Una risposta semplice

Milena, nel segnalarmi la notizia, mi chiede perché mai le Capitanerie di Porto si rivolgano ai prelati, e non alle autorità civili competenti (che ne so, il Ministero dell'Ambiente, tanto per fare il primo esempio che mi viene in mente), per ottenere direttive quando qualcuno chiede loro di disperdere in mare le ceneri di un defunto.
Ho paura, Milena, che si tratti dello stesso motivo per cui quelli del movimento per la vita hanno sempre maggiore libertà di azione nei consultori, i farmacisti obiettori possono permettersi di non vendere la pillola del giorno dopo, la fecondazione assistita è di fatto proibita dalla legge e gli omosessuali non possono sancire la loro unione attribuendosi reciprocamente gli stessi diritti degli altri: l'Italia non è uno stato laico.
Temo che sia tutto qua.

Questo post è stato pubblicato il 14 luglio 2010 in ,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

5 Responses to “Una risposta semplice”

  1. Visto che ne hai parlato, può essere utile ricordare che finora, tra l'altro, l'obiezione di coscienza per i farmacisti NON E' PREVISTA DA NESSUNA LEGGE, e che la 'pillola del giorno dopo', poiché funziona impedendo la fecondazione e NON ha alcun effetto sull'eventuale sviluppo di un ovulo già fecondato, NON PUO' CONSIDERARSI IN ALCUN MODO UN FARMACO ABORTIVO.

    RispondiElimina
  2. L'Italia non è uno stato laico ma nemmeno si può dire sia clericale per convinzioni o ideali religiosi, ma solo per convenienze di piccolo cabotaggio, conformismo, corporativismo, ipocrisia. Insomma più che uno stato non laico o clericale l'Italia è un paese arretrato, in una parola: fascista.

    ciao, silvano.

    RispondiElimina
  3. Veramente la pillola del giorno dopo impedisce l'impianto dello zigote eventualmente presente nella mucosa uterina, non il concepimento.
    A meno che non ricordi male.

    RispondiElimina
  4. Io ho disposto che il mio corpo venga sminuzzato da un frullatore.

    Qualora qualche religioso integralista lo dovesse impedire, mi sono anche iscritto, per sicurezza, all'Associazione Romana per la Cremazione (http://www.cremazione.org/).

    10 euro all'anno e passa la paura...

    RispondiElimina
  5. ma è proprio questo il concetto. in uno stato di diritto non ci devono volere neanche 10 centesimi l'anno.

    @silvia: vedrai che presto, con un nuovo voto di fiducia, vareranno una legge per l'obiezione di coscienza obbligatoria - c'est à dire che se non obietti manco ti potrai più laureare. così si metteranno a posto per le generazioni di future quando, finalmente, ci avranno liberati dalla loro sgradevole presenza.
    ricordatevi sempre come diceva il nonno di heidi:
    alpeggio non c'è mai fine!

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post