A metà strada tra paura e ribrezzo

loreto
Non saprei dire se questa pagina Facebook mi faccia più paura o più ribrezzo: e non mi importa, come qualcuno ha osservato sul wall dell'amica Arianna Ciccone che per prima l'ha segnalata e stigmatizzata, se si tratta di un segno dell'esasperazione che caratterizzerebbe questi giorni oscuri.
La rete ci mette a disposizione degli strumenti formidabili per incalzare i nostri avversari con le idee: utilizzarli per inneggiare al linciaggio, oltre ad essere aberrante di per sé, mi pare un clamoroso autogol.

Questo post è stato pubblicato il 08 febbraio 2011 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

17 Responses to “A metà strada tra paura e ribrezzo”

  1. Beh, parliamone...

    A me una risata l'hanno strappata questi simpatici guasconi! :-)

    RispondiElimina
  2. ma quale ribrezzo, ci vuole un pò di senso delle proporzioni nel giudizio!
    Il mondo è pieno di idioti facili alla violenza e questo è vero, ma perchè dare tutto questo peso ad una cosa così insignificante?
    Come si fa a paragonare 1.000 persone iscritte ad una cinica pagina facebook contro un intero sistema mediatico messo in piedi da un governo che controlla di fatto 6 televisioni, e conseguentemente molte delle menti del nostro paese, in una maniera così violenta da fare questo si, ribrezzo!
    Alcuni, come immagino ad esempio Meltinparaben, avranno una loro autonomia intellettuale, altri no, chi perchè non ne ha le capacità, chi perchè non ne ha il tempo...
    L'invito alla moderazione lasciamolo quindi a Napolitano,
    che mi pare faccia il presidente della Repubblica... ;\

    RispondiElimina
  3. Metil... condivido tutto, parola per parola, punti e virgole compresi.
    Alessandro... io non ci trovo niente da ridere.

    RispondiElimina
  4. Se l'invito alla moderazione lo deve fare Napolitano, a rispettarlo dobbiamo pensarci noi.

    Che poi, diciamolo. C'è chi non aspetta altro per parlare di "campagna di odio". Non fomentiamo inutilmente questa gente.

    RispondiElimina
  5. Secondo me la situazione e' talmente infiammata che una cosa che potrebbe passare per un innocua battuta diventa carica di significato. Avete presente le vignette di maometto?
    PS: non che mi faccia ridere, sia chiaro.

    RispondiElimina
  6. Bah, ci stiamo incartando.

    L'odio e la violenza si manifestano in diversi forme e modalità in questo sistema e il clamoroso autogol è proprio dare peso a quel gruppo su questo blog....anzi più che un autogol, mi sembra proprio un bell'assist. :)

    Personalmente sono contrario ad ogni forma di violenza, ma questo deve valere per tutti, soprattutto per chi deve far rispettare la legge.
    Il politico o il blogger di turno possono fare tutti gli inviti alla moderazione che vogliono, ma le persone percepiscono benissimo quanto è violento questo sistema....e sia chiaro che quando parlo di violenza non mi riferisco solo alle manganellate gratuite delle ultime ore...che meriterebbero davvero (quelle si) un pò di sana critica...

    ;-)

    RispondiElimina
  7. Oppure è stata fatta dagli stessi che, fra poco, scriveranno articoli sulla stampa "libera e indipendente" condannando il clima di violenza e intolleranza dell'OPPOSIZIONE.

    Un po' come le stelle rosse a Torino subito riprese da sallusti o qualche altro sgherro, come il finto attentato a belpirla, etc...

    RispondiElimina
  8. Poi quelli del pdl inizieranno a dire che c'è un complotto. Ecco sti retini che fanno certe ose sono peggio di Cicchitto

    RispondiElimina
  9. Nel mio profondo spero se lo porti via il creatore, che male c'è? E' aberrante ma fa parte della natura umana.
    Non sono un membro di partito, come immagino non lo sia chi ha creato questo gruppo, non faccio parte dell'opposizione, non rispondo agli inviti alla moderazione e non sono io che devo mettere le idee in campo o almeno non io in primis. Anche se non ho mai pubblicato nulla del genere perchè mi ha sempre fermato l'insensatezza di questo genere di cose, credo sia giusto poter esprimere anche il proprio odio.

    RispondiElimina
  10. Concordo con Luca.

    A maggior ragione in un mondo in cui chi governa è il primo a non farsi problemi a schiacciare chi lo contrasta.

    Uno scherzo resta uno scherzo. E per quanto di cattivo gusto per alcuni. Innocuo.

    @ venerdì sushi.

    Per carità, ognuno è libero di prendere le cose più o meno seriamente.

    Ma non cadiamo nell'autocensura, specie quando chi ci governa non si fa il minimo scrupolo. E' una pagina facebook con un migliaio di mi piace.

    Per me nemmeno meritava attenzione. Poi oh, la si segnala, io rido. E non ci vedo niente di male.

    RispondiElimina
  11. sono un pò sollevato, c'è gente che la pensa diversamente...

    RispondiElimina
  12. Se quello ti sembra un gruppo violento forse è il caso che cominci a rifare la punta al tuo concetto di violenza.

    Per approfondimento: http://spedr.com/4yka7

    http://scarligamerluss.tumblr.com/

    RispondiElimina
  13. ma questo non è lo stesso blog che ha affiancato la foto di cucchi a quella di ruby per il solo piacere di fare una battuta? cosa avete? la morale a giorni alterni?

    RispondiElimina
  14. «Spero k krepi kon le tue Troie».
    Glielo ha fatto sapere tramite sms una delle sue amikette, tal Sara Tommasi. Bisogna averne più paura o più ribrezzo?

    RispondiElimina
  15. Mah, non è la prima pagina di questo tipo e non sarà nemmeno l'ultima. L'autogol, se c'è, è proprio perché tutti i pidiellini (assonanza inquietante) ci si aggrapperanno per stringere la morsa su facebook e sulla rete, ma ormai 'ste cose sono già in moto.

    Per il resto, io spero che resti in vita giusto il tempo di farsi processare ed essere sommerso da tutta la merda che deve venire a galla, e che trascini con sé tutti quelli che gli sono aggrappati ai peli di quel culo flaccido che si ritrova.

    Potreste dire che sono un sognatore, ma non sono l'unico.

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post