Sicuri di volerlo, un dio vendicatore?

In effetti mi stavo giusto chiedendo come mai nessuno avesse ancora avuto l'alzata d'ingegno di sostenere che la tragedia di Duisburg sia stata una punizione divina.
Quanto al merito, sarebbe appena il caso di chiedersi una cosa: ammettendo, per amor di discussione, che l'onnipotente si sia preso la briga di punire con la morte per schiacciamento dei ragazzi la cui unica colpa è stata quella di andare a ballare, che genere di sanzione divina sarebbe lecito attendersi per i preti che si sono inchiappettati allegramente migliaia di bambini inermi e per i superiori che ne hanno sagacemente insabbiato le gesta?
Non so, una bomba atomica?

Questo post è stato pubblicato il 10 agosto 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

22 Responses to “Sicuri di volerlo, un dio vendicatore?”

  1. le sole cose positive sono che per la prima volta anche una testata nazionale sembra prendere posizione di fronte alle dichiarazioni di coso, e il fatto che sembra si siano un attimino risentiti, finalmente, anche i fedeli...

    RispondiElimina
  2. Il dio in cui io non credo è comunque migliore del dio in cui credono loro.

    RispondiElimina
  3. Accusa di omicidio plurimo premeditato, sarebbe da mettere in galera questo dio e chiudere l'associazione a delinquere che sta sotto

    RispondiElimina
  4. "se Dio c'è, spero abbia almeno una buona scusa"
    W. Allen

    RispondiElimina
  5. Dio è Amore,e quel vescovo bestemmia

    RispondiElimina
  6. Il pensiero della non esistenza di Dio non ha mai spaventato nessuno, ma è terrorizzante invece pensare che ne esista uno come quello che mi hanno descritto. (Denis Diderot)

    RispondiElimina
  7. ogni tanto (ultimamente più che spesso) mi chiedo se il Dio in cui credo io sia lo stesso in cui credono i vescovi che mi dovrebbero "guidare".
    e mi dico di no.

    RispondiElimina
  8. La mia risposta al vescovo è: meglio "completamente impossibili da redimere" che ipocriti come loro.

    Mi chiedo poi perché perdo tempo a pensare ad una risposta a queste persone. Non se la meritano.

    RispondiElimina
  9. Sono anche dichiarazioni come queste che ci fanno capire di essere indietro di secoli, all'incirca al Medioevo, rispetto ad altri paesi. O altre religioni, per chi crede.

    RispondiElimina
  10. Le punizioni di Dio sono parte di una forma di umorismo che non riusciamo ancora a comprendere.

    RispondiElimina
  11. con questa storia della punizione divina hanno veramente rotto, diventa difficile per una mente pensante riuscire ad essere ancora credente

    RispondiElimina
  12. La cosa triste, ma a mio parere anke grave, è che personaggi di quel calibro siano stati posti alla guida di una comunità di fedeli, anke se locale.
    Siamo alle sparate...chi lo dice a quel prelato che è stato dio a causare o in qualche modo consentire la morte (!!!!!!!) di quei ragazzi?
    Cos'ha quel vescovo un cellulare con il paradiso?
    Mi viene in mente solo una parola: VERGOGNA!

    RispondiElimina
  13. I personaggi come questo porporato e tutti i suoi colleghi che quotidianamente impestano le cronache altro non sono che il risultato di "libri sacri" scritti per popoli dediti perlopiù alla pastorizia ed alla pesca di 2000 anni fa.
    Il linguaggio è rimasto quello, così come le menti di chi li sta ad ascoltare.

    RispondiElimina
  14. E dire che il loro profeta, Gesu' Cristo ha perdonato tutti ma proprio tutti, dalle puttane ai centurioni passando per le adultere e i traditori della patria. Solo una categoria non ha mai perdonato (scritto nero su bianco ne vangelo) ossia i pedofili. Anzi ha dato loro un cosiglio: che sarabbe meglio che si buttino al mare con una pietra di mulino appesa al collo. Non sono parole mie. Saluti!

    RispondiElimina
  15. http://littlecaesar.splinder.com/post/23133288/il-vescovo-austriaco-e-il-vangelo :

    "Figlioli, ancora per poco sono con voi. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri.
    Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri"
    L'ha detto un tale, 2000 anni fa

    RispondiElimina
  16. Quoto littlecaesar, perchè condivido il valido punto di riferimento per chi come me vuole credere (=vivere) con lo stile evangelico. Le parole dell'idiota (ops ho scritto quello che penso di vescovi del genere) vanno in altra direzione presentando un dio su noi - iniziale voluta, che è altro dal Dio per noi - iniziale dovuta.

    RispondiElimina
  17. La vera punizione divina, per loro che credono in queste cose, è l'ormai imminente estinzione della Chiesa Cattolica (vedi età media del clero).
    Dove non sono riuscite le rivoluzioni avrà successo la natura (sempre per usare il loro linguaggio, le cose andranno "secondo natura").

    RispondiElimina
  18. sassicaia molotov mi ha tolto i tasti dalle dita... e aggiungo che l'ipocrisia non sta più nella curia o nei singoli (dal parroco al papa), ma in chi professa il proprio culto nelle chiese e non in un luogo molto più sacro: casa sua!
    P.S.
    il papa in primis dovrebbe scoprire le proprie chiappe al furore di qualche genitore.
    il padre dell'uomo ragno disse:
    "da un grande potere deriva una grande responsabilità"

    RispondiElimina
  19. In realtà per il credente 'la messa è messa' anche se la celebra una bestia come nel caso di cui sopra.

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. se esiste un Dio , perchè crea i bambini per permettere ai comunisti di mangiarseli? :)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post