Chi mangiò la mia insalata, chi l'ha rubata?

Che fa, secondo voi, uno a cui piacciono da morire i pomodori pachino? Ne compera in continuazione per non restare mai senza, mi direte, e convengo con voi che questa è senz'altro una possibilità. L'altra strada, decisamente più economica, consiste nel piazzare una trentina di vasi belli grossi nel terrazzo e seminarci dentro altrettante piantine degli agognati ortaggi, in modo da essere sicuri di averne sempre in abbondanza, per giunta a un costo ridicolo. Ecco, il prete argentino Julio Grassi deve aver ragionato più o meno così, quando ha costituito una fondazione in favore dell'infanzia povera. Quando se ne sono accorti, però, gli hanno dato quindici anni di carcere. Si vede che l'autarchia, in tempi di crisi, a volte non paga...

Questo post è stato pubblicato il 15 giugno 2009 in . Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Chi mangiò la mia insalata, chi l'ha rubata?”

  1. Metil scusa l'off-topic, ma ti capita mai di leggere www.lavocedidoncamillo.com? così per curiosità

    RispondiElimina
  2. Ci sono centinaia di migliaia di sacerdoti che nel mondo aiutano i poveri, i malati, i bambini, gli affamati, chiunque sia solo o abbia bisogno di aiuto.
    Le persone cattive ci sono in qualsiasi etnia: nei radicali, negli atei, nelle università, ma nel complesso, la Chiesa è e rimane la cosa più buona che esista sulla faccia della terra (anche se ci sono sporadici casi di persone che hanno imbrogliato la Chiesa stessa prima di fare del male a qualcuno).

    Fatevene una ragione

    RispondiElimina
  3. Povero fesso!
    Che tu sia un pochino limitato di cervello non è una colpa: la cosa ben più grave è che quei delinquenti dei preti approfittino dei poveri fessi per i propri squallidi interessi.

    RispondiElimina
  4. @Saccente: Infatti è proprio per aiutare i poveri e gli affamati, che i papi e i cardinali sono sempre a braccetto con dittatori, oppressori e sfruttatori vari. In questo modo possono comminare severi moniti a questi cattivoni (e, nel frattempo, chiedere sostanziosi finanziamenti - dei quali poi girano una minima parte ai poveri ed agli affamati - e così il cerchio si chiude). Cordiali saluti

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post