Mancano solo i semafori

Ricapitolando e sintetizzando le dichiarazioni degli ultimi anni, mi par di capire che il modello preferito da Berlusconi consisterebbe in un paese senza guardia di finanza, senza parlamento, senza opposizione, senza giornalismo d'inchiesta, senza giudici e pure senza insegnanti.
Manca solo che si incazzi perché ci sono i semafori, e poi abbiamo fatto filotto.

Questo post è stato pubblicato il 27 febbraio 2011 in ,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

10 Responses to “Mancano solo i semafori”

  1. ha, e senza squadre che fanno perdere il milan

    RispondiElimina
  2. Che lo pensi veramente, il premier, lo sappiamo da un pezzo, che abbia 4 milioni di italiani che ne siano altrettanto convinti, mi preoccupa un mucchio.

    Il post di Metil può sembrare ironico, ma è realistico..... al cubo.

    RispondiElimina
  3. ...e senza donne brutte che rovinano la visuale! ;-)

    Scherzi a parte, mia madre se dico: 'ma pensa te, baciare le mani a Gheddafi!'...risponde 'sì ma al tg1 hanno fatto vedere anche le foto di Prodi e D'Alema con lui!'...ah ecco, e allora!!!!
    Ed è mia madre! Come faccio a insultare i berlusconiani?! Non posso..mi rassegno all'evidenza e al suo fascino irresistibile!
    Ed io ho sempre votato a destra...fino alla prima delusione del premier, poi mai più!!

    RispondiElimina
  4. La fotografia dell'italiota moderno italiano.

    RispondiElimina
  5. Metil...
    mi stupisci
    hai dimenticato gli omosessuali...

    RispondiElimina
  6. Nei semafori c'è un colore (che neanche nomino) di chiara derivazione comunista: toglierà anche quelli.

    RispondiElimina
  7. A me l'ultima uscita sulla scuola ha fatto tanto pensare al Ministero della Cultura Popolare...
    A voi no?

    Minculpop: la strana voglia di Berlusconi...

    RispondiElimina
  8. Finchè ad appoggiare questo governo incredibile fossero solo i vecchi non mi stupirei, quando però vedo gente più giovane proclamare che in fondo non ha fatto peggio di tanti altri e che qualcosa di buono ne è uscito, ripenso sempre alle paludi pontine, non so come mai.
    Il quadro è desolante e credo che pentirsi dei propri peccati non serva a una mazza.

    RispondiElimina
  9. Perchè pentirsi non serve?...secondo me si.
    In fondo i giovani seguono un pò i genitori, io nel '94 sentivo dire i miei che Berlusconi era un eccellente imprenditore, che avrebbe salvato l'Italia e impedito ai comunisti di rovinarla...
    Ci ho creduto, certo...e l'ho votato...
    Poi sono cresciuta e la mia testa ha iniziato ad essere più indipendente, e Fini mi piaceva di più, Bossi mi faceva schifo, a sinistra c'era poco da pescare...poi ci sono stati i libri di Travaglio,Gomez, Saviano, il blog di Grillo...
    C'è sempre tempo per un pentimento...ma poi, chi si vota?!?!Io vedo tanto caos e pochi semafori ;-)

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post