Amici lontani

Da un po' di tempo, grazie al widget "Who's among us", mi sono accorto che c'è chi segue questo blog dal sud della Cina (oppure dal Vietnam?), dall'Africa orientale (Nigeria? Benin? Camerun? Gabon?), dall'Africa centro-occidentale (Kenya? Uganda? Tanzania?), dal Medio Oriente (Arabia Saudita? Yemen?), da varie località degli Stati Uniti e da alcune imprecisate zone europee (le stelline si ammucchiano, lassù, e non si capisce dove sono di preciso). Conosco già qualcuno di questi lettori più o meno lontani, ma della maggior parte di loro non so un bel niente: siccome mi fa piacere sapere che il mio blog è seguito anche da fuori, mi permetterei di invitare gli interessati, sempre che ne abbiano voglia, a farmi sapere nei commenti qualcosa di loro.

Che volete farci, sono curioso come una scimmia.

Questo post è stato pubblicato il 22 luglio 2009 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

13 Responses to “Amici lontani”

  1. Se clicchi sulla mappa piccola si apre quella grande, poi passando col mouse sulle stelline ti dice il nome esatto della localita'.
    Io sono uno di quelli a Rivoli (TO)

    RispondiElimina
  2. Caro Alberto, credo che Rivoli non sia esattamente l'oggetto della curiosità (o, piuttosto, del narcisismo smisurato) di chi scrive su questo blog. Qui parliamo di continenti interi, asia, africa, america.Tutti noi gli saremo presto riconoscenti perchè, grazie al suo blog e, in particolare al suo ultimo inno all'idolatrazione di se stesso, i milioni di visitatori, impegnati a presentarsi e a descriversi, potranno, finalmente, campare meglio. Magari i cinesi se la pianteranno di ammazzare a centinaia i loro islamici, i persiani di far fuori gli studenti, in Pakistan, Afganistan e Iraq avranno finalmente termine le guerre civili e, addirittura, la Corea, non giocherà più alla roulette russa con bombe atomiche e missili vari. La Somalia non sarà più, insieme, un porto franco dei pirati e una mischia di tutti contro tutti. Ma c'è guerra con centinaia di migliaia di morti anche dalle parti del Congo e nel resto dell'Africa centrale. In Caucaso fra Iguscezia e Abkazia, Georgia e Cecenia c'è una polveriera piena di scintille. Colpo di Stato in Honduras, dittatura strisciante in Venezuela, conflitto acuto in Bolivia. Vogliamo aggiungerci i conflitti a Haiti e in Thailandia? La feroce dittatura militare in Birmania? Gli Hezbollah in Libano e Hamas a Gaza? Il conflitto fra India e Pakistan, entrambi stati atomici?
    Grazie a te, Metil, tutto questo sarà spazzato via: al massimo una guerriglia qua e là tra i più accaniti per postare per primi commenti sul tuo blog. Ma vuoi mettere? Spero che sia un successo, per te, ma, soprattutto, per l'umanità tutta.
    Una "persona" che hai saputo deludere profondamente ed ingannare intellettualmente.

    RispondiElimina
  3. Caro Alberto, credo che Rivoli non sia esattamente l'oggetto della curiosità (o, piuttosto, del narcisismo smisurato) di chi scrive su questo blog. Qui parliamo di continenti interi, asia, africa, america.Tutti noi gli saremo presto riconoscenti perchè, grazie al suo blog e, in particolare al suo ultimo inno all'idolatrazione di se stesso, i milioni di visitatori, impegnati a presentarsi e a descriversi, potranno, finalmente, campare meglio. Magari i cinesi se la pianteranno di ammazzare a centinaia i loro islamici, i persiani di far fuori gli studenti, in Pakistan, Afganistan e Iraq avranno finalmente termine le guerre civili e, addirittura, la Corea, non giocherà più alla roulette russa con bombe atomiche e missili vari. La Somalia non sarà più, insieme, un porto franco dei pirati e una mischia di tutti contro tutti. Ma c'è guerra con centinaia di migliaia di morti anche dalle parti del Congo e nel resto dell'Africa centrale. In Caucaso fra Iguscezia e Abkazia, Georgia e Cecenia c'è una polveriera piena di scintille. Colpo di Stato in Honduras, dittatura strisciante in Venezuela, conflitto acuto in Bolivia. Vogliamo aggiungerci i conflitti a Haiti e in Thailandia? La feroce dittatura militare in Birmania? Gli Hezbollah in Libano e Hamas a Gaza? Il conflitto fra India e Pakistan, entrambi stati atomici?
    Grazie a te, Metil, tutto questo sarà spazzato via: al massimo una guerriglia qua e là tra i più accaniti per postare per primi commenti sul tuo blog. Ma vuoi mettere? Spero che sia un successo, per te, ma, soprattutto, per l'umanità tutta.
    Una "persona" che hai saputo deludere profondamente ed ingannare intellettualmente.

    RispondiElimina
  4. Ma chi è 'sto pazzo che ha scritto questi due deliri identici?

    RispondiElimina
  5. @ anonimo

    Ingannare intellettualmente???
    Ingannare intellettualmente???

    Giuro una vaccata simile non l'avevo mai sentita prima.

    Come si fa and "ingannare intellettualmente" una persona?

    Qualcuno me lo spiega?

    Senza inganni eh.

    E soprattutto: che cazzo c'entra con tutto il resto che hai scritto?

    Mah!

    Saluti.

    RispondiElimina
  6. Bho, io che non mi sento troppo delusa intellettualmente rispondo alla domanda diretta del post nonostante non veda stelline sull'australia...

    Medico-ricercatore fuggito a fare il suo lavoro in un paese civile (ma non troppo...) ma ancora incapace di sbattersene completamente i coglioni di questa povera italia.

    Federica

    RispondiElimina
  7. Bellezza, ti aspettavo al varco..
    purtroppo l'immagine è stata presa in uno dei rari momenti in cui non c'era la tua stellina su Sidney..

    RispondiElimina
  8. Felice di averti trovato al varco mio caro Luca.
    Azzardo un "a presto"...

    RispondiElimina
  9. Una delle stelline del nord Europa. Precisamente dal Belgio.

    p.s. Anonimo, cambia pusher...

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Ciao. Mia figlia, mio marito ed io ci siamo trasferiti ad Arlington a settembre. Mio marito studia da Research Associate alla University of Massachusetts a Worcester. Mia figlia ha finito la 5° elementare. Io mi tengo informata. E cerco di combattere il freddo, il cattivo tempo ed una skunk che sembra averci preso di mira. Per fortuna… tra un po’ torniamo.

    RispondiElimina
  12. :)presente! PhD student scappata dall'Italia e attualmente in Canada (Montreal). Un Paese di gente tranquilla, tranquillissima, cosi' pacifica che a me manca un po' di salacita' e cattiveria nostrana. Gli italiani sono fra i piu' bravi ad approfondire, analizzare e criticare, sara' per questo che siamo bravi ricercatori (quando ci danno dei soldi per dimostrarlo...). E cosi', quando in lab ho 5 minuti liberi, mi faccio un giro per bei blog e faccio il pieno di 'food for thought'. Sono arrivata a questo via Malvino via Fabristol. Saluti a tutti! Mate

    RispondiElimina
  13. E' il Vaticano che tiene in monitoraggio questo sito sfruttando qualche proxy per non esporsi :) :)
    Attenti, siete osservati!
    ^_^

    Don Barzotto

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post