Obama, Berlusconi, le nuvole e gli spot



Quella che vedete sopra è la "nuvola" delle 150 parole più utilizzate da Barack Obama nel suo intervento all'Assemblea Generale dell'ONU: come potete riscontrare (se volete, ingrandite l'immagine cliccandoci sopra) le parole pronunciate più spesso dal presidente degli Stati Uniti durante il suo intervento sono state "nazioni", "gente", "mondo", "pace", "lavoro".


Questa, invece, è la stessa nuvola, stavolta elaborata analizzando il discorso di Silvio Berlusconi.
Ebbene, anche in questo caso il termine pronunciato con maggiore frequenza è "paesi" (cioè, grosso modo, il "nations" di Obama), il che lascerebbe intravedere un vago quanto insperato barlume di analogia tra i due interventi; la parola che si piazza al secondo posto, tuttavia, provvede immediatamente a dissipare qualsiasi illusione.
Pace? Gente? Mondo? Lavoro?
Macché: la parola più utilizzata dopo "paesi" è "L'Aquila".
Si vede che il nostro Presidente del Consiglio continua a trovarsi più a suo agio con gli spot che con la politica.
Anche alle Nazioni Unite.

---
Immagini realizzate con Wordle.

Questo post è stato pubblicato il 24 settembre 2009 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

2 Responses to “Obama, Berlusconi, le nuvole e gli spot”

  1. bellissimoooo! sarebbe da fare anche sulle risposte date da Zapatero e da Berlusconi alla recente conferenza stampa dei due...sono certo che vedremmo spiccare di gran lunga la parola "prestazioni sessuali"

    RispondiElimina
  2. Mi era sfuggito questo. Mi permetto di ipotizzare che la parola L'Aquila sia stata pronunciata in merito al G8. A riprova, le parole vertice e G8 risultano citate spesso, la parola terremoto mai. Non che non denoti ugualmente egocentrismo.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post