Sarà che sto invecchiando

Sarà che sto invecchiando, e come tutti quelli che invecchiano tendo a intravedere nei giovanissimi chissà quali speranze per il futuro.
Però, francamente, fino ad oggi non mi era mai successo di scrivere due post così ottimisti a distanza di un solo giorno l'uno dall'altro.
Ieri i ragazzini della terza media che disertano la gita scolastica perché il loro compagno con la sindrome Down non può parteciparvi; oggi il bambino palermitano che è l'unico italiano in un asilo frequentato da soli immigrati e si trova da dio.
Sarà che sto invecchiando, non mi illudo.
Però, per oggi, mi piace accarezzare l'idea che i nostri figli saranno capaci di sogni migliori dei nostri.
Lasciate che me la goda.

Grazie a Valeria per la segnalazione

Questo post è stato pubblicato il 25 febbraio 2011 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

9 Responses to “Sarà che sto invecchiando”

  1. Sto godendo di questa bellissima sensazione anche io!!
    Grazie a te!

    RispondiElimina
  2. Grazie Alessandro sono notizie che fanno stare meglio

    RispondiElimina
  3. Grazie Maria, Enrico e Domenico! E grazie a Alessandro che mi ha fatto incontrare questa bella notizia! Questa storia deve essere portata a conoscenza di tutte le scuole d'Italia. Io lo farò nella mia.

    RispondiElimina
  4. pure io sono contento, ma prima che arrivino a maggiore età questi dobbiamo sorbirci i "giovani" attuali come Renzi o possiamo saltare???

    RispondiElimina
  5. è lo specchio di un paese onesto e retto governato da un manipolo di politici delinquenti, un vero paradosso!

    RispondiElimina
  6. I giovanissimi fanno ben sperare, purtroppo però poi verranno corrotti da anni di Tv spazzatura, un'educazione distratta e una società a pezzi.
    io sono pessimista e sono giovane.

    RispondiElimina
  7. Quando qualcuno mi viene a trovare nella città che ho scelto di abitare io consiglio di lasciare perdere i giri classici e, se il tempo è scarso, sedersi in un bel bar e guardarsi intorno, magari attaccare bottone con le facce + simpatiche.Questa è la via - secondo me - per cogliere l'opportunità migliore di entrare nelle viscere di questa megalopoli avendo in se una percentuale altissima di probabilità di riuscire a fare incontri straordinari.Questo pippotto per dire che è proprio per strada a Berlino che ho conosciuto questo artista croato/italiano
    http://www.facebook.com/profile.php?id=100001228023140#!/profile.php?id=100000063544301
    che come provocazione o azione panica ha deciso di non rivolgere a lungo la parola ai suoi amici italiani..
    a me è sembrata una buona cosa; tosta e radicale finche, vuoi, ma BBBuona ed è a lui che mi viene da pensare oggi che leggo questo tuo post che oramai

    http://nishangainberlin.blogspot.com/2011/02/legolandia-adieu.html

    non mi consola più
    Abbracci

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post