo) un ometto che occupa poco spazio e poi è vecchio...
    Lo mettono sotto a qualche tenda insieme a delle odalische così può millantare chissà quali record prestazionali. Tanto...

    RispondiElimina
  5. Non mi fa piacere, ma sarà un buon promemoria per evitare di ripetere certi errori in futuro.

    RispondiElimina
  6. Non è che hai un'immagine del passaporto...sono curioso di vederlo

    Clunk

    RispondiElimina
  7. Secondo me la foto di Bossi o di suo figlio erano più appropriate visto che sembrano beduini

    RispondiElimina
  8. @ ciccio
    Anche Maroni da quel punto di vista non scherza, a me sembra tanto Arafat.
    Ad ogni modo pare che Geddy stia sbarcando in Italia con il suo solito circo al seguito.
    http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=144494
    Speriamo venga davvero a prendersi nano, sotto-nani e magari anche qualche simil-beduino legaiolo.

    RispondiElimina
  9. Sì, ne sono felice. Così quando finalmente la cappa di omertà mediatica finirà (perché un giorno dovà pur finire) non avremo da mostrare solo le "illazioni" di magistrati, giornalisti, politici e cittadini "pregiudizialmente ostili" al nanerottolo, ma anche documenti ufficiali a testimoniare inequivocabilmente di che pasta (melma ?) è fatto il pover'ometto.

    RispondiElimina
  10. cari amici lettore,ricordatevi che gheddafi non regala niente a nessuno e non fa niente per niente, e un nazionalista ed orgolioso della sua terra e di stare sotto la tenda come segnio di omilta e che potrebbe meritarsi dipiu con tutti soldi che ha,il gesto di mettere berluscone sul pasapporto none un gesto di amicizia ma e un troffeo come dire,un vecchio invasore della libia e venuto in gignochio a chiedere scusa pagando un simbolo risarcimento del danno che ha causato,e con l atto del pasaporto parlera la storia dopo di me.

    RispondiElimina
  11. B sappiamo essere tutto fuorchè un fesso, ergo non aspettiamoci che la storia ci venga a consegnare chissà quale pagina. Il sodalizio ha avrà il suo bel perchè, come escludere che con i dovuti accorgimenti non s'installi pure in qualche harem il diritto d'asilo a perseguitati da magistrati comunisti. Remember Craxi? beh, B sarà il più veloce premier degli ultimi 150 anni. A svignarsela. Altro che presidente della repubblica, quello è il solito colpo alla Copperfield per il popolo bue. Avrà il suo harem, le mignotte e lo stalliere per il cammello.

    RispondiElimina
  12. scusate o.t. ma da vedere assolutamente...

    http://www.francarame.it/node/1311

    RispondiElimina
  13. Lalla ho visto....
    sono basito.
    E' il trionfo del nulla siderale e delle frasi fatte, confezionate ad uso e consumo dei gonzi che lo hanno votato solo perchè è il figlio dell'altro cialtrone.
    Povera Italia!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post