Pavia per i disabili

La manovra correttiva ha trovato dove reperire nuove risorse : nelle tasche, notoriamente già piene, dei disabili. Dopo rassicuranti promesse fatte alle Associazioni dei disabili e delle loro famiglie, che giustamente avevano levato alta la loro protesta contro il preannunciato innalzamento (dal 74% all’85%) della soglia minima di percentuale di invalidità necessaria per la concessione dell’assegno mensile di assistenza, di ben 256,67 euro, la Commissione Bilancio del Senato ha presentato un emendamento all’articolo 10 della manovra correttiva ancora più subdolo e peggiorativo.
Due sono gli elementi di questa orribile proposta:
- L’”ambito” traguardo dell’assegno mensile di assistenza (256,67 euro al mese, ossia poco più di 8 euro al giorno), che già ora viene concesso solo a chi ha un reddito annuale inferiore a euro 4.408,95, ovvero a chi è indigente o non ha un lavoro degno di questo nome, spetterà solo a chi ha la “fortuna” di avere una patologia singola superiore al 74% di invalidità, mentre chi è affetto da più patologie, che singolarmente non raggiungono il 74% e sommate sono al di sotto dell’85%, non ha diritto a nulla.
- L’indennità di accompagnamento verrà concessa solo nei casi di gravissima o totale compromissione dell’autonomia, nel senso più restrittivo, ovvero solo a chi è immobilizzato o non è in grado di svolgere senza assistenza tutte le funzioni fisiologiche. Saranno pertanto escluse le persone affette da sindrome di Down, le persone colpite da demenza senile o da sindrome di Alzheimer con permanenza, se pur transitoria, di qualche autonomia.
Di fronte a una simile iniqua e disumana proposta, indegna di un paese, un tempo civile, che ha il corpus legislativo più avanzato del mondo nei riguardi della disabilità, si invitano tutte le persone di buon senso a unirsi alla protesta delle Associazioni dei disabili e ad attivarsi per far cadere questo obbrobrio legislativo, invitando i legislatori a cercare i risparmi di spesa nel mondo dei privilegi della classe politica, tra i furbetti delle caste e delle cricche, tra gli evasori esperti e incalliti e tra i redditi elevati, che non sono toccati dalla manovra.
mercoledì 7 luglio 2010 dalle ore: 17.30 alle 19.30 in piazza della Vittoria si protesta contro questo obbrobrio e si informano i cittadini.

Questo post è stato pubblicato il 06 luglio 2010 in ,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

6 Responses to “Pavia per i disabili”

  1. Ho a che fare con i disabili per motivi di lavoro e sinceramente ne stanno facendo di porcate anche a Roma con queste invalidità... Negano ausili ortopedici fondamentali a chi ne ha bisogno e li danno agli amici degli amici anche se in realtà non gli servono... Insomma il classico spaghetti western all'italiana... Sono tempi bui.

    RispondiElimina
  2. Però mantenere Palazzo Chigi ci costa solo un milione di euro al giorno:
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2010/07/04/silvio-contro-i-topi5-milioni-per-la-guerra/36112/

    RispondiElimina
  3. I miei nonni hanno la fortuna di avere una famiglia, qualche soldino da parte, e comunque dei figli che possono coprire le spese di badanti & co.
    E io mi chiedo, chi non ha questa fortuna come fa? Come farebbe la mia nonna che ha la minima di pensione se dovesse avere bisogno di una badante che tra contributi e stipendio se solo part time sarebbe più alto di quello che prende lei di pensione? Ditemi come?

    RispondiElimina
  4. Che schifo. Invece di combattere con forza i falsi invalidi, cercando così di recuperare tutti quei miliardi che vanno ad ingrassare gente indegna, prova del diritto all'accompagno, si continua ad innalzare la percentuale andando a togliere così risorse a chi invece ne avrebbe DAVVERO bisogno! Non ho parole

    RispondiElimina
  5. Il bello è che i falsi invalidi resteranno tutti: non sono un esperto ma penso che chi fa fare carte false, le faccia conciare per bene, per avere indennità vicine l00%. Falso per falso, che abbia a ottenere il massimo, no? Ecco quindi che avremo una legge che lascerà la pensione solo ai falsi invalidi. Del resto non potevano mica penalizzare il proprio elettorato.

    RispondiElimina
  6. E meno male che al governo c'è il partito dell'amore...

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post