Gli ultimi sussulti dal baratro

Bondi dice che la "ragione di vita" del PdL "si identifica con la difesa dei principi di libertà sui quali si fonda la democrazia" (tipo la libertà di disporre del proprio corpo stilando un testamento biologico, tanto per dirne una: cioè la stessa libertà che il PdL sta cercando in tutti i modi di negare); Giovanardi aggiunge che "non siamo in un paese normale" (ed in effetti un paese nel quale un ragazzo viene messo in carcere per qualche spinello, come avviene grazie alla legge voluta da lui, non è normale per niente); la Brambilla si spinge a sottolineare che "le donne italiane hanno fatto tanta strada, hanno ottenuto il divorzio, la legge 194, la legge sulla procreazione assistita fino ad arrivare alla legge sullo stalking" (trascurando il piccolo particolare che la legge italiana la proibisce, la procreazione assistita, e quindi il richiamo della ministra, più che di una conquista, ha tutta l'aria di una presa per i fondelli).
Sono gli ultimi sussulti di una maggioranza in caduta libera, che continua a comunicare come per inerzia, automaticamente, senza manco fermarsi a riflettere più di tanto su quello che dice.
Non avessero portato il paese nel baratro, farebbero perfino tenerezza.

Questo post è stato pubblicato il 15 febbraio 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

7 Responses to “Gli ultimi sussulti dal baratro”

  1. Scusa, ma pensi veramente che i berluscones e la massa di rincoglioniti a cui tutto questo schifo sta bene, si accorgano di essere presi per il culo?
    L'importante non è che la comunicazione abbia senso: ma che ci sia.
    Se domani dicessero "Il Presidente è innocente perché la supercazzola prematura con scappellamento a destra come fosse antani" andrebbe bene lo stesso.

    Se questa merda cessasse in questo istante, ci vorranno ANNI prima che la società torni ad essere una cosa accettabile.

    RispondiElimina
  2. @Brigante
    Penso che i berluscones se ne accorgano e che non gliene freghi un beneamato, forti della "massa di rincoglioniti a cui tutto questo schifo sta bene".
    La massa invece non legge certo questo blog (purtroppo).

    RispondiElimina
  3. OT
    Metil ti consiglio una "divertente" lettura: http://www.facebook.com/ilGiornale/posts/151754094881573

    Certi commenti fanno rabbrividire.. :(

    RispondiElimina
  4. I dipietristi o idivuisti o italiadeivaloristi sono completamente privi di senso dell'umorismo (a parte Travaglio, s'intende), esattamente come i berluscones sono privi di pudore. Quindi probabilmente sono due facce della stessa medaglia.

    RispondiElimina
  5. Non è un paese normale quello in cui il capo del maggiore partito d'opposizione (ahahah) rilascia un'intervista al giornale del partito secessionista, aprendo alla riforma federalista

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. @ Max: grazie, effettivamente è esilerante!!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post