Ditemi che non è così (vi prego)...

Cito testualmente da Repubblica:

I poster che da venerdì scorso sui muri di tutta la capitale testimoniano il cordoglio del Pd Lazio per la strage dei militari italiani a Kabul riproducono in centinaia di copie un errore clamoroso. Sullo sfondo nero compare la scritta "Ciao ragazzi", in basso il logo del Pd Lazio in alto a sinistra una coccarda tricolore. Peccato che l'ordine dei tre colori sia quello sbagliato: invece del verde, bianco, rosso previsto dalla Costituzione, al primo posto è stato inserito il rosso, poi il bianco, infine il verde. Una combinazione anche poco originale, oltre che errata, visto che campeggia da più di un secolo sulla bandiera ungherese
...

Questo post è stato pubblicato il 21 settembre 2009 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

12 Responses to “Ditemi che non è così (vi prego)...”

  1. capita quando si fanno manifesti o stampe...comunque denota scarsa cultura e scarsa attenzione.....speriamo che non sia poi stato voluto addirittura.........

    RispondiElimina
  2. mah, a me sembra che l'ordine non sia sbagliato. nella bandiera ungherese (http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/c/c1/Flag_of_Hungary.svg) le tre bande sono orizzontali, in quella italiana verticali: e in una fascia obliqua come quella del manifesto, vai a dire da che parte sta l'asta (vicino alla quale va il verde). vedi anche l'art 12: http://www.governo.it/governo/costituzione/principi.html

    RispondiElimina
  3. io ho visto la bandiera italiana disegnata al contrario (con il rosso vicino all'asta) nientemeno che su un testo scolastico di geografia per le scuole superiori. Ricordo poi che andando a vedere il prezzo di copertina, mi è scappata un'invocazione divina particolarmente originale.

    RispondiElimina
  4. oltretutto sarebbe bastato copiare l'ordine dei colori sullo stemma del partito.

    RispondiElimina
  5. Piccola disattenzione perdonabile. Non lo considero un errore così grossolano. Farne addirittura un post mi sembra esagerato.

    RispondiElimina
  6. Grave, e' grave, soprattutto da parte di uno dei due/tre partiti che alla Costituzione e all'Italia ancora un po' ci tiene...

    Ma a me pare ancora piu' brutto quel "Ciao ragazzi." Ma che e', un saluto da Festivalbar?
    Ma dai...

    RispondiElimina
  7. No, "Ciao ragazzi" è proprio fascista! E mo basta, io non ne posso più de sti militari morti. Eroi de che? Onore a chi? Cosa fanno PER ME, PER NOI ogni giorno lì in afghanistan? Niente. Non gliel'ho chiesto e non vorrei che ci stessero. Le aziende che prendono soldi per la ricostruzione, non mi portano reddito e non aumentano l'economia italiana. Abbasta. Scusate lo sfogo in casa d'altri.
    A presto

    RispondiElimina
  8. ahahahahahahah!!!

    a-hem... piccolo momento casual :D

    RispondiElimina
  9. Non so se ridere o piangere; pensare che l'opposizione sia formata da questa gente e da Di Pietro...

    "Ciao Ragazzi" è inguardabile, un pessimo slogan, bastava un "Grazie Ragazzi" oppure un "Non vi dimenticheremo", o non so cos'altro...

    RispondiElimina
  10. @Gian magari bastava non scrivere niente... stra-d'accordo con il Pifferaio. Sinceramente dell'ignoranza dei nostri politici non mi stupisco più, quello che mi lascia allibita è che abbiano pensato di fare un manifesto

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post