Parroci

Don Giuseppe Gentile, parroco della Chiesa di Santa Maria delle Grazie di Corleone (Palermo), ha l'alzata d'ingegno di cacciare dal gruppo scout della sua parrocchia tre ragazzi, colpevoli di aver partecipato a una marcia antimafia. Voi vi chiederete: perché mai l'intervento a una manifestazione del genere dovrebbe essere giudicato così negativamente da causare addirittura un'esplusione? Perché si tratta di strumentalizzazioni politiche, ha spiegato il sacerdote, alle quali un buon cristiano non deve prestarsi. Concidenza vuole, tuttavia, che si tratti dello stesso prete che l'anno scorso ha officiato le nozze di Lucia Riina, figlia del più noto Salvatore (in arte Totò). Vi consiglio caldamente di non fare due più due, ché pare sia peccato e poi per essere assolti vi toccano una decina di avegloriapater

Da parte sua Don Walter, parroco del Quartaccio a Roma, commenta la triste vicenda della figlia che ha accoltellato a morte il padre affermando che simili delitti si debbono ad una presunta mancanza di educazione a Dio.
Orbene, se qualcuno di voi, ispirato da alcuni personaggi citati nella prima notizia, si mettesse in testa di voler commentare polemicamente la seconda, magari rilevando che i boss mafiosi più importanti coltivano quasi tutti l'assidua abitudine di leggere la Bibbia (e, già che ci sono, di usarla per altri, edificanti scopi), e che pertanto il crimine alligna anche laddove l'educazione a Dio è presente in modo tutt'altro che trascurabile, mi corre l'obbligo di avvertirlo. Un ragionamento del genere sarebbe ben più di un due più due: un tre più tre, sarebbe, anzi un cinque più cinque, oserei dire perfino un sei per sei.
Un peccato mortale, insomma.
Vedete di spegnere il cervello e pentirvi della vostra dabbenaggine, o stavolta per essere perdonati non vi basterà un rosario intero.

Questo post è stato pubblicato il 09 giugno 2009 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

13 Responses to “Parroci”

  1. dimentichi di scrivere che la marcia l'aveva organizzata un altro sacerdote, pergiunta...

    RispondiElimina
  2. COMUNQUE MAFIA E CHIESA, AGLI ALTI LIVELLI, SONO PAPPA E CICCIA.

    RispondiElimina
  3. comunque la storia continua:
    http://cittanuovecorleone1.blogspot.com/2009/04/lettera-aperta-dino-ovvero-storia-di.html
    http://cittanuovecorleone1.blogspot.com/2009/04/corleone-parla-fra-giuseppe-gentile-i.html

    RispondiElimina
  4. Sono proprio queste le notizie che sto cercando. Notizie che fanno riflettere e a volte innervosire. Se c'è qualcuno che vuole scrivere anche sul mio blog siete tutti i benvenuti!
    http://giornalistipercaso.blogspot.com

    RispondiElimina
  5. Sono convinto che la giustizia Divina esista!
    Ma certamente non è il dio italino di riferimento!
    Allora è lui, visto il giro di conoscenze, che ha benedetto, in nome di Dio .......
    Bokassa

    RispondiElimina
  6. Da un male un bene? Speriamo che la gente cominci a guardarsi intorno e a riflettere!!!

    RispondiElimina
  7. La chiesa e il governo, adottano la stessa politica..sono critici nei confronti del prossimo, ma non vedono le loro contraddizioni...poveri noi..m

    RispondiElimina
  8. ma che schifo...Ma la colpa è solo dei cattolici che ancora vanno dietro a pretacci e vari uomini di dIO...Basta con queste cose...prendiamo i preti a calci nel c...o come quel famoso 20 settembre a porta Pia...

    RispondiElimina
  9. A calci andresti preso tu, pezzente di un anonimo... basta con queste generalizzazioni. I delinquenti sono ovunque,non hanno un mestiere di riferimento. Allora generalizziamo anche sui migranti... sono tutti puzzolenti, ladri, scrocconi di denaro pubblico, spacciatori, arroganti... oppure i dipendenti pubblici sono tutti scansafatiche... Ma tanto da bravi vigliacchi quale siete voi anticattolici, ve la prendete sempre contro chi non si può difendere. Ignoranti ed irrispettosi...il mondo fa schifo più per il vostro livore gratuito che a causa delle mafie.

    RispondiElimina
  10. ANTONIO!
    Con cosa ti sei fatto!
    Non lo sai che è peccato!
    Hai solo una scusa, da piccolo tua madre, sicuramente sessantottina, ti dava l'hashish per farti dormire! Ora sei ricoglionito a vita!
    Peccato! Infanzia bruciata! Tua madre avrebbe dovuto prenderti a calci nel deretano!
    Bokassa

    RispondiElimina
  11. Le mele marce ci sono ovunque ma voi le cercate solo nella Chiesa perché vi fa comodo così, vi fa comodo che nessuno vi dica dove siete idioti e dove siete malvagi.

    Dal canto mio, ho cominciato a cercare le mele marce in quelli che si definiscono di sinistra o illuminati dall'ateismo e le mele marce sono molte, moltissime! :-D

    RispondiElimina
  12. Per saccente, che ricorda motltissimo Antonio.
    Se vai ai mercati generali, nella pattumiera trovi moltissime mele marce, nonchè pomodori e verdure varie.
    Non ti riesce di fare una frase di senso compiuto?
    Come si usa dire: o ci sei o ci fai. Cosa usi? Hashish o coca?
    Bokassa

    RispondiElimina
  13. non litigate..pace a voi fratelli!!
    COMPLIMENTI,BEL ARTICOLO ERA ORA CHE QUALCUNO SI DECIDESSE A MOSTRARE AL PUBBLICO LA VERITA'!!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post