Mussolini? Un dittatore all'acqua di rose

Monsignor Giacomo Babini, vescovo emerito di Grosseto:

Mussolini sbagliò ad allearsi con Hitler, ma bisogna anche riconoscere che la sua dittatura fu una cosa all'acqua di rose.
Ricapitoliamo? Maometto era un predone senza scrupoli, nell'Islam si nasconde il disegno del maligno, Hitler non era semplicemente pazzo ma anche stufo degli ebrei usurai, gli omosessuali sono peggio degli animali, la Chiesa ha fatto bene a trasferire i preti pedofili senza denunciarli, se la Chiesa accoglie gli anglicani imbarca una bella dose di gay, gli islamici più li aiuti e peggio ti guardano, gli omosessuali sono peggio dei pedofili, Mussolini era un dittatore all'acqua di rose.
Credetemi: comincio seriamente ad aver paura della prossima dichiarazione.

Questo post è stato pubblicato il 03 agosto 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

27 Responses to “Mussolini? Un dittatore all'acqua di rose”

  1. Hai omesso la parte migliore: la motivazione sarebbe che durante il ventennio ci sarebbero state "solo" una trentina di pene di morte. Chiaro, andare in guerra è l'ultima delle cose da valutare.
    Luca

    RispondiElimina
  2. All'acqua di rose o non all'acqua di rose una dittatura è sempre una dittatura a monsignò!!!
    Va beh che voi siete abituati a seguire più o meno spontaneamente le elucubrazioni di un tizio di bianco vestito, ma nel mondo degli esseri unani normali la libertà e la pluralità di modi di pensare e di essere sono valori essenziali.
    Io però non ho capito una cosa...ma sti personaggi che ogni tanto stanno male su pontifex...ma a che titolo parlano?...a chi giova tutto ciò?
    Non si rendono conto che così facendo si allontanano alla velocità della luce dalla società civile e rischiano di parlare solo per le mummie come sono loro?
    Boh....

    RispondiElimina
  3. Ma dai ormai hanno capito tutti che Pontifex è un sito di satira abilmente mascherato

    RispondiElimina
  4. in effetti, c'è di buono che Pontifex NON censura i commenti.. e se si dà un'occhiata ai commenti al post non pare molto seguito da fans dl Monsignor Babini.

    RispondiElimina
  5. Io ho più paura della gente che non dice un cazzo, che non si alza e non lo strangola, che magari fa anche "si si" con la testina.
    Sono i nostri dirimpettai, i salumieri da cui andiamo a comprare il prosciutto, i meccanici che ci fanno la revisione dell'auto, i guidatori degli autobus su cui saliamo, i funzionari che sbrigano le nostre pratiche burocratiche. Siamo CIRCONDATI da lobotomizzati che si bevono ste sparate agghiaccianti, solo perché dette da un testa di cazzo vestito come Neo di Matrix!!
    Rendiamocene conto!

    RispondiElimina
  6. Se messo a confronto con altre dittature, quella di Mussolini non è all'acqua di rose ma all'acqua di fonte (Lievissima minerale purissima).

    RispondiElimina
  7. Piantala di ammannirci le perle di quell'arteriosclerotico o mi rifiuto di seguire ulteriormente il tuo blog

    RispondiElimina
  8. Tra parentesi, anche Berluscioni disse qualcosa di simile...

    RispondiElimina
  9. Ma della frase "Fini e lo stesso Berlusconi, pur proclamandosi cattolici, sono fuori della comunione della Chiesa" nessuno dice nulla? A me sembra abbastanza dirompente anche questa.

    RispondiElimina
  10. quoto Arcureo, la nostra quotidianità è permeata da gente distratta e svogliata che annuisce a qualunque cosa tu gli dica, a meno che si tratti di calcio o di donne (per gli ometti) o di manicure e shopping (per le signorine)...

    RispondiElimina
  11. Non ci sono più le mezze stagioni e neanche i dittatori di una volta...

    RispondiElimina
  12. Er Monnezza occhio che quell'emerito di un vescovo ti tiene di mira.. in canonica l'altro ieri lo hanno sentito parlare di un possibile "delitto al ristorante cinese".
    come si dice 'er Monnezza avvisato .. mezzo salvato.

    RispondiElimina
  13. Per le prossime dichiarazioni punto tutto sul 'in fondo la Santa Inquisizione era più garantista e meno persecutoria di certa magistratura'.

    RispondiElimina
  14. @tutti noi
    Se questa dichiarazione fosse pervenuta dalla sora Cesira del terzo piano non le avremmo dato alcun peso; l'avremmo semplicemente archiviata nel raccoglitore "luoghi comuni".
    Se ne deduce che i vescovi più o meno emeriti hanno la stessa probabilità di dire (emerite) sciocchezze della sora Cesira del terzo piano. Propongo quindi di dare loro in questo blog la stessa visibilità che viene data alla sora Cesira; zero.

    RispondiElimina
  15. e di dare più visibilità a questi fatti:
    http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=113427&sez=NORDEST

    RispondiElimina
  16. direi che il prossimo proclama potrebbe essere:

    "i negri sono figli del demonio, infatti sono neri come il peccato eterno"

    RispondiElimina
  17. Eccomi a te, mia piccola pecorella smarrita.

    I miei collaboratori mi avevano tanto parlato del tuo blog, riportandomi cose in verita' non lusinghiere che alla fine ho voluto sincerarmene di persona.

    Quello che dici, mia piccola pecorella, o forse dovrei direi pecorone, non e' per nulla esatto. Cadi in grave errore mio caro amico monnezzaro nello scrivere cio' che scrivi sul mio conto con reiterata protervia e cio' mi rattrista molto. Cerca di non perseverare nei tuoi errori e migliora la tua condotta di vita mio caro. Su invito del mio segretario personale ho visto anche la foto del tuo profilo e l'ho studiata con attenzione. Capisco dal tuo sguardo triste e malinconico che devi aver sofferto molto e preghero' per te al riguardo, affinche' tu possa convertirti alla fede e ti decida a tagliare i baffi. Ho anche notato una inquietante somiglianza al noto attore romanesco di origini cubane Tomas Milian detto 'Er Monnezza e questo spiegherebbe la tua fascinazione coi regimi comunisti di stampo caraibico.

    Ascolta la parola di un Vescovo emerito che ti vuol bene, lascia stare la monnezza e prega anche tu ardentemente per la salvazione della tua anima. La preghiera puo' operare miracoli immensi. Ti saluto cordialmente.

    In fede

    S.E. Mons. Giacomo Babini

    Vescovo Emerito della Diocesi di Grosseto

    RispondiElimina
  18. Ma.. vi dirò.. anche a me sembra una bufala colossale pontifex. Qualcuno si sta divertendo alla grande secondo me.

    RispondiElimina
  19. E vi dirò di più.. guarda caso l'unica fonte di queste dichiarazione è sempre e solo pontifex. Anche quando vengono riprese da repubblica per esempio, l'unica fonte è sempre pontifex. A me sembra strano.. Beh in ogni caso auguro a tutti i vescovi di finire all'inferno, visto che loro ci credono.

    RispondiElimina
  20. avrei giurato che era di più all' olio di ricino !

    marco,

    RispondiElimina
  21. Un po di olio di ricino non fa mai male...

    RispondiElimina
  22. ohhh...ohhhh....per poter parlare di certe cose bisogna essere informati e avere un minimo di intelligenza... tutti i vostri commenti sono solo una marea di cazzate e lo sarebbe anche il mio se adesso volessi darvi qualche mio parere dall'alto della mia esperienza come fate voi... invece vi dico solo che il problema non sta nel criticare e nel demolire la chiesa il papa etc... il problema è la vita do ognuno... dovreste cercare piuttosto cercare qualcosa di vero e che vi renda felici... cosa vi giova smontare il parere di un altro?? per me il cristianesimo è una figata... è un incontro che ho avuto e mi ha cambiato la vita... è questo il motivo per cui seguo non un cardinale o il papa che sono persone e possono sbagliare, bensì cristo che riempie la mia vita...

    RispondiElimina
  23. ....saranno pure una marea di cazzate, ma quello le chiama!!!

    RispondiElimina
  24. Sei cosi pieno anonimo che non avevi più posto per il tuo nome vero?

    RispondiElimina
  25. ma lasciatelo dire! del resto chi disse che mussolini era l'uomo della Provvidenza? Sarà disinibito per l'età e dice quello che pensa:d'altra parte non furono più di 30000 gli ebrei che le leggi raziali di mussolini cconsegnarono all'"amico" hitler!Gli amic sono amici!

    RispondiElimina
  26. Nell’agosto 1924, in occasione del necrologio dello storico ebreo Felice Momigliano, pubblicato in Vita e Pensiero, rivista dell’Università Cattolica, Agostino Gemelli, il fondatore dell’Università del Sacro Cuore a Milano, scrive senza mezzi termini: “Ma se insieme con il Positivismo, il Socialismo, il Libero Pensiero, e con il Momigliano morissero tutti i Giudei che continuano l’opera dei Giudei che hanno crocifisso Nostro Signore, non è vero che al mondo si starebbe meglio? Sarebbe una liberazione, ancora più completa se, prima di morire, pentiti, chiedessero l’acqua del Battesimo” . In piena epoca fascista, il padre francescano appoggia le leggi razziali del ‘38 ed arriva a pronunciare - l’anno dopo - un pubblico discorso vergognoso all’Università di Bologna in cui attacca le “consorterie giudaico-massoniche”, nemiche del Cristianesimo .
    Eugenio Pacelli, quattro giorni dopo la sua elezione a papa, il 6 marzo 1939, mentre le truppe tedesche invadevano la Cecoslovacchia, così scrive al “caro” dittatore:

    “Al molto onorando signor Adolfo Hitler, Führer e Cancelliere del Reich tedesco, Pio papa XII.
    (...) Fin dall’inizio del nostro pontificato noi intendiamo assicurarla che restiamo intimamente affezionati al popolo tedesco affidato alle sue cure (...).
    In grato ricordo dei lunghi anni nei quali, come Nunzio apostolico in Germania, con gioia, tutto abbiamo messo in opera per ordinare le relazioni tra Chiesa e Stato in reciproco accordo e in efficace collaborazione, a vantaggio delle due parti, e per portarle a ulteriori vantaggiosi sviluppi (...).
    Frattanto noi imploriamo per lei, molto onorando signore, e per tutti i membri del suo popolo, coi migliori auguri, la protezione del Cielo e la benedizione di Dio onnipotente” .

    da: LA RELIGIONE CHE UCCIDE
    COME LA CHIESA DEVIA IL DESTINO DELL’UMANITÀ
    (Nexus Edizioni), giugno, 2010.
    517 pagine, 130 immagini, € 25

    http://www.shopping24.ilsole24ore.com/sh4/catalog/Product.jsp;jsessionid=5CEA4413C7EEA5149DD28140DBE79EC4?PRODID=SH246200038
    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-religione-che-uccide.php
    http://shop.nexusedizioni.it/libri_editi_da_nexus_edizioni_la_religione_che_uccide.html
    http://www.macroedizioni.it/libri/la-religione-che-uccide.php
    http://www.unilibro.it/find_buy/findresult/libreria/prodotto-libro/autore-di_benedetto_alessio_.htm
    http://alessiodibenedetto.jimdo.com/novita-2010/
    http://alessiodibenedetto.blogspot.com/2010/04/fuori-della-chiesa-non-ce-salvezza.html

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post