I ministeri di Berlusconi

Secondo La Repubblica Berlusconi avrebbe pronto un "piano B": mettere alla guida del nuovo governo un altro premier del PDL e diventare un semplice ministro.
Siccome sono un tipetto scrupoloso, mi sono preso la briga di verificare quali potrebbero essere i dicasteri più adatti al Cavaliere, ottenendo un risultato sorprendente: potrebbe guidarli praticamente tutti. Alla sua maniera, s'intende.
Se non ci credete, leggete attentamente il seguito. E poi ditemi se non ha ragione lui, quando dice di essere unto dal signore.

SALUTE
Eluana è una persona viva, che respira in modo autonomo, le cui cellule cerebrali sono vive e mandano anche segnali elettrici. Una persona che potrebbe anche avere un figlio.

PARI OPPORTUNITA'
Se qualche volta mi succede di guardare in faccia qualche bella ragazza, meglio essere appassionati di belle ragazze che gay.

RAPPORTI CON IL PARLAMENTO
Le assemblee parlamentari pletoriche sono assolutamente inutili e addirittura controproducenti. Diranno che offendo il Parlamento ma è la pura realtà.

ISTRUZIONE, UNIVERSITA' E RICERCA
Ci aspettano tre anni di lavoro, nei quali, uscendo via via dalla crisi, attueremo le grandi riforme:. (...) Vogliamo anche vincere il cancro.

GIOVENTU'
Se ci sono ragazzi che invece di dedicarsi al corteggiamento delle ragazze preferiscono dedicarsi ad attività di questo genere, sono fatti loro. Io alla loro età facevo cose diverse.

SVILUPPO ECONOMICO
Dovremo far lavorare di più gli italiani, ci sono molte festività in eccesso, sappiamo che un ponte in meno produce un incremento sensibile sul PIL.

INFRASTRUTTURE E TRASPORTI E INFRASTRUTTURE
Il progetto esecutivo per la costruzione del Ponte sullo stretto di Messina sarà pronto entro dicembre di quest'anno, entro il 2013 sarà completata l'autostrada Salerno-Reggio Calabria.

BENI E ATTIVITA' CULTURALI
Andiamo in tutta Europa, come missionari, proponendo la tv commerciale.

ECONOMIA E FINANZE
C'è una norma di diritto naturale, che dice che se lo Stato ti chiede un terzo di quello che con tanta fatica hai guadagnato, questa ti sembra una richiesta giusta, e glielo dai in cambio di servizi che lo Stato ti dà. Se lo Stato ti chiede di più, o molto di più, c'è una sopraffazione nei tuoi confronti e allora ti ingegni per trovare dei sistemi elusivi o addirittura evasivi, che senti in sintonia con il tuo intimo sentimento di moralità, e che non ti fanno sentire intimamente colpevole.

GIUSTIZIA
La magistratura è una malattia della nostra democrazia, dobbiamo assolutamente cambiare l'ordine giudiziario, non lascerò la politica finché un cittadino non potrà andare davanti a un giudice che sia veramente imparziale.

INTERNI
Anche nello stato più militarizzato e poliziesco possibile un caso di questo genere può sempre capitare, quindi non è che si può pensare di mettere in campo una forza tale... dovremmo avere tanti soldati quante sono le belle ragazze italiane, credo che non ce la faremmo mai.

AFFARI ESTERI
Non vogliamo più morti albanesi nel canale di Otranto o flussi criminali verso l'Italia. Faremo un'eccezione per chi porta belle ragazze.

AMBIENTE
Sul nucleare non c’e’ tempo da perdere. Prenderemo delle decisioni assennate e, una volta che saranno prese da istituzioni democraticamente elette e con metodo democratico, anche qui dovremo usare l’esercito per la costruzione delle centrali nelle zone che verranno scelte.

POLITICHE EUROPEE
C'è un eccesso di regolamentazione in Europa, si fanno leggi sulle mele, sulle pere, sulle zucchine...

ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA
Certe volte mi dispiace di non essere un dittatore ma, ahimè, non lo sono.

INNOVAZIONE
Abbiamo tanti strumenti tecnologici. C'è, per esempio anche l'uso di Gògol e di altri strumenti offerti da internet.

TURISMO
Mussolini non ha mai ucciso nessuno: gli oppositori li mandava in vacanza al confino.

DIFESA
Se questi faranno il governo tecnico noi gli scateneremo contro la guerra civile.

RIFORME PER IL FEDERALISMO
Io non mi siederò mai più ad un tavolo dove ci sia il signor Bossi. Non sosterrò mai più un governo che conti su Bossi come sostegno. È una persona totalmente inaffidabile. Mi meraviglio come anche i mezzi di comunicazione, senza nessun senso critico, diano ospitalità a tutte le sue esternazioni che non hanno né capo né coda.

Questo post è stato pubblicato il 07 dicembre 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “I ministeri di Berlusconi”

  1. MI sembra che alla lista manchi il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali e la dichiarazione del nostro uomo durante Atreju organizzato dalla buona ministra Meloni ed i suoi, giovani, amici camerati: "Cercate un lavoro all'estero". "L'ho già detto una volta e sono stato criticato dalla sinistra: cercate un fidanzato ricco. Anche i ragazzi possono farlo, ma non equivochiamo: devono essere ragazze, altrimenti domani il titolo su 'Repubblica' sarà 'Berlusconi è diventato gay'".

    http://notizie.tiscali.it/feeds/10/09/12/t_02_20100912_000026.html

    RispondiElimina
  2. "perché dovremmo pagare uno scienziato quando facciamo le migliori scarpe del mondo?"
    Mi pare che anche questa perla sia opera sua.

    RispondiElimina
  3. Potrebbe fare il ministro dei temporali. Dando oltretutto un fondamento al "piove, governo ladro".

    RispondiElimina
  4. la migliore per me è stata quando ha proposto di mettere il marchio Ferrari sulle Panda per venderne di più.

    RispondiElimina
  5. Ecco perché si trova a suo agio quando deve reggere i ministeri ad interim! Grazie del riassunto, Metil :)

    RispondiElimina
  6. bell'articolo metil!
    Da quando un mio amico di vecchia data mi ha segnalato il tuo blog, lo leggo praticamente sempre e ogni tanto ringrazio il mio amico della preziosa segnalazione...

    Oggi ringrazio anche te (e tutte le altre persone che scrivono qui),

    Francesco.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post