La quarantottesima ora: un blog di post da rettificare

Questo individuo ed io abbiamo avuto un'ideuccia: creare un blog nel quale scrivere esclusivamente post "da rettificare". Post di tutti i tipi, ovviamente: da quelli di carattere ironico ad altri in cui si denunciano davvero fatti e circostanze che in base alla nuova normativa potrebbero dare luogo alla richiesta di rettifica da parte dei destinatari.
Il blog si intitola "La quarantottesima ora" e potete trovarlo a questo link.
Sapete chi scriverà i post di questo blog?
Tutti i blogger che vorranno farlo, ovviamente: basterà mandare una mail all'indirizzo alessandro[PUNTO]capriccioli[CHIOCCIOLA]gmail[PUNTO]com e pazientare il tempo necessario affinché il richiedente venga incluso tra gli autori del blog.
Ma non è tutto.
Al posto dei commenti, come potete agevolmente notare, ci sono le "rettifiche": ciascuno di voi potrà chiedere all'autore di rettificare in tutto o in parte quello che ha scritto, oppure integrarlo con ulteriori elementi che a loro volta potrebbero dover essere rettificati.
Si tratta, insomma, di una specie di mix tra ironia e denuncia, senza soluzione di continuità, che vuole mettere in ridicolo la norma anti-blog e allo stesso tempo costituire, per chi lo vorrà e con il supporto degli altri, uno strumento di disobbedienza civile rispetto alla censura che ci stanno per imporre.
Che aspettate?
Se siete blogger mandatemi la mail e partecipate anche voi.
Facciamoci rettificare tutti!

Questo post è stato pubblicato il 29 luglio 2010 in ,,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

11 Responses to “La quarantottesima ora: un blog di post da rettificare”

  1. Carina l'idea!! ^.^
    Lo segiurò assiduamente...

    RispondiElimina
  2. Non so se è più bella l'idea o il nome del blog, braFi!

    RispondiElimina
  3. Ecco dove finisce il canone Rai!

    E' tempo di “golpe” d’agosto in Rai: nell’ultimo anno, i soli direttori giornalistici si sono guadagnati aumenti di stipendio per quasi 800 mila euro! A tradurre grossolanamente, l’equivalente del salario di 120 operai, o di 100 impiegati o di 50 praticanti giornalisti? 800 mila euro sempre moltiplicati da qui all’eternità del loro permanere in azienda. Esistono 'i direttorissimi' ed i 'direttori semplici'. Signore e signori con 2, persino 3 aumenti di merito in 12 mesi, a colpi di 30, 40, 50 mila euro a volta... Ma restiamo ai Top. Questa volta i dirigenti non giornalistici. Niente nomi, ovviamente, e cifre in approssimazione per difetto. Vertici che si contano sulle dita di una mano si sono spartiti 600, 650 mila euro di aumento, soldi in più sui già moltissimi che guadagnavano. Costo aziendale, azzardiamo, quasi un milione. Uno più uno meno, nel buco Rai: al massimo, per rimediare, chiudi qualche piccola rubrica culturale regionale, togli i vestiti ai costumisti e tosi i parrucchieri nei teatri di posa. Aumenti oltre ad eventuali gratifiche, dai 20 ai 50 mila euro ogni volta e, per alcuni, tre volte in un anno...

    RispondiElimina
  4. meraviglioso...ma io che non ho un blog non posso scrivere, giusto?

    RispondiElimina
  5. certo però che questo sfondo con i colori laziali ce li potevate risparmiare... ;)

    RispondiElimina
  6. bella idea ma faticosa! io che sono pigro avanzo una modesta proposta per 'rispettare' la norma persino in via preventiva: applicare a tutti i post un algoritmo che ad intervalli regolari di 48 ore tolga i "non" davanti ai verbi laddove siano presenti e li aggiunga laddove non siano già presenti!

    http://cosechedimentico.blogspot.com/2010/07/rettifiche-preventive.html

    RispondiElimina
  7. Constato con piacere che hai accolto, modificandola in meglio ma mantenendo il principio e condendo il tutto con la consueta ironia, la mia proposta di introdurre il rettificatore automatico.
    Qui invece la rettifica è "contestuale".
    Geniale
    anjel

    RispondiElimina
  8. Bella l'idea e bello il nome del blog.
    Siete così bravi... mi sto già sbellicando dalle risate.

    RispondiElimina
  9. Io come silvietta non ho un blocg, come faccio a rettificare?

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post