Belpietro, Giulia, Pavlov e la Serracchiani

La sequenza è più o meno questa: Giulia dice che la prostituzione esiste anche tra i giornalisti, Belpietro si incazza pavlovianamente, ignora stoicamente l'incendio divampato nella propria coda di paglia, aziona al volo la macchina del fango e le dà della velina, Giulia cerca di replicare, Belpietro le urla sopra impedendole di parlare in modo davvero liberale, Castelli cerca di buttarla in vacca con un paio di battute da colonnelli di fanteria in pensione al circolo della caccia, Paragone abbozza il minimo sindacale di difesa dell'ospite, timbra il cartellino e cambia argomento, Telese invece ci ritorna invitando Belpietro a chiedere scusa, Belpietro sente nuovamente il campanellino di Pavlov e ripete parola per parola quello che aveva detto prima, Giulia riprova a parlare nuovamente sovrastata dalle urla viepiù liberali di Belpietro e alla fine si riesce finalmente a parlare d'altro; la Serracchiani, nel frattempo, è come se non ci fosse.
Però domani va alla manifestazione in difesa della dignità delle donne, ché lei ci tiene parecchio.

Questo post è stato pubblicato il 12 febbraio 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

12 Responses to “Belpietro, Giulia, Pavlov e la Serracchiani”

  1. Io continuo a non capire perche' certa gente si presti ancora a questi teatrini televisivi.
    Ormai e' chiaro che non se ne ricava niente di buono. Non e' piu' un'occasione per far sentire la propria opinione: e' solo un'occasione per farsi urlare addosso da questi quattro poveracci.
    Se la sinistra volesse fare qualcosa di veramente rivoluzionario, dovrebbe abbandonare questa televisione e chi la fa. Fateveli voi sti finti dibattiti, e guardateveli voi.

    RispondiElimina
  2. ah ma perchè la serracchiani c'era? in non me n'ero neppure accorto...

    RispondiElimina
  3. Può essere pure che si vergognava a inserirsi in quel bordello mediatico...con tutto il casino che faceva Belpietro una voce in più non risolveva nulla, ne si sarebbe sentita che ha la voce fioca.
    Secondo me in generale meglio starsi zitti piuttosto che accendere una polemica come ha fatto ingenuamente Telese portando la discussione su un altro tema che era il gioco che voleva fare Belpietro. Il pensiero di Telese è giusto: la frase immonda di Belpietro non deve passare ma la censura ce la facciamo noi da soli, è inutile che faccia casino...:)

    RispondiElimina
  4. comincio a nutrire seri dubbi che possa esistere un metodo "democratico" per levarci dalle palle questi loschi figuri, personalmente quando li vedo mi s'ingrossa la vena del collo e il sangue pulsa forte...

    RispondiElimina
  5. mi vengono in bocca solo insulti nei confronti di questi SERVI, non riesco a fare un commento decente.......

    RispondiElimina
  6. Ho assistito alla trasmissione, dovete capire Belpietro... se l'è presa con Giulia perché era incazzato come una jena per altri motivi. Per entrare come direttore di Libero ha dovuto versare il 10% del capitale, ma ora il suo giornale rischia la chiusura perché deve restiturire quasi 14 mln di euro di contributi dello stato ottenuti illegalmente.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/02/11/angeluccidovra-restituirei-soldi-pubblici/91351/

    RispondiElimina
  7. Mitico Paragone: visto che Telese preferisce litigare con Belpietro, allora vuol dire che non ci sono argomenti contro la nostra tesi. Bravo: non fa una piega.

    Poi si incazzano quando parlano di prostituzione dei giornalisti.

    La Serracchiani è eterea, evanescente. Come il PD.

    RispondiElimina
  8. Evitate di vedere quei programmi. Sia di destra che di sinistra

    RispondiElimina
  9. E' la Serracchiani il problema?
    S'è visto ben di peggio in questo teatrino.

    Ancora qualche settimana e poi in questi talk-show si parlerà del profumo delle candele ornamentali o dello stress dei gatti di città.

    RispondiElimina
  10. Belpietro ha dato il peggio di sé, ma Giulia Innocenzi non si è scomposta. Ottimo l'intervento di Telese. Nel video alla Serracchiani non viene data la parola, dunque non mi sento di criticarla.

    Ma devo dire che la cosa che mi ha colpito di più è l'osceno discorsetto di Paragone (da 5:50 in poi) che spiega al pubblico che Telese ha speso parole in difesa di Giulia perché non ha argomenti contro Berlusconi.

    RispondiElimina
  11. La Serracchiani nn ha detto niente, forse perchè l'accusa di Belpietro era compeltamente sciocca.
    Giulia Innocenzi è in gamba, su questo non ci piove.

    Che altri giornalisti abbiano potuto lavorare al posto suo è vero ma questo potrebbe anche applicarsi a Belpietro, o allo scandalosissimo Paragone e ai suoi interventi scandalosi ( su berlusconi nn ci son oleementi probatori.... )

    Giulia non è una velina, a tratti pero' ha toni fin troppo accomodanti nelle interviste... vedi l'intervista "seduta" a Grillo.

    RispondiElimina
  12. volevo fare i complimenti a Giulia che si è comportata cortesemente senza incazzarsi e mantenendo un tono cortese nonostante il tono usato [io al suo posto gli avrei detto un bel po' di cosette...].

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post