In Italia il problema è innanzitutto culturale

Guardate questo commento pubblicato su Il Giornale online e inorridite insieme a me.

"Non riesco a capacitarmi del fatto che si tolleri con tanta leggerezza il proliferare di giornali nuovi, vedi quello di Marco Travaglio, l’uomo più viscido della sinistra disfattista e sempre alla ricerca di nuovi modi per indebolire il premier, vista la continua ascesa dello stesso nel consenso degli italiani. Possibile che l’avvocato Ghedini non riesca a trovare un reato plausibile per la chiusura di queste «vipere» che strisciano con il continuo intento di mordere il premier e causarne la morte politica? Un giornale che palesemente offende e denigra il capo del governo va subito chiuso. Lasciamo poi le critiche a chi è nato per criticare tutti gli avversari politici. Una volta creato l’esempio gli altri giornali di sinistra si guarderanno dal continuare ad offendere il premier e la sua coalizione. Possibile che non si riesca a trovare una norma che preveda l’attentato morale al capo del governo? Io credo che l’unica soluzione a questo continuo stillicidio di calunnie sia quello di rispondere con i sistemi usati (che io non approvo) da Putin nei confronti della Georgia, e della Cina nei confronti dei monaci tibetani: «La forza». Dopo una serie di bastonate inflitte a Franceschini, D’Alema, Travaglio, Santoro e Maurizio Mannoni, si vedrebbero subito i risultati, si vedrebbe il ritorno del rispetto nei confronti di Berlusconi."

Questo post è stato pubblicato il 25 settembre 2009 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

21 Responses to “In Italia il problema è innanzitutto culturale”

  1. Spero che... voglio dire... sarà ironico, no?
    ...no?

    RispondiElimina
  2. Penso che si possa commentare solo col video di Facci di ieri sera ad Annozero.

    RispondiElimina
  3. Non so se è peggio chi l'ha scritto o chi l'ha pubblicato. Tristezza

    RispondiElimina
  4. Chi l'ha scritto ha assolutamente bisogno di un buon epatologo. Chi l'ha pubblicato è il giornale di quel signore visto ieri sera ad annozero con un testone di Mussolini sulla scrivania da direttore.

    RispondiElimina
  5. veramente, sassicaia, mi augurerei che non lo trovassero uno buono, di epatologo, quel signore che ha scritto quella lettera e chi gliel'ha pubblicata. purtroppo siamo noi ad avere bisogno di un buon epatologo, mentre questi signori continuano a godere di buona salute e a sproloquiare.

    RispondiElimina
  6. l'ironia?
    nella precisazione del fatto "di non essere d'accordo" coi sistemi di putin.
    e che scrivevi altrimenti?
    in soli sessant'anni sta gente ha cancellato la storia dello sfacelo (s)fascista dalla propria memoria.

    RispondiElimina
  7. Manganelliamoli tutti tutti tutti,
    questi sporchi farabutti...

    RispondiElimina
  8. Fascismo?
    a me viene in mente solo questo...

    RispondiElimina
  9. Imbarazzante per la specie umana.
    Ma come si spiega che sia io che questo "coso" apparteniamo alla stessa specie?
    Ma siamo poi davvero sicuri di discendere tutti dalla stessa scimmia? Mha! A me qualche dubbio mi viene

    RispondiElimina
  10. Attenzione. Io questo pezzo apparso sul Giornale l'ho sentito commentare in una rassegna stampa alcuni giorni fa. E' sicuramente preoccupante la lettera di un lettore del Giornale, ma rassicurante la risposta di Cervi che nonostante si dia dispiaciuto di certi attacchi, ribadiva in modo netto e liberale la presenza doverosa della critica.

    RispondiElimina
  11. Sono parole che può pensare solo chi non si è mai trovato - per fortuna, ignavia, famiglia, etc. - dalla parte sbagliata della "forza" che invoca.
    Verrebbe quasi da augurarglielo.

    RispondiElimina
  12. Ammetto che quotidianamente, come forma di masochismo estremo, leggo il giornale online e soprattutto i commenti dei lettori, che rasentono spesso e volentieri questa bestialità. Se ne trovano di tutti i tipi, corti, lunghi, sgrammaticati, pieni d'odio e di violenza, e mette tristezza pensare che questi rappresentano una bella fetta del popolo.

    RispondiElimina
  13. Metil hai colto nel segno. Come sostengo siamo di fronte ad un processo di drive in-izzazione delle masse. Te lo ricordi Drive-In sulle reti Fininvest nei primi anni 90? Esatto. Il processo è iniziato da li. Questo tipo di cultura premia innanzitutto il nichilismo della cultura stessa, ossia l'annullamento dello sfondo culturale, presentando come modello il tutto facile dei giochi a premi e della cultura generale spicciola alla "CHi vuol essere milionario". QUesto rende l'individuo schiavo della bramosia del possesso e lo rende fortemente utilitarista. CI sarebbe da fare un discorso lunghissimo,qualche volta se vuoi, ti posos inivare del materiale dei miei studi.

    RispondiElimina
  14. Scusate un attimo:
    questa gente vota un tipo che è

    corruttore, evasore, monopolista , falso, ipocrita, piduista, senza vergogna, amico di dittatori, superbo, prepotente, illiberale, guerrafondaio...(mi sono limitato alle cose accertate oltre ogni dubbio)

    Io non riesco a meravigliarmi/sorprendermi/indignarmi che scrivano quelle cose.

    RispondiElimina
  15. Ti posso dire una cosa Gian? Continuiamo ad indignarci, altrimenti corriamo il rischio di abituarci...

    RispondiElimina
  16. Maurizio Mannoni??? Maddai ma che ha fatto porello :)

    RispondiElimina
  17. Il "carissimo" lettore indignato potrebbe consigliare al suo caro presidente del consiglio tanto vessato, di commissionare una bella legge che magari impedisca la pubblicazioni di giornali che contengano informazioni che poco lo aggradano...potrebbe essere un'ottima soluzione? :))

    RispondiElimina
  18. ... comincio ad avere seri dubbi sul considerare FASCISTA di questo governo di cui il PUTTANIERE DO HARDCORE ne è l'espressione. non vi pare invece che sia "STALINISTA" (in nome del progresso e della nazione...). cioè esattamente quelli che dicono di non essere (COMUNISTI) che usano in continuazione come serbatoio per le accuse, per giustificare i propri FALLIMENTI. cosi faceva STALIN,... no?. qualcuno mi risponda please...

    RispondiElimina
  19. E ci credo che questa gentaglia prova in tutti i modi a tappare la bocca a chi fa un minimo di contraddittorio!
    Leggete questo articolo, descrive fin troppo bene che razza di personaggi abbiamo in politica:

    http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2342013&yy=2009&mm=09&dd=26&title=narcisismi_di_destra_antipatie

    RispondiElimina
  20. quando si è fatto riferimento ai sistemi utilizzati da putin per un attimo ho creduto che fosse un'esortazione a inviare sicari per uccidere giornalisti dissidenti...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post