Alla frutta


A completamento di questo post, aggiungo: quando ti incazzi in modo così scomposto per un fatto su cui ha lasciato correre perfino questo qua, vuol dire che stai raschiando il fondo del barile.

Questo post è stato pubblicato il 22 ottobre 2009 in ,,,,. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. o se vuoi lasciare un commnento.

4 Responses to “Alla frutta”

  1. ed i fucili della lega?? ecc ... no dico a cosa servirebbero per il tiro al piccione ??

    RispondiElimina
  2. Che ti aspettavi che dicesse: Dio quanto mi sento amato? Gli avete fatto un altro regalo! Speriamo che nessuno ci provi davvero, perchè se malauguratamente dovesse scamparla alle prossime elezioni prenderebbe il 95% dei voti.
    E' chiaro che il papa lascia correre, lui è l'imperatore nel suo mondo, non si cura del consenso popolare, chi lo schioda dalla sua poltrona?


    Gigi

    RispondiElimina
  3. mi piacerebbe che ci fosse cosi tanto zelo anche per i gruppi fascisti che inneggiano all'italianita' con sottofondo incentivante l'omicidio degli stranieri.


    Ma forse,nel paese comandato dal partito della mafia chiedo troppo.

    RispondiElimina
  4. Gigi,
    ma si parla di consenso o di sicurezza personale? perché è di sicurezza che parla alfano quando fa tutto sto casino

    RispondiElimina

Poll

Powered by Blogger.

Popular Posts

Followers

Blog Archive

Subscribe

Labels

Random Post